MARIA, REGINA DELLA FAMIGLIA

Il Papa Giovanni Paolo II ha avuto una ispirazione meravigliosa dallo Spirito Santo nell’inserire nelle Litanie Lauretane l’invocazione “Regina della famiglia” che ha collocato dopo “Regina del Santo Rosario” e prima di “Regina della pace”. Così ora le invocazioni delle Litanie sono 50, come 50 sono le Ave Maria della corona del Rosario.1.Il Rosario è la preghiera della famiglia e per la famiglia. La famiglia che prega unita rimane unita.Pio XII afferma: “Se trovate nella famiglia figli irriverenti e ribelli, se trovate litigi e rancori… sappiate che è perché non si prega. Dio è estraneo, si fa a meno di Lui” e si calpestano i suoi comandamenti. Ivi, purtroppo, non si prega, non si recita il S. Rosario.S. Maria Goretti, la dodicenne martire della purezza (nel 1902), nella terribile lotta contro di lei dell’assassino Alessandro Serenelli, ella prende la corona che portava sempre in tasca, conforme all’insegnamento della sua mamma, la stringe nelle sue mani mentre lotta per difendere la sua castità. Quella corona del Rosario alla fine risultò tutta lacerata e spezzettata, ma lei ha riportato vittoria ed è morta martire.Il suo uccisore Serenelli, dopo aver fatto i suoi anni di carcere, è accolto nella famiglia religiosa dei Frati Cappuccini, insieme ai quali recita ogni giorno il Santo Rosario e tante altre preghiere. Vive molto religiosamente e fa una morte santa.Un modello di famiglia cristiana dei nostri tempi: la famiglia di Sergio Bernardini e Domenica Bedonni di Verica di Pavullo (Modena). Costoro hanno desiderato ed avuto 10 figli di cui 2 felicemente sposati, 6 suore missionarie e 2 frati cappuccini di cui uno, P. Germano, Vescovo di Smirne (Turchia). L’altro è P. Sebastiano, Predicatore e dinamico fondatore dell’Oratorio dei giovani a Sassuolo e attualmente costruttore e direttore della Casa di riposo a Pavullo. In quella famiglia sempre si è recitato il Rosario dagli adulti, dai giovani e dai piccolissimi.Sergio e Domenica sono vissuti e sono morti santamente e hanno educato i 10 figli a un grande amore a Gesù e a una tenerissima devozione alla Madonna. Il Vescovo di Modena, su invito del Papa, sta raccogliendo tante testimonianze sulla loro santità per iniziare il processo della Beatificazione. La prima figlia è deceduta in concetto di santità e si sta facendo il processo per la sua Beatificazione. 2. La Madonna vuole aiutare ogni famiglia a realizzare i tre grandi beni che la renderanno felice, come afferma S. Agostino: il bene della fedeltà, il bene dei figli, il bene del sacramento.a) Il bene della fedeltà: Cari sposi, amatevi tanto nel Signore, e sarete fedeli l’uno all’altro e vivrete felici. Imitate le famiglie di cui sto parlandovi.Un grande scrittore e poeta, dirigente d’azienda e profondamente cristiano, scrive: “Io devo ringraziare ogni giorno la Provvidenza per avermi fatto incontrare e cogliere un fiore oggi rarissimo, direi quasi introvabile. La mia penna non riuscirà mai a descrivere la bellezza, la bontà, la semplicità, la gentilezza, la ricchezza d’animo di colei che sarebbe diventata mia moglie, la madre dei miei 6 figli. Un’aurora che t’incanta col suo sorriso, un fiore che ti conquista col suo profumo, un alito di vento che ti accarezza, un panorama stupendo che ti riposa, un sogno dolcissimo che si avvera. Con lei posso ben dire che la vita è una cosa meravigliosa. La mia luna di miele ha avuto un inizio, ma non avrà mai una fine. Da quando il suo sole illuminò la mia stanza, per me è sempre primavera. Io spero e credo che noi rimarremo uniti per l’eternità. Le nostre strade sono una sola strada, i nostri cuori sono un solo cuore, le nostre vite sono una sola vita. Col matrimonio io lasciavo una famiglia numerosa per farmene un’altra ugualmente stupenda” (Clorindo Grandi, “Dove termina l’orizzonte?”, Edit. Ponte nuovo, BO.). Mai il divorzio che nuoce moltissimo ai figliuoli. Mai la turpe infedeltà e le orribili sconcezze. Mai lasciare il proprio coniuge e andare a convivere con un’altra persona.Gesù afferma: “L’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie. Quello che Dio ha congiunto, l’uomo non lo separerà. … Chiunque ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra commette adulterio” (Matteo 19,3). “E chiunque sposa una ripudiata commette adulterio” (Matteo 5, 28).Quanti danni ai figli! Negli Stati Uniti d’America, il 90% della delinquenza giovanile è costituito da giovani di famiglie divise” (P. Daniel Ange).b) Il bene dei figli. Accoglieteli volentieri come un dono del Signore e come una benedizione della Madonna. Educateli religiosamente con l’esempio e con la parola. Recitate insieme ogni giorno il Santo Rosario e le altre preghiere. Sempre, ogni domenica, alla S. Messa.Ecco la prima esperienza e il primo insegnamento disastroso del famoso psicologo e pediatra americano Benjamin Spock, in un suo libro, apparso nel 1946, e che fece epoca: “Il bambino come si educa e come si alleva”. Ivi si legge: Il bambino impara a vivere semplicemente col vivere: lasciatelo libero, faccia le sue esperienze; scoprirà da sé il perché delle cose; liberatelo dalla paura, dall’imposizione di tante regole; se oggi è lui a scoprire ciò che è giusto, domani sarà lui che vorrà battersi spontaneamente per la giustizia”.Ma dopo vent’anni, riconosce il pieno fallimento delle suddette esperienze e scrive: “I bambini hanno, sì, bisogno di sentirsi amati ma, più, di sentirsi guidati dall’autorità dei loro genitori: hanno bisogno più di disciplina che di permissività. Darle loro tutte vinte o tutte facili è controproducente; la correzione e la punizione possono essere di grande aiuto nello sviluppo del bambino” (“Avvenire”, 20-IX-2000, pag. 1).Mai, mai il delitto orribile dell’aborto che è una vera uccisione del proprio figlio, il quale sùbito, appena avvenuta la fecondazione, è un vero essere umano tutto programmato. Tutti gli scienziati di fama internazionale affermano che “gli embrioni” sono veri esseri umani, sono nostri fratellini. Il sopprimerli con l’aborto è un uccidere le persone le più innocenti.Madre Teresa afferma: “Il più terribile distruttore della pace è l’aborto… Poiché se una madre può uccidere il proprio figlio, che cosa mi impedisce di uccidere voi e voi di uccidere me?”Attenzione. Eleggere al Parlamento persone o gruppi politici che vogliono fare o mantenere delle leggi abortiste o altre leggi perverse è un peccato estremamente grave.Esiste il grande dovere di eleggere come Senatori e Deputati coloro che sicuramente non vogliono leggi abortiste o altre leggi contro i Comandamenti di Dio e sono decisi ad abrogare quelle leggi assassine già esistenti. Rifletti: in 20 anni sono stai uccisi con l’aborto 1 miliardo di bimbi (Giovanni Paolo II).c) Il bene del Sacramento. Lo Spirito Santo afferma nel Concilio Vaticano II che soltanto il matrimonio religioso, amministrato dal Sacerdote in nome di Cristo Dio, santifica gli sposi e il loro amore, il quale viene assunto sull’amore divino, e perfeziona questo amore, e rafforza la loro unità indissolubile e li aiuta a raggiungere la santità nella vita coniugale, nell’accettazione e nell’educazione della prole (Cfr. Gaudium et spes , 48, e Lumen gentium, 11). Questi benefici non li hanno coloro che vivono in “convivenza” ossia come sposi senza essere sposati religiosamente, anzi costoro vivono nel peccato grave di adulterio, dando uno scandalo enorme agli altri e vivono nel pericolo di dannazione eterna. Preghiamo la Regina della famiglia perché costoro si convertano e vivano in Grazia cioè nel Cuore della Madonna e nel Cuore di Gesù.Nella Bibbia ci sono innumerevoli benedizioni per i figli che amano, rispettano e aiutano i loro genitori. EsempioIl Venerabile Silvio Dissegna, morto di cancro nel 1979, a 12 anni, invoca molto spesso la Madonna. Ha sempre il Rosario tra le mani e lo sgrana pian piano. Ogni giorno fa la Comunione. Nelle notti insonni invoca Gesù e la Madonna. Offre la sua vita per la Chiesa, per il mondo, per il Papa. I suoi genitori l’odono ripetere: “Ogni mio dolore sia un grido di amore per te, o Gesù”.Negli ultimi tempi di vita diventa cieco. Al Parroco ripete: “Ecco un’altra tappa della mia salita al Calvario. Sono giunto in cima con Gesù… Ma dopo c’è la Risurrezione”.Al letto di Silvio hanno pianto tanti preti, molte suore, un grande numero di giovani e di signorine perché vedevano in lui l’innamorato del buon Gesù, il grande devoto della Madonna Regina della famiglia e perché intravvedevano nei suoi occhi tutto il Paradiso. E ognuno si allontanava da lui con propositi di vita migliore e perfino di vita santa (Cf. “Silvio”, Tip. Bigliardi, Chieri). EsortazioneDavanti alla Madonna Regina della famiglia, meditiamo le parole che il grande Tertulliano (160-240) scriveva alla sua sposa: “Dove troveremo parole sufficienti a descrivere la felicità di quel matrimonio che la Chiesa unisce, che la benedizione consacra? Come è dolce il giogo che unisce due fedeli nella stessa speranza! Entrambi servono lo stesso Signore; nessun disaccordo c’è tra loro. Insieme pregano, insieme digiunano, istruendosi, incoraggiandosi e sostenendosi a vicenda. Sono uguali nella Chiesa di Dio, uguali al banchetto di Dio. Cantano insieme i salmi e gl’inni: faranno a gara nel lodare meglio il loro comune Signore. Cristo si rallegra e manda a quella famiglia la sua pace (Ad uxorem 2, 8). Proposito• In ogni ambiente della tua casa ci sia l’immagine di Gesù Crocifisso e di Maria Vergine, e si preghino Gesù e Maria!In Croazia-Erzegovina, nella Parrocchia del celebre P. Iozo, a Siroki Brigeg, tutti i fidanzati quando si sposano portano in chiesa il Crocifisso e pronunciano la formula del matrimonio tenendo la mano destra sul capo di Gesù in Croce. Appendono poi questo Crocifisso in un luogo della casa ben visibile perché lo possano contemplare come loro ideale. E davanti ad esso ogni giorno pregano, piangono…, lo baciano, terminando gioiosamente la loro giornata. “Così – afferma P. Iozo – nella mia Parrocchia di 14.000 abitanti non esiste neppure una famiglia separata” (Cf. “Ecco tua Madre” di P. Iozo). A Medjugorie, in molte famiglie, si recitano insieme tre e perfino quattro corone di Rosario. Nella tua famiglia si reciti insieme almeno una corona del Rosario.La Regina della Famiglia sempre vi proteggerà.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.