L’emancipazione

La parola “emancipazione” indica la “liberazione da un vincolo”. Insomma, da qualcosa che impedisce di essere (o di vivere) pienamente felici. Tale è l’autentico significato del termine in questione; ciò non di meno, la propaganda lo utilizza a profusione per indicare “emancipazioni” …STERILIZZANTI…La donna deve essere “emancipata”, fondamentalmente, da quatto cose: la casa, i figli, i genitori, ed il …marito…Innanzitutto, nei piani della lobby, la donna deve essere allontanata dalla casa per quanto più tempo sia possibile, in modo da non aver tempo per l’allevamento della prole. Già accennammo a questa faccenda, ma conviene analizzare nuovamente la cosa sotto questo profilo.Si sono inventati la storia secondo la quale uomini e donne sono uguali, e l’ hanno usata per imporre alle donne gli stessi lavori degli uomini, ovviamente con i medesimi orari…Conosco personalmente un’operaia metalmeccanica che lavora a mezza giornata, e che, alla fine delle sue quattro ore lavorative, …deve starne un altro paio sul letto per rimettere in sesto la schiena… Quando poi fa sei ore… ci vuole la barella!Il mito della “donna manager” impazza ovunque: film, telefilm, pubblicità etc.Vi ricordate la pubblicità dell’”Amaro Averna”? La donna manager, in questo caso deve andare a lavorare in America, e solo per fax potrà assaporare «Il gusto pieno della vita»…Ma se una donna, per lavorare, deve viaggiare moltissimo, o, più frequentemente, deve subire turni di lavoro massacranti, in virtù del fatto che… «la donna è “UGUALE” all’uomo»… certo non potrà avere gran desiderio di allevar bambini…È per questo che la donna deve essere EMANCIPATA dai fornelli… alla casa penserà la cameriera e …se si sogna di fare un figlio… se lo godrà la bambinaia…Che bella emancipazione, non trovate?! Eppure, di norma, una donna ha passione per entrambe le cose, sia per accudire alla casa che ai figli, e, ad imitare gli uomini, non ha proprio nessuna convenienza… dato che …NON LO E’…Ovviamente, per la propaganda, fare molti figli è un qualcosa che rende “schiava” la donna…Le donne dei paesi in via di sviluppo generano di norma molti bambini, e questo non viene ricondotto all’assenza della propaganda sterilizzatrice, bensì all’”arretratezza” mentale, all’”ignoranza” dei metodi contraccettivi e, soprattutto, alla sudditanza delle femmine di quei posti nei confronti dei loro maschi, che chissà perché (i pretesti addotti sono molteplici) …pensano continuamente ad ingravidarle…Circa duemila anni prima di Cristo, un tale chiamato onan venne ucciso da Dio per aver disperso il seme ogni volta che si univa alla propria sposa. Insomma, la Bibbia narra di un uomo che, migliaia di anni fa, già conosceva e praticava metodi contraccettivi efficacissimi; in particolare si trattava di quello che oggi è chiamato “coito interrotto”…Come è possibile pensare che gli indiani, i cinesi, gli egiziani etc. non conoscano, “ignorino”, da perfetti “ignoranti”, i metodi contraccettivi?! La verità è che essi VOGLIONO avere una prole numerosa. E questo perché essi sanno che OGNI NUOVO FIGLIO E’ UNA PERSONA IN PIU’ CHE SI AMERA’ FINO AL PUNTO DI ESSERE PRONTI A MORIRE PER LUI. Non solo, ma anche UNA PERSONA CHE TI AMERA’ DI UN AMORE PURO ED ASSOLUTO.Pertanto, la donna deve “emanciparsi” dalla prole, perché la figliolanza la rende “schiava”. Chissà perché, però, se, per sua fortuna, una donna occidentale riesce a fare un figlio, finisce col VIVERE per cotanta “schiavitù”…Ma che strana schiavitù…E la “donna manager”, quella che non fa figli… quella che è “emancipata” da una simile schiavitù… non è PER CASO infatuata dai figli degli …ALTRI?!Non succede, PER CASO, che la zia più affettuosa sia proprio quella zitella, o, comunque, quella senza bambini suoi?!È possibile, dunque, credere che l’emancipazione dalla prole porti ad un avanzamento della qualità della vita femminile?!L’emancipazione femminile deve passare anche dallo svincolarsi dalla propria famiglia. I genitori potrebbero essere depositari di valori morali e di gelosie quanto mai inopportune per la corruzione sessuale che deve essere inoculata nella giovane.Insomma, un padre geloso, un fratello maggiore geloso, una madre che fa troppe domande e non da “briglia sciolta” alla propria figliola, sono vincoli dai quali si ci deve “emancipare”, dato che, come già detto, aumentando la corruzione sessuale della donna, ne diminuisce l’appetibilità matrimoniale e, quindi, la prolificità: BISOGNA ANDARE A VIVERE DA SOLI ANCHE SE NON SI E’ SPOSATI! Questo viene insegnato a tutti non solo alle donne, ma in particolare a queste.Quelli che non vanno a vivere da soli vengono accusati dalla propaganda di essere “vitelloni” o, più spesso “mammoni”…In particolare si afferma che “noi italiani” siamo “mammoni”… è un ritornello che si ripete ad ogni analisi statistica dell’ISTAT.L”emancipazione” della donna deve essere anche uno svincolarsi da qualsiasi dipendenza economica dal marito. Questo orrido figuro non deve poter ricattare economicamente la poverina…La questione è stata risolta attribuendo solo a lui i doveri e solo a lei i diritti.Per spiegare meglio come stanno le cose, sarà conveniente passare subito ad un esempio concreto, nel quale solo i nomi dei protagonisti sono stati cambiati..Tizio sposa Caia.Tizio è un operaio della FIAT, da buon metalmeccanico guadagna € 1.200 al mese; lei non lavora.Vanno a vivere nella casa di proprietà di Tizio, mentre Caia non ne possiede.Caia tradisce Tizio e, per semplicità esemplificativa, fingeremo che Caia ha tradito Tizio con un nero.Si va in tribunale, lei ammette la relazione adulterina e si ci separa.All’atto della separazione lei ha il diritto di ricevere l’esatta metà del reddito di Tizio… ovvero 600 euro.Dalla relazione adulterina, nasce un bambino che, essendo di colore, non può essere ritenuto figlio di Tizio (che supponiamo, ovviamente, bianco). Bene, alla nascita del bambino, il povero operaio FIAT si trova senza la casa di proprietà, che va a Caia ed al figlio adulterino di lei. In base alla legge italiana, infine, oltre a perdere la casa, Tizio dovrà vedere ulteriormente decurtato il proprio reddito che ora verrà attribuito per due terzi alla sua ex consorte, dato che il figlio, pur illegittimo, è stato concepito mentre il matrimonio perdurava. Pertanto lei ha diritto a vivere DA SOLA nella casa di lui col bambino, fino a quando questi non compia la maggiore età.Se lo sventurato decidesse di licenziarsi pur di non pagare gli assegni familiari alla ex moglie… TOSTO VERREBBE INCARCERATO!Tale è l’infame legge che la lobby ebraica ci ha imposto per disciplinare i divorzi.Per chi non lo sapesse vorrei ricordare che la mafia giudaica ha come punta di diamante nel nostro paese quel partito radicale che tanto si battè per imporci la sua legge sul divorzio.Inutile dire che, se a tradire fosse lui… il risultato sarebbe il medesimo: solo diritti a lei a solo doveri per il fedifrago……E nell’ipotesi che lui sia povero e lei ricca?! Non temete… non cambia niente, ancora una volta, è solo lui a dover “dare”.Così il nostro sistema giuridico appronta l’ennesima “emancipazione” della donna, questa volta dalla dipendenza economica dal proprio marito…Quanto da me ora detto non è corredato da articoli di codice, né da sentenze passate in giudicato, tuttavia ha il pregio della …PRECISIONE. E, se errore d’approssimazione vi è, trattasi di un errare per …difetto!Per chi volesse ulteriormente documentarsi, è consigliabile andare da un avvocato esperto in separazioni e divorzi… si otterranno tutte le conferme professionali del caso.Per rendersi conto di che aria tira nel nostro sistema giuridico, basti sapere che, se una donna denuncia molestie sessuali sul luogo di lavoro, l’onere della prova non verte in capo ad essa, è, bensì, l’accusato che deve dimostrare la propria innocenza…La cosa è particolarmente infame dato che, ovviamente, nessuno può dimostrare di non aver dato un’occhiata lasciva sulla scollatura della propria dattilografa… nessuno può dimostrare di non aver fatto un apprezzamento pesante sulla minigonna della propria segretaria… nessuno può dimostrare di non aver proposto nulla di osceno alla propria telefonista…Contro ogni principio di giustizia, oltre che contro la logica più elementare, questi ed altri soprusi vengono continuamente perpetrati, al di la di ogni pretesto, SOLO per annientare il nostro popolo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *