Mercoledì 11 gennaio 2012 1ª settimana del Tempo Ordinario

  • VANGELO (Mc 1,29-39)
    Gesù guarì molti che erano afflitti da varie malattie.
  • Dal Vangelo secondo Marco
    In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in
    compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli
    parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed
    ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli
    indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie
    malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo
    conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo
    deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo
    trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi
    vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea,
    predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni. Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    Ieri la notizia del bambino schiacciato sotto la macchina della madre ha fatto sobbalzare un
    po’ tutti. Lo zaino si è impigliato nel camper, la madre aveva molta premura per parcheggiare, ha
    ingranato la marcia senza aspettare la chiusura dello sportello, travolgendo e uccidendo il figlio di 10
    anni. La donna non si è accorta che le cinghie dello zainetto erano rimaste incastrate. Penso con
    grande sofferenza al dolore quasi infinito della madre!
    E questo per la premura, andare di corsa, voler fare mille cose nella giornata quando cento
    sarebbero già troppe. La premura annebbia la lucidità, stravolge i riflessi e tutta la realtà. Molti
    si compiacciono di riuscire a fare molte cose nella giornata, ma non valutano se vengono
    compiute bene. Molti non hanno la capacità spirituale di discernere ciò che è bene fare e
    ciò che è bene non fare.
    Riguardo questa mamma che ha ucciso suo figlio, il bambino di 10 anni, passandogli sopra
    con le ruote del camper, provo tanta compassione perché starà soffrendo l’acuto dolore della
    sua morte interiore. Preghiamo per tutte le mamme che soffrono terribilmente per la morte dei
    figli, soprattutto quando sono di giovane età.
    È diverso il clamore quando si ascolta la notizia di giovani che muoiono per incidenti stradali
    avvenuti di notte uscendo dalla discoteca o mentre rientravano alle 4 di mattina. C’è sempre
    dolore è ovvio, ma questi hanno sfidato la morte, magari partecipando a gare di velocità o
    guidando in stato di ebbrezza. Sono sempre giovani che prematuramente lasciano la vita e forse
    non erano pronti per incontrare Gesù. Preghiamo per i giovani sbandati e per quelli lontani dai
    Sacramenti.
    Ieri ho inviato un estratto dal mio libro “Santo Rosario meditato”, un capitolo che ha
    suscitato molto interesse, già dal titolo stimolava la curiosità: “Il Santo Rosario è preghiera più
    forte dell’esorcismo”. Chi lo ha meditato ha acquisito sicuramente una grande convinzione
    sulla potenza della preghiera mariana per eccellenza.
    Il Rosario ci conduce a una Fede profonda in Gesù. Anche noi Lo cercheremo ogni
    giorno.
    Voglio riportare alcune testimonianze di due nostre parrocchiane davvero interessanti:
    «Caro Padre, posso testimoniare che quanto da lei scritto corrisponde a pura e sacrosanta
    verità. Come da me già scritto io col demonio lotto giorno e notte da cinque anni, se non avessi
    la fede, la Santa Messa tutti i giorni, preghiere, confessione, il Santo Rosario, io non so come
    avrei potuto resistere alle grandi sofferenze alla quale il demonio mi sottopone. Consideri, che
    per due anni neanche Padre Amorth era riuscito a stanarlo, poi ha dovuto cedere e manifestarsi.
    Per Grazia di Dio non sono posseduta, ma il mio caso è complesso come mi è stato detto
    dall’esorcista, anzi man mano si è manifestato anche sulle mie figlie, anche loro nella fede. Non
    è il Signore che vuole questo (permette soltanto) ma l’uomo con le cattiverie. Il Signore da tutto
    questo sta facendo germogliare frutti, non so cosa voglia da me il Signore, cosa vuole che io
    faccia, io attendo sono certa che me lo farà capire. Chiedo solo: Signore dammi la Tua forza.
    Lode a Te Gesù Nazareno, che con il Tuo Sangue Preziosissimo mi hai redento. Amen. Uniti
    nella preghiera. Renata».
    «Caro Padre Giulio, innanzitutto voglio ringraziarLa per i suoi preziosi commenti ed
    insegnamenti quotidiani, diventati fondamentali nella mia vita. Ringrazio la Madre nostra e
    Gesù per avermi condotta a Lei.
    Sono reduce da un discorso fattomi poco fa da un collega il quale mi ha scioccata, ma nello
    stesso tempo mi ha fatto rendere conto sempre di più della decadenza del mondo di oggi e di
    quanto satana abbia ormai catturato quasi tutte le persone che mi circondano (soprattutto a
    livello lavorativo). Questo collega chiaccherando (mentre io pazientemente stavo ad ascoltare)
    è approdato al discorso di Medjugorie …. affermando che lui sa per certo (perchè lo ha letto in
    un libro) che sono solo esperimenti militari di condizionamenti di massa …. Mi è salito un misto
    di rabbia e dolore che ho cercato di camuffare con un sorriso cercando di non rispondere male a
    questa persona (alla quale tra l’altro avevo commissionato un dipinto della Madonna di
    Medjugorie da mettere all’asta per la raccolta fondi per la ristrutturazione della chiesetta della
    nostra borgata, della quale da domenica sarò la nuova rettrice per un anno) e cercando di
    controbattere meglio che potevo.
    Poi è approdato al discorso della traduzione della Bibbia. Sta leggendo un libro di un
    traduttore di altissimo livello (dice lui) che ha ritradotto la Bibbia per il Vaticano e che la nuova
    traduzione non corrisponde assolutamente a quella ufficiale. In pratica si parla di un Jesus
    sposato e tutta una serie di altre cose simili. È anche uscito nel suo discorso che i Vangeli sono
    stati scritti dall’uomo per manipolare altri uomini, pur confermando di non averli letti.
    Oggi mi sono imbattuta in questa pagina dove si annunciavano le parole del Papa contro
    l’aborto, molti hanno scritto offese contro Gesù. Leggere tutti quei commenti sacrileghi,
    oltraggiosi e deliranti è stato molto doloroso. Le chiedo una preghiera particolare per riparare a
    tutti questi dolori causati al Sacro Cuore di Gesù e al Padre.
    Prego ogni giorno per la conversione delle persone che mi circondano e perchè l’umanità
    intera conosca Dio e vedo con profondo dolore che il male sta dilagando esponenzialmente ogni
    giorno di più. Ciò vuol dire che non preghiamo abbastanza. Da oggi ho deciso che mi
    impegnerò tutti i giorni anche per la recita della Coroncina della Divina Misericordia e non solo
    per il Santo Rosario.
    La ringrazio perchè so che ogni giorno Lei prega anche per me. Le chiedo di pregare anche
    per la mia famiglia e per tutte le persone non credenti (che sono tante) che mi circondano. La
    ricordo sempre nelle mie preghiere, che la Madre nostra la protegga sempre. Grazie ancora per
    tutto. Annamaria».
    CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL
    SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO
    QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
    Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
    Proposito
    Chiederò al Signore un bene, una Grazia per una persona che non stimo molto.
    Pensiero
    Non parlare più del necessario e sempre di cose utili all’anima. (San Giovanni Bosco)
    Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere
    Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera
    efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di
    guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e
    ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna.
    Potete stamparla dal mio sito:
    http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 gennaio 2012 (Mirjana)
    Cari figli, mentre con materna preoccupazione guardo nei vostri cuori, vedo in essi dolore e
    sofferenza; vedo un passato ferito e una ricerca continua; vedo i miei figli che desiderano essere
    felici, ma non sanno come. Apritevi al Padre. Questa è la via alla felicità, la via per la quale io
    desidero guidarvi. Dio Padre non lascia mai soli i suoi figli e soprattutto non nel dolore e nella
    disperazione. Quando lo comprenderete ed accetterete sarete felici. La vostra ricerca si
    concluderà. Amerete e non avrete timore. La vostra vita sarà la speranza e la verità che è mio
    Figlio. Vi ringrazio. Vi prego: pregate per coloro che mio Figlio ha scelto. Non dovete
    giudicare, perché tutti saranno giudicati.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 novembre 2011 (Mirjana)
    Cari figli, il Padre non vi ha lasciato a voi stessi. Il suo amore è immenso, l’amore che mi
    conduce a voi per aiutarvi a conoscerlo, affinché tutti, per mezzo di mio Figlio, possiate
    chiamarlo “Padre” con tutto il cuore e affinché possiate essere un popolo nella famiglia di Dio.
    Ma, figli miei, non dimenticate che non siete in questo mondo solo per voi stessi e che Io non vi
    chiamo qui solo per voi. Coloro che seguono mio Figlio pensano al fratello in Cristo come a
    loro stessi e non conoscono l’egoismo. Perciò Io desidero che voi siate la luce di mio Figlio,
    che voi illuminiate la via a tutti coloro che non hanno conosciuto il Padre -a tutti coloro che
    vagano nella tenebra del peccato, della disperazione, del dolore e della solitudine- e che
    mostriate loro con la vostra vita l’amore di Dio. Io sono con voi! Se aprite i vostri cuori vi
    guiderò. Vi invito di nuovo: pregate per i vostri pastori! Vi ringrazio.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 ottobre 2011
    Cari figli, vi guardo e nei vostri cuori non vedo la gioia. Oggi io desidero darvi la gioia del
    Risorto perché Lui vi guidi e vi abbracci con il suo amore e con la sua tenerezza. Vi amo e
    prego incessantemente per la vostra conversione davanti al mio Figlio Gesù. Grazie per aver
    risposto alla mia chiamata.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 ottobre 2011 (Mirjana)
    Cari figli, anche oggi il mio Cuore materno vi invita alla preghiera, ad un vostro rapporto
    personale con Dio Padre, alla gioia della preghiera in Lui. Dio Padre non vi è lontano e non vi è
    sconosciuto. Egli vi si è mostrato per mezzo di mio Figlio e vi ha donato la vita, che è mio
    Figlio. Perciò, figli miei, non fatevi vincere dalle prove che vogliono separarvi da Dio Padre.
    Pregate! Non cercate di avere famiglie e società senza di Lui. Pregate!
    Pregate affinché la bontà che viene solo da mio Figlio, che è la vera bontà, inondi i vostri
    cuori. Solo cuori pieni di bontà possono comprendere ed accogliere Dio Padre. Io continuerò a
    guidarvi. In modo particolare vi prego di non giudicare i vostri pastori. Figli miei, dimenticate
    forse che Dio Padre li ha chiamati? Pregate! Vi ringrazio.
    (Apparizione straordinaria a Ivan – 24 giugno 2011 alle ore 23 sul Podbrdo a
    Medjugorje)
    Cari figli, anche oggi mi rallegro con voi, anche oggi nella gioia vi invito: accogliete i miei
    messaggi e vivete i miei messaggi. Che i miei messaggi diventino vita! Incastonateli nelle
    vostre vite, che questo sia il nutrimento nel vostro cammino di vita. Sappiate, cari figli, che
    sono con voi quando attraversate i momenti più difficili, che vi incoraggio e consolo, che
    intercedo presso mio Figlio per tutti voi. Perciò, cari figli, perseverate nella preghiera e non
    temete! Seguitemi senza paura. Grazie, cari figli, anche oggi per avermi nuovamente accolto e
    aver accolto i miei messaggi e perché vivrete i miei messaggi.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 giugno 2011
    Cari figli, ringraziate con me l’Altissimo per la mia presenza con voi. Gioioso è il mio cuore
    guardando l’amore e la gioia che avete nel vivere i miei messaggi. In molti avete risposto ma
    aspetto e cerco tutti i cuori addormentati affinché si sveglino dal sonno dell’incredulità.
    Avvicinatevi ancora di più, figlioli, al mio Cuore Immacolato perché possa guidarvi tutti verso
    l’eternità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 20 febbraio 1985 (Messaggio dato al gruppo
    di preghiera)
    Decidete fermamente che cosa fare di particolare per questa Quaresima. Io vorrei darvi
    un’idea. Durante questo tempo cercate di vincere ogni giorno un difetto evitando una delle
    vostre debolezze e mancanze più frequenti, quali l’irascibilità, l’impazienza, la pigrizia, il
    pettegolezzo, la disubbidienza, il rifiuto delle persone antipatiche. Se non riuscite a
    sopportare una persona orgogliosa, dovete voi cercare di avvicinarvi a lei. Se volete che diventi
    umile, fate voi il primo passo verso di lei. Mostratele che l’umiltà vale più dell’orgoglio.
    Dunque ogni giorno meditate su voi stessi e cercate nel vostro cuore ciò che c’è da cambiare, le
    debolezze da superare, i vizi da eliminare. Desidero inoltre che ognuno di voi scelga un altro
    membro del gruppo e insieme decidiate di vivere spiritualmente uniti per tutta la Quaresima.
    Accordatevi su che cosa fare insieme per cercare di eliminare i vostri difetti. Dovete impegnarvi
    e sforzarvi al massimo. Dovete desiderare sinceramente che questa Quaresima trascorra
    nell’amore. Così sarete più vicini a me e al Padre celeste. Sarete più felici voi e saranno più
    felici anche gli uomini attorno a voi. Come Madre vi invito ad essere coscienti di tutto quello
    che fate.
    “Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione
    di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare
    in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le
    intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle
    due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna
    e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere
    con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.