Lunedì 8 settembre 2014 23ª Settimana del Tempo Ordinario NATIVITA’ DELLA BEATA VERGINE MARIA

  • VANGELO (Mt 1,1-16.18-23)
    Il Bambino che è generato in Lei viene dallo Spirito Santo.
  • Dal Vangelo secondo Matteo
    Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esrom, Esrom
    generò Aram, Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmon, Salmon generò
    Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asaf, Asaf generò Giosafat, Giosafat generò Ioram, Ioram generò Ozìa, Ozìa generò Ioatàm, Ioatàm generò
    Acaz, Acaz generò Ezechìa, Ezechìa generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosìa, Giosìa generò Ieconìa e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia. Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconìa generò Salatièl, Salatièl generò Zorobabele, Zorobabele generò Abiùd, Abiùd generò Eliachìm, Eliachìm
    generò Azor, Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù,
    chiamato Cristo. Così fu generato Gesù Cristo: sua Madre Maria, essendo promessa Sposa di Giuseppe, prima
    che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo Sposo, poiché era
    Uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un Angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide,
    non temere di prendere con Te Maria, tua sposa. Infatti il Bambino che è generato in Lei viene dallo Spirito
    Santo; Ella darà alla luce un Figlio e Tu Lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
    Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del Profeta: «Ecco, la
    Vergine concepirà e darà alla luce un Figlio: a Lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa Dio con noi.
    Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    Quando si proclama questo Vangelo e si ascolta la lunga serie di generazioni, un po’ fastidiose per chi non
    conosce la “Storia della Salvezza”, si finisce per annoiarsi. È logico, se uno non conosce cosa viene detto in
    questo Vangelo e non conosce tutti questi nomi citati, deve per forza annoiarsi o restare composto ma con molto sforzo interiore.
    Qualcuno sicuramente penserà di saltare questa parte e di arrivare al nocciolo, al racconto della Maternità Divina della Vergine.
    In realtà la genealogia descritta oggi manifesta il piano di Dio, è una sintesi della storia di Israele per preparare la nascita di Maria di Nazaret e, attraverso Ella, del Figlio Divino. Non c’è da annoiarsi leggendo tutti i
    nomi, anzi è uno stimolo per fare delle ricerche sulla vita e le relazioni tra questi personaggi.
    Non tutti erano anime sante, Dio si è servito anche di persone che inciampavano nella fede, ma il suo piano è
    filato fino ad arrivare alla nascita di Gesù. Troviamo personaggi storici e alcuni Santi, per esempio con Abramo
    inizia questa genealogia e lui fu il destinatario della promessa della benedizione universale, con lui iniziò la benedizione per discendenza.
    Poi con Davide il Regno eterno di Dio cominciò a delinearsi. Sia la benedizione sia il Regno furono consegnati ad un uomo per discendenza, ma da Cristo in poi non più per discendenza secondo la carne, ma secondo lo Spirito. C’è un filo che lega tutti i personaggi citati nel Vangelo, è la dimostrazione che la promessa
    antica, molto antica di Dio, si è realizzata in Gesù.
    Non tutto è filato liscio, sono avvenuti imprevisti per colpa dell’uomo, fino al dubbio di San Giuseppe, ma il
    Padre eterno guidava tutto verso la realizzazione. La genealogia mostra che solo Dio poteva tenere unite persone diverse e indirizzarle verso il suo piano, nonostante le fermate e tante traversie avvenute nel popolo di Israele.
    “Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo”.
    Si è poi arrivati al punto in cui l’uomo non poteva più proseguire perché il vertice della discendenza non poteva rimanere un uomo, doveva venire nel mondo Dio, ma il popolo non poteva immaginarlo e non fu facile neanche per San Giuseppe arrivare a capire questo ineffabile piano.
    L’umanità oggi è convinta che è possibile vivere senza la guida di Dio, senza l’osservanza delle sue
    Leggi. I risultati li vediamo…
    Escludendo poche centinaia di milioni di cristiani, il resto del mondo non segue il Dio vero, quello che si è
    svelato duemila anni fa e ci ha lasciato i suoi insegnamenti nel suo Vangelo. Ci sono tantissime brave persone
    nel mondo, ma non posseggono i valori morali giusti, quelli cristiani, il peccato viene riconosciuto solo da chi
    accoglie i 10 Comandamenti.
    Senza valori cristiani ogni lasciata è perduta… Si può essere buoni ma le occasioni di peccato non le
    perdono…
    La Santissima Trinità ci ha donato una Madre per crescere nella Fede, come il Figlio eterno si fece suo Figlio carnale e crebbe fisicamente, prese un Corpo da una Donna. Fatto strabiliante ma ancora sconvolgente per
    gli ebrei e per tanti altri.
    La Natività di Maria segnò l’inizio della Redenzione umana, solo dopo questa nascita poteva venire la nascita del Redentore Divino.
    La Natività di Maria è stato un immenso dono di Dio, Ella doveva dare un Corpo a Dio, doveva diventare
    Madre del Figlio di Dio e successivamente Madre dell’umanità. Gesù La rese Corredentrice del genere umano,
    una partecipazione piena all’opera di salvezza compiuta dal Figlio, con la disponibilità totale che poteva dare
    una Madre Immacolata.
    Da Corredentrice Ella divenne anche Mediatrice di tutte le Grazie e le distribuisce a chi vuole, come vuole,
    quando vuole.
    Onoriamo la Natività di Maria con l’impegno di rinascere spiritualmente nel suo Cuore Immacolato,
    di pregarla di più e con fiducia.
    1 Ave Maria per Padre Giulio
    Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria. Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita
    che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore,
    manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro
    frutti li riconoscerete” (Mt 7,16)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.