Domenica 23 febbraio 2014 VII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

  • VANGELO (Mt 5,38-48)
    Amate i vostri nemici.
  • Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma Io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu porgigli
    anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle. Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico”. Ma Io vi
    dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è
    nei Cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti
    come è perfetto il Padre vostro celeste». Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    La regola dell’amore è di trattare bene tutti, occorre stimare ogni persona almeno per una sua buona caratteristica. Non è facile agire sempre spinti dalla carità verso tutti, si è portati con facilità a giudicare o a disapprovare chi non è simpatico.
    La vera carità è quella portata a chi non ci stima, chi ci calunnia e diffama, verso chi si sente nemico,
    verso tutti.
    Devo precisare il significato di carità, altrimenti qualcuno si confonde. Questa da me indicata sopra è sinonimo di amore, affetto, bontà, umanità, altruismo. C’è un altro significato di carità e si coglie quando si parla di
    elemosina, beneficenza, generosità, offerta.
    La carità intesa come amore dobbiamo viverla in ogni occasione e circostanza. Si manifesta anche nella
    comprensione per coloro che sono nell’errore, ma deve rimanere sempre la fermezza di fronte alla verità e al
    bene. La carità va vissuta superando i criteri umani, ma nelle relazioni sociali non possiamo mostrarci ingenui e
    dobbiamo vivere la giustizia anche per far rispettare i propri diritti.
    Allo stesso modo dobbiamo vivere la prudenza, senza che, però, ci sembri eccessiva qualsiasi rinuncia o sacrificio per il bene degli altri.
    Dobbiamo seguire Gesù con il distintivo della carità, seguirlo da vicino con fatti concreti, cercando l’occasione di essere utili, di procurare gioia a chi ci sta vicino, coscienti che mai progrediremo abbastanza in questa
    virtù.
    Ogni giorno è una nuova sfida contro noi stessi, da una parte la nostra natura ci tira verso le comodità e l’affermazione delle nostre opinioni, dalla parte la carità ci invita a fare sempre del bene, a rispettare gli altri, ad
    amare anche quelli che ci odiano.
    La norma del cristiano non è l’occhio per occhio come vige nel mondo, è quella di fare costantemente il
    bene.
    La carità ci porta a essere comprensivi, a scusare, a saper convivere con tutti, e dunque il rispetto e l’amore
    deve estendersi pure a coloro che pensano o operano diversamente da noi nelle cose sociali, politiche e persino
    religiose. Questa è la pratica dell’amore e dell’amabilità, non rimaniamo indifferenti ai bisogni altrui.
    La carità che fuoriesce dal Vangelo e che viene assimilata da quanti si impegnano con fervore quotidiano,
    purifica il cuore e lo rende grande, capace di amare tutti e di non provare risentimenti verso gli altri.
    È l’unione con Dio a rendere fecondo il nostro agire, è la sua Grazia a trasformarci in nuove creature, questo
    è già avvenuto a miliardi di credenti in questi duemila anni e avverrà sempre quando ci saranno persone desiderose di vivere, agire, comportarsi, secondo il Cuore di Gesù.
    Il cristiano deve sempre mostrare di saper convivere con tutti, in famiglia e al lavoro, deve apparire come un
    traboccare di affetto soprannaturale e di cordialità umana, facendo superare la tendenza all’egoismo e a starsene
    chiusi tra i propri interessi.
    La vera carità ci porta a vivere l’amicizia con un profondo senso cristiano. Oggi l’amicizia è in crisi, di chi ci
    si può fidare se non osservano i valori cristiani? È una scommessa fidarsi degli altri, noi però mostriamoci sempre sinceri, onesti e affidabili.
    1 Ave Maria per Padre Giulio
    CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
    MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
    Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
    Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
    di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
    http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
    “Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
    siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
    stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
    partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
    comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.