Domenica 25 maggio 2014 VI DOMENICA DI PASQUA

  • VANGELO (Gv 14,15-21)
    Pregherò il Padre e vi darà un altro Paràclito.
  • Dal Vangelo secondo Giovanni
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei Comandamenti; e Io pregherò il
    Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della Verità, che il mondo
    non può ricevere perché non Lo vede e non Lo conosce. Voi Lo conoscete perché egli rimane presso di voi e
    sarà in voi. Non vi lascerò orfani: verrò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché Io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che Io sono nel Padre mio e voi in me e Io in voi.
    Chi accoglie i miei Comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre
    mio e anch’Io lo amerò e mi manifesterò a lui». Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    Soffermiamoci su queste parole di Gesù sugli effetti dell’amore verso Lui, dell’osservanza dei Comandamenti e dell’azione del Padre: “Egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della
    Verità”. Con un altro indica ciò che non è presente nella persona che non vive una comunione intima con Dio.
    Lo Spirito Santo non è presente in tutte le persone, agisce dove viene accolto e dove c’è una disposizione monda dal peccato.
    È il Padre a darci il suo Spirito, l’Amore della Santissima Trinità, che procede dal Padre e dal Figlio. Non Lo
    dona a tutti, non è un obbligo infatti il suo, è un grande dono per i credenti meritevoli di accogliere lo stesso
    Spirito di Dio.
    Non è un dono nei pentecostali protestanti i quali nelle loro preghiere pretendono la discesa dello Spirito
    Santo, e di conseguenza elaborano nella mente non illuminata, profezie false e tutte riferite con ricercata esibizione, per sfoggiare una inventata intimità con Dio.
    La mente non purificata vaga nell’esaltazione, la persona poco umile si smarrisce tra immaginazioni e ricerca
    di esaltazione per non perdere gli applausi, per restare al centro dell’interesse dei seguaci.
    Questo avviene ai falsi veggenti, avviene anche a quanti inizialmente erano veggenti autentici e poi per la
    superbia si sono perduti. Pensate a Lucifero creato come il più bello tra gli Angeli e a Giuda responsabile della
    cassa.
    Il 14 maggio scorso ho introdotto uno dei due casi di veggenti che in passato presentava segni di autenticità,
    ma che dopo qualche decennio le apparizioni erano terminate per la sua superbia. L’apparizione oggi considerata falsa è quella di Anguera in Brasile, ma all’inizio, nel 1987, si trattava di un fenomeno autentico. Moltissimi messaggi dal 1987 si possono considerare buoni, poi iniziarono le profezie apocalittiche e lo stile divenne
    un altro.
    Non ho avuto il tempo di leggere tutti i messaggi, mi riservo di leggerli.
    Ad Anguera c’è un prima e un dopo, è successo ad un altro veggente in passato, non ci sorprende e questa
    conoscenza ci permette di seguire solo le apparizioni autentiche. I messaggi di Anguera non sono della Madonna già prima del 2005, prendono una direzione catastrofica all’inizio del 2005, non sono più presenti l’Amore e
    la misericordia precedente. Cosa è avvenuto? La Madonna ha lasciato l’Amore per terrorizzarci e giocare con le
    profezie?
    No, molto più semplice è l’assenza della Madonna nei messaggi fino ai giorni nostri. Anguera oggi è un fenomeno falso che non forma spiritualmente i credenti, li stuzzica nella curiosità eli allontana dal cammino di
    conversione e di santificazione. È un fenomeno pienamente nelle mani di satana.
    Come in altri casi, affermando questo metto sul piatto la mia credibilità, e non sono sprovveduto. Potrei fare
    silenzio solo se avessi qualche dubbio, mentre la certezza mi spinge a parlarne per la pericolosità dei messaggi
    di Anguera. È una certezza che non arriva da fonti umane o da libri.
    Senza la preghiera non possiamo conoscere gli inganni di satana, la profonda preghiera e l’adorazione
    dell’Eucaristia ci permettono di ricevere gli aiuti divini. Oggi Anguera rappresenta il fenomeno più ingannevole di satana e nei futuri messaggi potrà dire parole false contro la nostra Fede e molti le seguiranno.
    Per comprendere la diversità negativa di Anguera dai messaggi autentici a Mirjana il 2 a Medjugorje o quelli
    dati a Natuzza o a Pina (Giampilieri Marina) o a Renato Baron (Schio), ad essi mai Gesù e la Madonna hanno
    indicato con anticipo catastrofi o altre calamità. Hanno parlato di guerre e di futuri scenari gravi per illuminare i
    credenti, senza suscitare curiosità né hanno trasmesso angoscia e paura.
    Le apparizioni della Madonna iniziano e hanno sempre un termine, mi ricordo le locuzioni a Don Stefano
    Gobbi amico di Papa Giovanni Paolo II, un umile apostolo seguito da migliaia di Vescovi e Sacerdoti e da decine di migliaia di fedeli di tutto il mondo.
    Il 31 dicembre 1997 la Madonna gli disse che quello era l’ultimo messaggio dopo 25 anni di straordinari
    messaggi. Don Gobbi scrisse quella data e la decisione della Vergine, non continuò assolutamente a scrivere
    messaggi falsi. I messaggi terminarono. Don Gobbi è morto 14 anni dopo, il 29 giugno 2011 nella solennità dei
    Santi Pietro e Paolo.
    Come si spiegano i messaggi falsi dopo l’interruzione delle apparizioni della Madonna?
    Questo avviene quando terminano le apparizioni e il veggente non si rassegna alla fine della sua popolarità,
    dei guadagni. Quello che mi preoccupa molto, ripeto, è che questi veggenti, divenuti falsi e mistificatori, potrebbero in qualche messaggio futuro scrivere inviti che vanno contro la nostra Fede, anche se non chiaramente.
    Cosa faranno i seguaci di questi messaggi? Seguiranno il Catechismo della Chiesa e quindi il Vangelo,
    oppure i messaggi?
    Spesso succede che la Madonna termina le apparizioni, ma il veggente uomo o donna non ha l’umiltà di rivelarlo, così si lascia vincere dalla vanagloria, la superbia gli suggerisce di continuare ad alimentare il fenomeno
    con l’inganno. Continuerò a parlare dell’inganno di Anguera e inserirò un articolo completo nel sito, ritorno al
    Vangelo e alla frase di Gesù.
    “Egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della Verità”.
    Lo Spirito di Dio non rimane sempre nel credente, le scelte sbagliate e i comportamenti superbi si commettono anche quando si compie un cammino di Fede, comunque quando Lui non vive nell’anima gli errori si moltiplicano e si agisce con molto istintività.
    Gesù desidera che il suo Spirito rimanga sempre in noi, questa sarebbe la vera ricchezza del credente che ospita l’Amore di Dio nell’anima, purtroppo sono numerosi gli imprevisti spirituali. Quando lo Spirito di Dio è
    presente, la persona vive nella Verità, teme di affermare anche una piccola bugia e la sua stessa vita è ricolma
    di autenticità.
    “Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch’Io lo amerò e mi manifesterò a lui”.
    1 Ave Maria per Padre Giulio
    SOSTIENI L’APOSTOLATO PER GESÙ E MARIA. Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di
    Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro,
    abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo
    diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di
    amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù.
    “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.