Lunedì 10 febbraio 2014 5ª Settimana del Tempo Ordinario

  • VANGELO (Mc 6,53-56)
    Quanti lo toccavano venivano salvati.
  • Dal Vangelo secondo Marco
    In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli, compiuta la traversata fino a terra, giunsero a Gennèsaret e approdarono. Scesi dalla barca, la gente subito Lo riconobbe e, accorrendo da tutta quella regione, cominciarono a portargli sulle barelle i malati, dovunque udivano che Egli si trovasse. E là dove giungeva, in villaggi o città o
    campagne, deponevano i malati nelle piazze e Lo supplicavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello; e quanti Lo toccavano venivano salvati. Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    La settimana scorsa c’è stato l’intervento inopportuno e inqualificabile dell’Onu contro la Chiesa, un intervento a gamba tesa per delegittimarla e obbligarla a rivedere la morale sull’aborto, l’eutanasia, la contraccezione. Inoltre, pretendeva un drastico intervento sui Preti che hanno abusato dei giovani. Un’invadenza che in realtà non sorprende, il pensiero che spinge i potenti è unico e volto alla distruzione del Cristianesimo.
    D’altronde in Italia sono state molte le iniziative ancora balbettanti ma decise per costringere la Chiesa al silenzio e stabilire loro, gli atei e i pervertiti, cosa Essa deve insegnare e credere. Alcuni giorni fa sul web ho letto
    questo titolo: “Il Comune di Venezia distribuisce fiabe gay negli asili e nelle scuole”. Il prossimo passo quale
    sarà? Faranno vedere ai bambini filmati di rapporti sessuali tra omosessuali?
    L’iniziativa è di Camilla Seibezzi, la delegata del sindaco, che ha fatto già parlare di sé per la proposta di sostituzione delle parole “mamma” e “papà” con “genitore”. Sareste felici se i vostri figli cominciassero a chiamarvi genitore e non più mamma e papà? Avevano anche pensato a “genitore 1 e genitore 2”.
    Chi è l’1 e chi il 2?
    L’imposizione delle fiabe gay o di insegnamenti sessuali ai bambini, indica la volontà di corromperli, di insegnare la pratica del sesso, soprattutto del sesso contro natura. Chissà perchè tutti quanti sono fissati verso la
    tendenza omosessuale! Si vogliono portare nei bambini e da essi ai genitori, nuovi modelli di vita immorale, la
    sottile insinuazione del sesso libero e l’esclusione della morale.
    In Italia nessuno parla, non si organizzano incontri e cortei per difendere la vita e condannare le pratiche
    immorali, eppure la nostra è la sede della cattolicità. Discorso diverso invece in Francia, due settimane fa a Parigi e Lione migliaia di persone hanno partecipato alla “Manif pour tour”, la manifestazione per tutti, promossa
    dai comitati pro-famiglia, che protestano contro la legge per i matrimoni omosessuali e contro il diritto di questi
    di avere figli, oltre che per la difesa dei valori della famiglia tradizionale.
    Non erano tutti cattolici i partecipanti, forse saranno stati la metà o ancora meno, la Francia eccelle per il suo
    rigore contro la Religione, la laicità per la cultura francese è un valore irrinunciabile. Abbiamo letto delle iniziative contro il Cristianesimo dell’attuale presidente. La Francia di Hollande, è diventata famosa per i suoi tanti
    attacchi contro la Chiesa, è tra i Paesi che violano la libertà religiosa.
    Ma nonostante questa fortissima cultura laica, intesa come aconfessionale, molti francesi credono nella famiglia tradizionale.
    Il ministro dell’educazione francese Vincent Peillon ha fatto passi avanti nella costruzione di quella che secondo lui dovrebbe essere la nuova religione francese: la «religione repubblicana». Ha presentato in un liceo
    della banlieue parigina la «Carta della laicità a scuola», che verrà affissa in tutti gli istituti scolastici della
    Francia.
    L’obiettivo dichiarato di Peillon, secondo cui «non si potrà mai costruire un Paese libero con la Religione
    Cattolica», è quello di «strappare il bambino da tutti i suoi legami pre-repubblicani per insegnargli a diventare
    un cittadino laicista». Il primo strumento, oltre all’insegnamento obbligatorio di morale laica, è proprio la Carta della laicità.
    Quindi la morale laica viene imposta dai politici francesi, ma i cittadini difendono i valori propugnati dalla
    Chiesa, invece in Italia c’è silenzio. Così si permette in Italia di distruggere la Fede dei bambini, gli atei prevaricatori corrompono questi innocenti fin dalla più tenera età. Si è sentito qualche politico cattolico parlare in televisione di questo attacco contro la morale e la Chiesa? Da quello che leggo non mi risulta.
    Si inserisce bene qui l’articolo di Marcello Veneziani dal titolo: “L’Onu e la guerra fredda del sesso”.
    “Si sorvola su regimi sanguinari e genocidi e ci si occupa del mancato riconoscimento delle coppie omosessuali.
    Ma non vi pare di stare un po’ esagerando con la questione omosessuale elevata a priorità planetaria? L’Onu, che meglio sarebbe ribattezzare Omu visto che non si occupa di Nazioni ma di omosex, censura Stati e religioni sul mancato riconoscimento delle coppie omosessuali, sorvolando su banali incidenti come regimi dispotici e sanguinari, genocidi su base etnica o religiosa e pena di morte a gogo in grandi Paesi come la Cina.
    L’Omu arriva a censurare un’istituzione bimillenaria come la Chiesa sulla questione omo e sull’aborto, con
    la pretesa ideologica e invasiva di dettare pure alla fede i suoi canoni paranoically correct.
    La retorica organizzazione umanitaria, inefficace quando si tratta di risolvere le questioni legate ai diritti
    elementari della vita umana e della persona violata o di tutelare i cristiani massacrati nel mondo, getta benzina sul fuoco della Guerra fredda che si è riaperta tra Usa e Russia per le Olimpiadi invernali. Stavolta gli
    States hanno schierato non missili e testate nucleari ma lesbiche e omosessuali nel nome dell’omolatria violata.
    Lascio da parte il merito della questione, che peraltro riguarda, non dimentichiamolo, una piccola minoranza all’interno della minoranza omosessuale. Ma trovo assurdo che le questioni internazionali, i rapporti tra
    Stati, le sanzioni, le rotture diplomatiche e le censure, vengano regolati sempre e solo da questa ideologia trans
    e biofoba, onnipervasiva”.
    Il Vangelo afferma che molti cercavano di toccare il mantello di Gesù per guarire dai loro mali, oggi molti
    vogliono la depravazione della società a cominciare dai bambini. La storia e i Santi insegnano che solo Gesù
    porta la pace e spinge a fare del bene, mentre molti di quelli che non hanno la pace di Gesù, cercano di trasmettere con ossessione, ai piccoli e agli adulti, teorie immorali, pervertite.
    1 Ave Maria per Padre Giulio
    CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
    MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
    Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
    Proposito
    Rinnoverò ogni giorno il mio Credo, per non sentirmi dire da Gesù, rammaricato: “Volete andarvene anche
    voi?”.
    Pensiero
    Un’anima che vive nella tiepidezza non pensa per niente a uscirne, perchè crede di essere a posto con il buon
    Dio. (Santo Curato d’Ars)
    Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
    di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
    http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
    “Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
    siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
    stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
    partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
    comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.