Mercoledì 1 gennaio 2014 MARIA, MADRE DI DIO

  • VANGELO (Lc 2,16-21)
    I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il Bambino. Dopo otto giorni gli fu messo nome Gesù.
  • Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il Bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del Bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udivano
    si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel
    suo Cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto,
    com’era stato detto loro. Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo
    nome Gesù, come era stato chiamato dall’Angelo prima che fosse concepito nel grembo. Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    Uno degli aspetti che mi piace di questa solennità è la sua collocazione nel calendario liturgico. Nel 1° giorno del nuovo anno troviamo la Madre di Dio ad indicarci il cammino, a guidarci durante tutto l’anno. I credenti
    trovano in questo giorno la risposta al cammino spirituale che non si può non compiere senza la Madonna.
    Dio da molti secoli ha voluto che si esaltasse la Vergine Maria con questo titolo, fin dal lontano 11 ottobre
    431, quando, durante il Concilio di Efeso, venne definita la Verità di Fede della “Divina Maternità di Maria”;
    così nel 1931, ricorrendo il XV Centenario del Concilio, Papa Pio XI ne istituì la festa liturgica.
    La Chiesa ha recepito la volontà di Dio indicando non solo nell’Immacolata la Guida per giungere a Gesù, ha
    anche posto al 1° dell’anno la solennità più prestigiosa. Una Creatura che diventa Madre di Dio è clamoroso,
    non diventa madre di una delle tante divinità pagane degli antichi romani o dei greci, la Fanciulla di Nazareth è
    stata innalzata ad un privilegio che anche i cristiani più deboli faticano a credere: Madre di Dio.
    Una Creatura elevata ad una dignità così insuperabile, inaccessibile, ineguagliabile, doveva avere privilegi rarissimi!
    In questi duemila anni, di conseguenza, la Madre di Dio ha dimostrato la sua Onnipotenza per Grazia, intervenendo su mandato di Dio nella nostra storia unicamente per condurre noi a Dio. Con la sua piena partecipazione alla Vita del Figlio Divino è diventata Corredentrice del genere umano e Mediatrice per distribuire le
    Grazie ai richiedenti, in quanto la sua volontà è annullata totalmente nella volontà della Santissima Trinità.
    Non posso non ricordare tutti i denigratori che hanno offeso gravemente la Vergine Maria, non solo con le
    bestemmie, i più pericolosi sono stati in passato i cristiani stessi e continuano ancora oggi l’offensiva. Molti seguaci di Cristo minimizzano il ruolo unico che la stessa Chiesa indica da millenni alla Madonna. Tra tutti i detrattori pieni di orgoglio e vuoti di spiritualità, non è mai stata provata valida una sola tesi contro la Madonna.
    Perchè in passato c’è stata e continua ad esserci anche oggi una forte avversione verso la Madonna da parte
    dei cattolici? Possiamo capire il rifiuto dei protestanti, ma come si spiega la strana avversione di molti cattolici,
    tra cui teologi e insegnanti di religione? All’inizio della sua ribellione, Lutero con il suo Protestantesimo rimase
    devoto della Madonna, furono i suoi seguaci evangelici a rifiutare la devozione alla Madre di Dio.
    La spiegazione del rifiuto della devozione alla Madonna si trova nella vita dissipata e corrotta delle
    persone che La lottano, è evidente che la presenza di negatività e di ispirazioni diaboliche infondono tanta avversità contro la loro irriducibile nemica.
    Maria è la Donna piena di Grazia e di virtù, concepita senza peccato, Madre di Dio e Madre nostra, Assunta
    in Cielo in Corpo e Anima. La Sacra Scrittura ci parla di Lei come della più eccelsa di tutte le creature, la Benedetta, la più lodata fra le donne, Colei che tutte le generazioni chiameranno Beata. La Chiesa ci insegna che
    Maria occupa, dopo Cristo, il posto più alto e insieme il più vicino a noi, a motivo della sua Maternità Divina.
    Ella fu per Grazia di Dio esaltata, dopo il Figlio, sopra tutti gli Angeli e gli uomini.
    Sicuramente sono miliardi i devoti che in questi duemila anni hanno chiesto il suo aiuto e la sua protezione,
    incalcolabili sono i miracoli ottenuti tramite la Madre di Dio, perchè così ha voluto Gesù, che tutto ricevessimo
    da Lei, Madre della Grazia e Mediatrice di tutte le Grazie.
    Non c’è limite nell’amare la Madonna, è assolutamente indispensabile seguire Lei per incontrare Gesù, è Lei
    la Maestra del cammino di perfezione. Amate senza limiti la Madre, Ella non attende altro che il vostro sì e la
    vostra apertura a Lei per compiere in ognuno di voi meraviglie di Grazie.
    In questo 1° giorno del nuovo anno meditiamo diversi messaggi dati da Lei a Medjugorje, si avverte la premura e l’amore della Madre!
    “Cari figli, io sono vostra Madre; vi invito ad avvicinarvi a Dio tramite la preghiera, perché solo Lui è la
    vostra pace e il vostro Salvatore. Perciò, figlioli, non cercate la consolazione materiale, ma cercate Dio. Io
    prego per voi ed intercedo presso Dio per ognuno di voi. Io chiedo la vostra preghiera, affinché mi accettiate e
    accettate anche i miei messaggi come i primi giorni delle apparizioni; e solamente quando aprite i cuori e
    pregate succederanno miracoli. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!”. (25 settembre 1993)
    “Cari figli! Oggi vi invito alla preghiera. Io sono con voi e vi amo tutti. Io sono vostra Madre e desidero che
    i vostri cuori siano simili al mio Cuore. Figlioli, senza la preghiera non potete vivere né dire che siete miei.
    La preghiera è gioia. La preghiera è ciò che il cuore umano desidera. Perciò avvicinatevi, figlioli, al mio Cuore Immacolato e scoprirete Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. (25 novembre 1994)
    “Cari figli! Oggi vi invito ad offrire le vostre croci e le vostre sofferenze per le mie intenzioni. Figlioli, io
    sono vostra Madre e desidero aiutarvi chiedendo per voi la Grazia presso Dio. Figlioli, offrite le vostre sofferenze come dono a Dio perché, diventino un bellissimo fiore di gioia. Perciò, figlioli, pregate per poter capire
    che la sofferenza può diventare gioia e la croce la via della gioia. Grazie per avere risposto alla mia chiamata!”. (25 settembre 1996)
    “Cari figli! Oggi sono con voi in modo speciale tenendo Gesù Bambino in braccio, e vi invito, figlioli, ad aprirvi al Suo invito. Lui vi invita alla gioia. Figlioli, vivete gioiosamente i messaggi del Vangelo, che ripeto dal
    tempo in cui sono con voi. Figlioli, io sono vostra Madre e desidero svelarvi il Dio dell’amore e il Dio della
    pace. Non desidero che la vostra vita sia nella tristezza ma che sia realizzata nella gioia secondo il Vangelo
    per l’eternità. Solo così la vostra vita avrà senso. Grazie per avere risposto alla mia chiamata!”. (25 dicembre
    1996)
    “Cari figli! Io desidero che voi affidiate a me i vostri cuori, così che Io possa condurvi nella strada che
    porta alla luce e alla vita eterna. Non voglio che i vostri cuori errino nelle tenebre di oggi. Io vi aiuterò. Io sarò con voi in questa strada in cui si scopre l’amore e la misericordia di Dio. Come Madre, vi chiedo di permettermi di farlo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. (18 marzo 1999)
    “Cari figli! Oggi, come mai prima d’ora, il mio Cuore chiede il vostro aiuto. Io, vostra Madre, prego voi,
    miei figli, di aiutarmi a realizzare quello per cui il Padre mi ha mandata qui. Mi ha mandata in mezzo a voi
    perché il suo amore è immenso. In questo anno grande e santo nel quale siete entrati, pregate in modo particolare per coloro che non hanno ancora sentito l’amore di Dio. Pregate e aspettate”. (2 gennaio 2000)
    “Cari figli, come Madre gioisco con voi, perchè come Madre vi invito. Vi porto mio Figlio. Mio Figlio, vostro Dio. Purificate i vostri cuori, chinate la testa davanti al vostro unico Dio. Permettete che il mio Cuore materno esulti di gioia. Grazie”. (2 luglio 2005)
    “Cari figli, Io come Madre vengo a voi e vi mostro quanto vi ama Dio, vostro Padre. Voi, figli miei, dove
    siete? Cosa è al primo posto nel vostro cuore? Cosa vi ostacola nel mettere mio Figlio al primo posto? Permettete, figli miei, che la benedizione di Dio scenda su di voi. Che la pace di Dio vi penetri. La pace che dà mio
    Figlio, solo Lui”. (2 settembre 2005)
    “Cari figli, oggi, con Gesù fra le braccia, in modo particolare vi invito alla conversione. Figli, durante tutto
    questo tempo che Dio mi ha permesso di essere con voi, incessantemente vi ho invitato alla conversione. Molti
    dei vostri cuori sono rimasti chiusi. Figlioli, Gesù è pace, amore, gioia e per questo decidetevi adesso per Gesù. Incominciate a pregare. PregateLo per il dono della conversione. Figlioli solo con Gesù potete avere la pace, la gioia e il cuore pieno d’amore. Figlioli Io vi amo. Io sono vostra Madre e vi do la mia benedizione materna”. (25 dicembre 2005)
    “Cari figli, vengo a voi perché desidero col mio esempio mostrarvi l’importanza della preghiera per coloro
    che non hanno conosciuto l’amore di Dio. Voi chiedetevi: mi seguite? Figli miei, perché non riconoscete i segni
    del tempo? Perché non parlate di essi? Venite con me, come Madre vi chiamo. Grazie per aver risposto alla
    mia chiamata”. (2 aprile 2006)
    “Cari figli, Dio vi ha creato con la libera volontà perché conosciate e scegliete la Vita o la Morte. Io come
    Madre, con amore materno, desidero aiutarvi nella conoscenza e nella scelta della vita. Figli miei, non ingannatevi con la pace falsa e la gioia falsa. Permettete figlioli miei, che Io vi mostri la vera via, la via che conduce alla vita: a mio Figlio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. (2 luglio 2006)
    “Cari figli, oggi è un grande giorno di gioia e di pace. Rallegratevi con Me. Figlioli, in modo particolare vi
    invito alla santità nelle vostre famiglie. Desidero, figlioli, che ogni vostra famiglia sia santa e che la gioia divina e la pace che Dio oggi vi manda regnino e dimorino nelle vostre famiglie. Figlioli, aprite i vostri cuori oggi, in questo giorno di Grazia. Decidetevi per Dio e metteteLo al primo posto nella vostra famiglia. Io sono vostra Madre. Vi amo e vi dono la mia benedizione materna”. (25 dicembre 2006)
    “Cari figli! Già da lungo tempo vi do il mio Cuore materno e vi porgo mio Figlio. Voi mi rifiutate. Permettete che il peccato vi avvolga sempre di più. Permettete che vi conquisti e vi tolga la capacità di discernimento.
    Poveri figli miei, guardatevi intorno e osservate i segni del tempo. Pensate di poter vivere senza la benedizione
    di Dio? Non permettete che la tenebra vi avvolga. Anelate dal profondo del cuore a mio Figlio. Il Suo Nome
    dissipa la tenebra più fitta. Io sarò con voi, voi solo chiamatemi: “Eccoci Madre, guidaci!”. Vi ringrazio! (La
    Madonna era molto triste. Ha dato solo il messaggio e ci ha benedetti)”. (2 maggio 2009)
    “Cari figli, in questo tempo di preparazione e di gioiosa attesa, io come Madre desidero indicarvi ciò che è
    più importante: la vostra anima. Può nascere in essa mio Figlio? È purificata con l’amore dalla menzogna,
    dalla superbia, dall’odio e dalla malvagità? La vostra anima ama al di sopra di tutto Dio come Padre e il fra-
    tello in Cristo? Io vi indico la strada che innalzerà la vostra anima all’unione completa con mio Figlio. Desidero che mio Figlio nasca in voi. Che gioia per me, la Madre. Vi ringrazio”. (2 dicembre 2009)
    1 Ave Maria per Padre Giulio
    CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
    MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
    Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
    Proposito
    Vincerò le mie vergogne e pregherò più spesso con i miei familiari.
    Pensiero
    Un solo atto di amore di Dio fatto in tempo di aridità, vale più che cento fatti in tenerezza e consolazione.
    (Padre Pio)
    Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
    di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
    http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
    “Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
    siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
    stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
    partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
    comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *