• VANGELO (Lc 2,16-21)
    I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo otto giorni gli fu messo nome Gesù.
  • Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il Bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del Bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo Cuore.
    I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato
    detto loro. Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come
    era stato chiamato dall’Angelo prima che fosse concepito nel grembo. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Con questa solennità liturgica si apre il nuovo anno, sicuramente portatore di novità assai inquietanti. Ce lo
dicono i fatti stessi, è nelle pedine che si muovono nello scacchiere del mondo dominato da tutti i demoni infernali. Non c’è luogo della terra che non sia colpito dalla presenza martellante dei diavoli, oramai vicini alla sconfitta perché dovrà trionfare il Cuore Immacolato di Maria, come Ella disse a Fatima: “Infine il mio Cuore Immacolato trionferà”.
Non vi scrivo questo senza motivo nel 1° giorno del nuovo anno, perché prima o poi i 10 segreti di Medjugorje dovranno essere pure rivelati, non si sa quando ma ciò che sta avvenendo nello scenario politico mondiale
lascia intravedere alleanze poco felici da parte di quanti appartengono ai gruppi di potere mondiale che vuole
l’impoverimento degli Stati per diventarne i gestori, lasciando in ognuno un loro rappresentante.
Mi viene in mente un messaggio che la Madonna diede a Medjugorje alla veggente Mirjana il 2 ottobre 2003
e la ragazza allora disse che mentre la Madonna dava questo messaggio ha visto nei suoi occhi le lacrime per
tutto il tempo. La Madonna parlava alla ragazza e piangeva, questo nel 2003… era addolorata per la corruzione nel mondo e le eresie nella Chiesa di suo Figlio, quella Cattolica, diventata poco amata da una schiera al
suo interno e che ha perduto la fede. L’apostasia, cioè la perdita della fede, è contenuta nel 3° segreto di Fatima.
Leggiamo le parole dette dalla Madonna alla veggente mentre piangeva: “Cari figli, datemi il vostro cuore
totalmente. Lasciate che vi guidi verso mio Figlio che vi dà la vera pace e la vera felicità. Non permettete che
vi abbagli la falsa luce che vi circonda e che vi si offre! Non permettete che satana vi domini con la falsa luce e
felicità. Venite da me. Io sono con voi”.
Ho trovato questo messaggio tra migliaia dati a Medjugorje, sorprendentemente è forse quello più adatto al
tempo di sbandamento che la società sta vivendo, alla perdita della fede di molti uomini di Chiesa, come ha detto Papa Benedetto XVI, ed appropriato per coloro che nel mondo seguono la falsa luce della falsa felicità.
Miliardi di uomini e donne sono ingannati dai primi pensieri che arrivano alla mente, tutti concepiscono la vita come il soddisfacimento di ogni desiderio, senza capire che esistono le tentazioni dei diavoli
ed esistono le cattive inclinazioni personali. Che diventano perversioni.
Il mondo corrotto e i piaceri licenziosi che diffonde il mondo non potranno mai dare la vera felicità, anche i
più potenti ricchi non riescono a trovare pace interiore e cercano in modo agitato di guadagnare altro denaro
con manovre ingannevoli, truffe miserabili, manipolazioni di molte pratiche, e per cosa? Per appagare per qualche ora il demone del denaro che grida dentro di essi, ma subito dopo questi potenti ricchi sono nuovamente agitati e alla ricerca di altro denaro per calmare quel mancato appagamento che può dare solo Gesù.
Chi vive una vita inappagata, prima o poi cade nell’avvilimento, poi nella demoralizzazione per finire
nella depressione.
È vero però che molti non arrivano quasi mai alla depressione perché si rifugiano nel peccato gravissimo per
distogliere il mancato appagamento della vita, così ricorrono al tradimento della moglie o del marito, alle droghe, all’alcool, all’evasione da tutto ciò che li circonda ed appare come una gabbia di infelicità. E quanti sbagli
e cantonate prendono quelli che cercano un pizzico di felicità e si affidano ai pensieri ingannevoli che arrivano
alla mente.
NON TUTTO CIÒ CHE SI PENSA È BUONO O VIENE DA DIO.
Una mente non formata emana ispirazioni verso i peccati più immorali e a trovare nei modi più indecenti la falsa felicità.
In questo messaggio che ho proposto sopra, la Madonna inizialmente ci chiede di donarle il nostro cuore, di
lasciarlo plasmare dalle sue premurose e dolci cure, da Lei che è stata la Formatrice del Figlio di Dio incarnato
e la Maestra di vita spirituale di miliardi di cristiani in questi due millenni. Se facciamo questa richiesta e Le
diamo la facoltà di cambiarci, la Vergine Santa ci trasforma in Gesù secondo la nostra disponibilità e collaborazione.
Ci rende come Lei perché ci trasmette il suo Spirito, viene ad abitare in noi e ci aiuta a vivere come
Gesù!
La Madonna vuole solamente guidarci verso suo Figlio che è il vero ed unico Dio, quel Gesù che molti cristiani rinnegano e presto anche tradiranno per accogliere il suo più acerrimo nemico, come indica il Vangelo:
“Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo,
chi legge comprenda” (Mt 24,15). Gesù disse questa profezia nel contesto dei segni che avverranno quando “vi
sarà una tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. E se quei
giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati” (Mt 24,21-22).
In questi ultimi decenni abbiamo assistito al proliferare di migliaia di falsi veggenti, ne ho trattato ampiamente, oggi come 1° giorno dell’anno voglio riportare gli avvisi dati da Gesù sempre dal capitolo 24 di San
Matteo ed inseriti nel quadro degli avvenimenti attuali: “Guardate che nessuno vi inganni; molti verranno nel
mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. (…) Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà sino alla fine,
sarà salvato. (…) Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete. Sorgeranno infatti
falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli
eletti. Ecco, Io ve l’ho predetto. Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci
credete” (Mt 24,4-5.11-13.23-26).
Parole che Gesù ripete più volte in questo capitolo quasi a preannunciare che faranno molti danni spirituali
anche tra i cristiani. Lo vediamo, infatti molti cattolici seguono apparizioni false e pienamente diaboliche e
pendono dalle labbra di veggenti imbroglioni e ciarlatani. Sono cattolici che non hanno mai pregato bene, mentre non si lasciano ingannare i buoni credenti che recitano con amore il Santo Rosario e adorano l’Eucaristia
con grande trasporto.
L’Eucaristia e il Santo Rosario sono le due colonne che proteggono i credenti e salveranno la Chiesa
dalla persecuzione che patirà.
“Non permettete che vi abbagli la falsa luce che vi circonda e che vi si offre!”, continua la Madonna nel
messaggio, indicando in mille possibili inganni che gravitano attorno ogni essere umano, quella falsa luce che
illude e conduce lontano da Gesù. Riflettete prima di agire, non siate mai sicuri delle scelte che si intraprendono, almeno quelle che incidono sulla morale cristiana e sui Comandamenti.
Avvicinatevi alla Luce che sprigiona dal Tabernacolo, andate in Chiesa a trovare quella Luce che illumina ogni oscurità.
Poi, il messaggio termina con questo avviso: “Non permettete che satana vi domini con la falsa luce e felicità. Venite da me. Io sono con voi”. La Madonna indica il vero e più grande pericolo della nostra vita che è satana, poi manifesta che è Lei ad introdurre nella vera spiritualità ed è Lei che protegge da ogni attacco satanico
quanti recitano ogni giorno il Santo Rosario. Vi ripeto che questa Corona è più potente dell’esorcismo!
Non ho mai indicato quante Corone del Rosario si devono recitare, ognuno è libero di pregare quanto vuole,
ma in questo giorno della solennità della Madre di Dio mi spingo ad invitarvi tutti a pensare con maggiore serietà alla vostra anima, all’importanza della vita spirituale e alla necessità di allontanare le sofferenze fisiche e
le tentazioni dei diavoli, impegnandovi di più nella recita del Rosario. Chi può e riconosce di avere bisogno della protezione della Madonna, si impegni nella recita di almeno 2 Corone del Rosario al giorno.
Avete molto da ricevere in Grazie straordinarie e protezioni della Madonna.
Dio Padre dall’eternità pensava ed amava la Creatura di Nazareth, preparandole le Grazie più eccelse, le prerogative che nessuno ha mai ricevuto, neanche Noè, Abramo, Davide e nessun Santo della storia. Dio amò talmente Maria Vergine dall’eternità, da renderla Madre di suo Figlio incarnato, e Loro due hanno avuto lo stesso
Figlio.
Nel momento del concepimento, la natura umana si unì alla natura Divina del Verbo eterno, della Parola che
aveva parlato ad Abramo e a Mosè, e le due nature furono assunte dall’unica Persona Divina, rimanendo per
nove mesi nel grembo dell’Immacolata Concezione.
Maria è vera Madre di Dio perché portò per nove mesi nel suo grembo quel Dio eterno che i Cieli non
potevano contenere. A Lui diede un Corpo dal suo Corpo, diede il suo Sangue, diede un Cuore simile al
suo. Non c’è alcuna dissomiglianza umana tra Gesù e sua Madre, se non la Divinità del Figlio.
In questo giorno dobbiamo fare diversi propositi molto importanti per la vita spirituale, questo è il momento
di agire con maggiore generosità verso la Madre nostra che dedica tutta se stessa ai nostri bisogni. Ognuno di
voi rifletta quale vizio deve vincere con maggiore determinazione e quali comportamenti cambiare per diventare un cristiano autentico. Nessun Santo è nato santo, la vita spirituale migliora giorno dopo giorno quando
c’è il desiderio di vivere in pienezza la propria vita.
Siamo all’inizio dell’anno e davanti abbiamo molti gradini da salire, ma io rimango sempre a sostenervi, a
pregare ogni giorno per tutti voi perché ognuno riceva in questo anno quanto desidera il suo cuore. Auguro ad
ognuno di voi ogni bene spirituale e fisico. Vi benedico tutti, e siete molti, la nostra Parrocchia virtuale ha raggiunto il numero di quasi 9.600 iscritti.
La Madonna vuole donarci quanto chiediamo ed eliminare le negatività dei diavoli che disturbano, ma
dobbiamo pregare di più.

CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
“Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.
Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 maggio 2012 (Mirjana)
Cari figli, con amore materno io vi prego: datemi le vostre mani, permettete che io vi guidi. Io, come
Madre, desidero salvarvi dall’inquietudine, dalla disperazione e dall’esilio eterno. Mio Figlio, con la sua
morte in croce, ha mostrato quanto vi ama, ha sacrificato se stesso per voi e per i vostri peccati. Non rifiutate il
suo sacrificio e non rinnovate le sue sofferenze con i vostri peccati. Non chiudete a voi stessi la porta del
Paradiso. Figli miei, non perdete tempo. Niente è più importante dell’unità in mio Figlio. Io vi aiuterò, perché il
Padre Celeste mi manda affinché insieme possiamo mostrare la via della Grazia e della salvezza a tutti coloro
che non Lo conoscono. Non siate duri di cuore. Confidate in me ed adorate mio Figlio. Figli miei, non potete
andare avanti senza pastori. Che ogni giorno siano nelle vostre preghiere. Vi ringrazio.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 20 febbraio 1985 (Messaggio dato al gruppo di preghiera)
Decidete fermamente che cosa fare di particolare per questa Quaresima. Io vorrei darvi un’idea. Durante
questo tempo cercate di vincere ogni giorno un difetto evitando una delle vostre debolezze e mancanze più
frequenti, quali l’irascibilità, l’impazienza, la pigrizia, il pettegolezzo, la disubbidienza, il rifiuto delle
persone antipatiche. Se non riuscite a sopportare una persona orgogliosa, dovete voi cercare di avvicinarvi a
lei. Se volete che diventi umile, fate voi il primo passo verso di lei. Mostratele che l’umiltà vale più
dell’orgoglio. Dunque ogni giorno meditate su voi stessi e cercate nel vostro cuore ciò che c’è da cambiare, le
debolezze da superare, i vizi da eliminare. Desidero inoltre che ognuno di voi scelga un altro membro del gruppo e insieme decidiate di vivere spiritualmente uniti per tutta la Quaresima. Accordatevi su che cosa fare insieme per cercare di eliminare i vostri difetti. Dovete impegnarvi e sforzarvi al massimo. Dovete desiderare sinceramente che questa Quaresima trascorra nell’amore. Così sarete più vicini a me e al Padre celeste. Sarete più felici voi e saranno più felici anche gli uomini attorno a voi. Come Madre vi invito ad essere coscienti di tutto
quello che fate.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 26 novembre 1983 (Messaggio straordinario)
Prima della Messa bisogna pregare lo Spirito Santo. Le preghiere allo Spirito Santo devono sempre accompagnare la Messa.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 agosto 1984 (Messaggio dato al gruppo di preghiera)
Prima di accostarvi al Sacramento della Confessione preparatevi consacrandovi al mio Cuore e al Cuore di
mio Figlio e invocate la Spirito Santo perché vi illumini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *