La volontà umana trionfa nella Chiesa – 17 Luglio 2021

Sabato 17 luglio 2021

XV Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 12,1421)

Impose loro di non divulgarlo, perché si compisse ciò che era stato detto.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, i farisei uscirono e tennero consiglio contro Gesù per farlo morire. Gesù però, avendolo saputo, si allontanò di là. Molti Lo seguirono ed Egli li guarì tutti e impose loro di non divulgarlo, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del Profeta Isaia:

«Ecco il mio Servo, che Io ho scelto;

il mio amato, nel quale ho posto il mio compiacimento.

Porrò il mio Spirito sopra di Lui

e annuncerà alle nazioni la giustizia.

Non contesterà né griderà

né si udrà nelle piazze la sua voce.

Non spezzerà una canna già incrinata,

non spegnerà una fiamma smorta,

finché non abbia fatto trionfare la giustizia;

nel suo Nome spereranno le nazioni». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

A causa di una lettura veloce e non sapienziale, molto spesso il Vangelo non si comprende bene né si assimila quando viene proclamato nella Santa Messa. È assente quell’interesse che merita la persona più amata della vita di ognuno. È l’amore che suscita la dedizione, l’abnegazione, il sacrificio di sé, la generosità e l’altruismo.

La Parola di oggi ci mostra l’intenzione criminale dei farisei contro Gesù, essi avevano progettato di ucciderlo per un’invidia che non riuscivano più a trattenere, ed era proprio la Persona del Signore l’argomento che li faceva incontrare come zombie nelle loro tane e non avevano pace al solo pensare ai miracoli e alla portentosa predicazione di Gesù.

In questi duemila anni incalcolabili cristiani sono stati perseguitati nel Nome di Gesù Cristo da parte di personaggi intrisi di odio luciferino, molti di essi consacrati a Satana come usano fare gli appartenenti alle sètte. Milioni di cristiani perseguitati per la loro Fede e non per avere commesso reati o arrecato disturbi ai cattivi.

Di questi cristiani ci sono quelli canonizzati per Volontà di Dio, molti altri hanno vissuto la loro Fede nel nascondimento, in intima comunione con Gesù e con grande forza spirituale, pronti a tutto pur di non rinnegare la Volontà di Dio.

La Chiesa di questi anni appare guidata da volontà umana senza più guardare nella direzione di Dio. Le novità create dagli uomini a danno del Vangelo e della Sacra Tradizione si susseguono e ieri è stata rivelata un’altra decisione che confonde i cattolici e li allontana.

Ieri è stato annullato il motu proprio del 7 luglio 2007 di Papa Benedetto XVI sulla Santa Messa in latino. La sua fu una decisione che veniva senz’altro da Dio, trattandosi del rito antico che permette di celebrare la Santa Messa con maggiore partecipazione e le preghiere sono molto più fervorose.

Il Summorum Pontificum del 7 luglio 2007, l’opera maggiore di Papa Benedetto XVI, dava ufficialmente la possibilità della celebrazione della Santa Messa nella forma straordinaria del rito romano, cioè, secondo il Missale Romanum promulgato da San Pio V nel 1570 ed edito da Giovanni XXIII nel 1962, utilizzato durante il Concilio Vaticano II.

Stiamo assistendo all’oscuramento della vera dottrina cattolica, si continua ad esaltare il relativismo sul Vangelo e duemila anni di Cristianesimo.

Non è tanto l’esteriorità a garantire la comunione con Gesù, né la vicinanza per quanti abitano nelle canoniche parrocchiali o nelle curie. È quello che siamo dentro, come l’amore, la verità, la pazienza, la mancanza di giudizi, l’amabilità, la pace, la gioia, il perdono sincero, la piena fedeltà al Vangelo storico, quindi e non per ultimo, l’obbedienza a Dio.

Il brano di oggi ci ripropone la mansuetudine e la misericordia di Gesù.

Questo breve estratto cita una profezia di Isaia, vissuto circa 700 anni prima del Signore, e lo Spirito gli preannunciò le caratteristiche del Servo di Dio, Egli «non spezzerà una canna già incrinata, non spegnerà una fiamma smorta, finché non abbia fatto trionfare la giustizia».

Isaia aveva profetizzato il Messia non come un re conquistatore, ma come Colui che serve e guarisce. La sua missione improntata sulla mansuetudine, la fedeltà e la misericordia. Tra migliaia di personaggi, IN QUESTI MILLENNI SOLAMENTE UNO HA MOSTRATO LE CARATTERISTICHE PROPRIE DEL SERVO DI DIO, ED È GESÙ CRISTO, IL FIGLIO ETERNO. TUTTI GLI ALTRI SONO MENZOGNERI.

Gesù è l’Amore incarnato e ama ciascuno di noi con un Amore che non possiamo comprendere, è impensabile per noi.

Gesù è il Medico che guarisce e che non dà mai irrimediabilmente per spacciati coloro che sono malati nell’anima. Il più incallito peccatore, chi tante volte è caduto nelle mancanze più gravi, non viene mai rifiutato dal Signore, è il peccatore ad allontanarsi. Per tutti Gesù è la Medicina che guarisce.

In ogni uomo Gesù sa riconoscere la capacità della conversione. Non dovete mai perdere la speranza della conversione dei vostri familiari incorreggibili, ostinati nel condurre una vita priva di senso, anche se per la loro cecità è quella migliore e soddisfacente.

L’Amore di Gesù e la sua continua ricerca della conversione dei peccatori, vengono offuscati dal messaggio sbagliato che circola riguardo la sua misericordia. Se la salvezza eterna fosse automatica come dicono molti cristiani confusi, perché nel Vangelo Gesù parla di necessità della conversione e del pentimento?

A Lourdes il 21 febbraio 1858 la Madonna disse a Bernadette: «Prega per i peccatori». Era la 6ª apparizione.

Il 4 marzo 1858 nella 15ª apparizione, la Signora le raccomandò ancora una volta di pregare per i peccatori e la salutò.

Preghiamo anche noi ogni giorno per la conversione dei peccatori. È una grande supplica che offriamo a Gesù e alla Madonna.

Inoltre, proponiamoci un comportamento nuovo nei confronti degli altri: deve essere sempre pieno di bontà, comprensione e generosità.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Devo fare memoria ogni giorno delle grande cose che il Signore Gesù ha fatto nella mia vita.

Pensiero

Un’anima che vive nella tiepidezza non pensa per niente a uscirne, perché crede di essere a posto con il buon Dio. (Santo Curato d’Ars)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *