La Madonna è la Corredentrice, negarlo è subdolo – 20 Luglio 2021

Martedì 20 luglio 2021

XVI Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 12,4650)

Tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli!».

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, mentre Gesù parlava ancora alla folla, ecco, sua Madre e i suoi fratelli stavano fuori e cercavano di parlargli. Qualcuno gli disse: «Ecco, tua Madre e i tuoi fratelli stanno fuori e cercano di parlarti». Ed Egli, rispondendo a chi gli parlava, disse: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Poi, tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chiunque fa la Volontà del Padre mio che è nei Cieli, egli è per Me fratello, sorella e madre». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Con queste parole Gesù confermava che sua Madre era la discepola perfetta, solo Lei ha osservato fedelmente la Volontà di Dio, per questo era stata rivestita di privilegi ineffabili, come l’Immacolata Concezione, la Perpetua Verginità, la Maternità Divina.

La Santissima Trinità che governa l’Universo si è lasciata affascinare da una Creatura pensata dall’eternità e che avrebbe corrisposto perfettamente al suo volere. I privilegi della Vergine Maria sono stati ricevuti da Lei in anticipo alla Redenzione compiuta da Gesù, poi Ella ha dimostrato di meritarli pienamente.

Dio ha anticipato in Lei i benefici della Redenzione operata dal Figlio Gesù e L’ha adornata di grandezze inesprimibili.

La Madonna viveva talmente immersa nella Santissima Trinità da «costringere»  amorevolmente il Figlio a compiere il primo miracolo alle nozze di Cana. Il versetto 11 del 2° capitolo di San Giovanni afferma: «La Madre dice ai servi: “Fate quello che vi dirà”».

Conosciamo come avvenne il primo miracolo di Gesù, la richiesta di sua Madre a cui Lui non poteva rifiutare nulla, perché Ella era già la «Piena di Grazia», poi divenne anche la Corredentrice e la Mediatrice.

Nel Vangelo oggi leggiamo una risposta che non ci sorprende, data da Gesù all’uomo che Lo avvisava della presenza della Madre e dei cugini, arrivati lì per la forte preoccupazione che aveva assalito i parenti di Gesù ma non sua Madre.

La Santa Vergine era perfettamente a conoscenza della difficile missione di suo Figlio, del suo essere Redentore e che doveva vivere la profezia di Isaia sul Servo sofferente e obbediente, della sua meravigliosa ma severa predicazione e che avrebbe avuto moltissimi nemici.

Nei tre anni della sua predicazione Gesù fu perseguitato senza posa e i suoi nemici avevano anche più volte pensato di ucciderLo. Soprattutto le diffamazioni contro Gesù furono incessanti, erano troppi gli invidiosi e i falsi ebrei osservanti che pretendevano l’esclusività della Parola di Dio.

La Madonna sapeva molto bene che il Figlio aveva molti nemici, non si presentò per capire qualcosa in più di Gesù, Ella conosceva in modo quasi infinito il Cuore di Gesù che era sgorgato dal suo Cuore Immacolato, conosceva perfettamente il suo Amore, i suoi sentimenti e l’intensa determinazione di compiere la Volontà del Padre e per questo sorgevano continui ostacoli e pericoli.

L’episodio del Vangelo di oggi si colloca al centro del messaggio di Gesù: la sua nuova famiglia è l’umanità. Chi compie la Volontà del Padre entra nella Famiglia Divina. «Perché chiunque fa la Volontà del Padre mio che è nei Cieli, egli è per Me fratello, sorella e madre».

Questo ci indica che la nostra unione con Cristo è più forte di qualsiasi legame umano.

I vincoli tra chi segue il Signore per la stessa strada, sono più stretti di quelli del sangue. I veri fratelli e sorelle sono quelli spirituali, essi si amano perché seguono gli insegnamenti dello stesso Padre che è il Creatore di tutti e di tutto.

I veri cristiani si amano senza invidia e privilegiano più le relazioni spirituali con tutti i fratelli e le sorelle che i rapporti di parentela.

La Madonna sapeva, in modo sempre più perfetto, che era stata chiamata fin dall’eternità a essere la Madre di questa nuova famiglia che si formava intorno a Gesù, e mediante l’eccelsa Fede ha corrisposto alla chiamata che Dio Le aveva rivolto perché diventasse Madre di suo Figlio e nella stessa Fede Ella ha scoperto ed accolto l’altra dimensione della Maternità, rivelata da Gesù durante la sua missione messianica.

Anche noi di questa Parrocchia virtuale dedicata al Cuore Immacolato di Maria siamo una grande famiglia, io mi sento vicinissimo ad ognuno di voi e ogni giorno prego per voi e i vostri familiari. Vi benedico con preghiere di liberazione e chiedo per tutti voi la guarigione dalle sofferenze che portate. Pregate ogni giorno per me nel Santo Rosario.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *