Le preghiere di guarigione e di liberazione dei Sacerdoti che credono – 12 Agosto 2021

Giovedì 12 agosto 2021

XIX Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 18,2119,1)

Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. Per questo, il Regno dei Cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila talenti. Poiché costui non era in grado di restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto possedeva, e così saldasse il debito. Allora il servo, prostrato a terra, lo supplicava dicendo: “Abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa”. Il padrone ebbe compassione di quel servo, lo lasciò andare e gli condonò il debito. Appena uscito, quel servo trovò uno dei suoi compagni, che gli doveva cento denari. Lo prese per il collo e lo soffocava, dicendo: “Restituisci quello che devi!”. Il suo compagno, prostrato a terra, lo pregava dicendo: “Abbi pazienza con me e ti restituirò”. Ma egli non volle, andò e lo fece gettare in prigione, fino a che non avesse pagato il debito. Visto quello che accadeva, i suoi compagni furono molto dispiaciuti e andarono a riferire al loro padrone tutto l’accaduto. Allora il padrone fece chiamare quell’uomo e gli disse: “Servo malvagio, io ti ho condonato tutto quel debito perché tu mi hai pregato. Non dovevi anche tu aver pietà del tuo compagno, così come io ho avuto pietà di te?”. Sdegnato, il padrone lo diede in mano agli aguzzini, finché non avesse restituito tutto il dovuto. Così anche il Padre mio celeste farà con voi se non perdonerete di cuore, ciascuno al proprio fratello». Terminati questi discorsi, Gesù lasciò la Galilea e andò nella regione della Giudea, al di là del Giordano. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Il perdono è molto difficile donarlo anche per i cristiani, rimane quasi impossibile ai non credenti. Arrivare a perdonare è un atto che richiede un grande amore, più che il coraggio. Umanamente si può perdonare per un tornaconto, uno dei tanti per averne vantaggi, ma a cosa serve se il cuore rimane pieno di rancore? È SOLO IPOCRISIA.

Perdonare con il cuore richiede un superamento delle proprie capacità naturali.

Si entra così nella sfera soprannaturale, quella appropriata e corrispondente al Divino per riuscire a compiere un atto d’amore superiore alle proprie forze.

IL RIFIUTO DI PERDONARE È RITENUTO GIUSTO DA QUANTI SONO STATI COLPITI DA INGIUSTE SOFFERENZE, HANNO SOFFERTO E FORSE HANNO ANCHE PERDUTO LA BUONA REPUTAZIONE, DENARO, AMICIZIE, BENI MATERIALI, FAMIGLIA, MA QUELLA CHE CONSIDERO LA PIÙ GRANDE OFFESA È LA DIFFAMAZIONE CHE ANNULLA LA DIGNITÀ ANCHE DEI PIÙ ONESTI.

Sbagliano quelli che si lasciano condizionare dalle dicerie, non sono persone sagge, diventano creduloni senza porsi almeno questa sola domanda: ma la persona che mi racconta diffamazioni sugli altri è credibile oppure è un serpente velenoso, un demonio incarnato?

Chi semina zizzania ha i suoi scopi, ed è una persona pericolosa anche se non diffama voi ma vuole parlar male di altri. La persona con questo grave agire subdolo, non appena si allontana da voi inizia a diffamare proprio voi, inventato falsità strane, illogiche o apparentemente sensate ma quanto dicono contro voi è tutto arsenico che vi uccide socialmente.

Se l’arsenico chimico e molti dei suoi composti sono veleni particolarmente potenti e uccidono danneggiando in modo gravissimo il sistema digestivo e quello nervoso, portando l’intossicato alla morte per shock, L’ARSENICO DELLA DIFFAMAZIONE DANNEGGIA MOLTO SPESSO IRRIMEDIABILMENTE LA BUONA REPUTAZIONE DI UNA PERSONA PERBENE.

Chi conosce bene il Vangelo ha chiaro come diffamavano Gesù e quali persecuzioni complottavano contro Lui. I suoi nemici non avevano requie nel cercare di eliminarlo quantomeno socialmente, versando sulla sua Persona calunnie smisurate e progettando anche azioni omicidiarie.

Molti ebrei sentivano continue diffamazioni su Gesù e anche piccole insinuazioni che però confondevano i deboli e si allontanavano da Lui, non Lo cercavano più come prima, e sarà stata enorme la condanna che si sono preparati quelli che hanno fatto perdere tante anime che volevano incontrare Gesù e salvarsi eternamente.

Dio Padre non lascia al suo destino l’umanità, siamo tutti quanti creature sue e ci ha donato tantissimi mezzi per lasciare la vita corrotta e cercare il suo perdono. Io dedico la mia vita a tutti voi e a tanti altri perché desidero più di ogni cosa il vostro bene, la vostra salvezza eterna e questa smania la infonde Gesù.

PER ME NON ESISTONO FERIE O DIVERTIMENTI, VIVO NELLA GIOIA E MI CONSOLANO GLI ANGELI CUSTODI.

QUANDO INCONTRO UN GRANDE PECCATORE IO SONO FELICE SIA PER LA GLORIA DEL PADRE CHE PER IL PECCATORE CHE VUOLE SALVARSI L’ANIMA.

NON GIUDICO NESSUNO, TANTOMENO UN GRANDE PECCATORE, AL CONTRARIO SONO MOLTO FELICE PER LA SUA SALVEZZA ETERNA E IL CAMMINO SPIRITUALE CHE INTRAPRENDE. COME GESÙ, CERCO PECCATORI DA CONVERTIRE E LA GRAZIA DI DIO NON È MAI ASSENTE.

Devo dire in confidenza che per me è una conferma gioiosa e spirituale la piena fiducia che nutrono nei miei confronti quanti mi avvicinano, mi cercano, mi telefonano o mi scrivono. Tutti hanno piena fiducia in me, sono sicuri della mia totale rettitudine, sincerità e schiettezza. Percepiscono la mia assoluta onestà intellettuale e credono fermamente nella mia segretezza, anche se si parla di fatti personale al di fuori della Confessione.

Poi, la Confessione è un Sacramento e quanto ascolta il Sacerdote spirituale lo «dimentica» presto per Grazia di Dio, così non pensa in nessun modo e in nessuna circostanza sotto l’influenza del colloquio, perché ripeto il Sacerdote «dimentica» tutto. La segretezza della Confessione si deve mantenere anche a costo di perdere la vita e mai nelle omelie si deve fare riferimento a fatti ascoltati in Confessione.

È una conseguenza della mia vita donata e unita a quella di Gesù, sono tanto premuroso nel voler aiutare tutti e far stare bene tutti. Io vivo per Gesù, Lo conosco bene e metterei le mani sul fuoco scommettendo sulla massima fedeltà della sua parola. Gesù è sempre fedele, sempre. Ricordatelo e apritegli il cuore anche sulle cose piccole.

Ieri ho incontrato un amico che dopo la rottura del piede ed avere portato un gambaletto dopo il gesso, ancora la gamba non si sgonfiava e i dolori ai tendini gli causavano molto male.

MENTRE PARLAVAMO DI ALTRO HO AVVERTITO IL SUO MALE CHE PROVENIVA DAL PIEDE E GLI HO FATTO UNA PREGHIERA DI GUARIGIONE DIETRO LA GAMBA INFERIORE SOPRA IL PIEDE. HO INVOCATO GESÙ, OVVIAMENTE, IO SONO SOLO UN MISERO STRUMENTO.

GLI HO DETTO DI CAMMINARE E NON ZOPPICAVA PIÙ, LUI ERA SBALORDITO, RIUSCIVA A PIEGARE BENE IL PIEDE MENTRE CINQUE MINUTI PRIMA NON RIUSCIVA A PIEGARLO E A CAMMINARE BENE, MA GLI HO DETTO CHE QUELLO ERA SOLO L’INIZIO DELLA GUARIGIONE, OCCORREVA FAR PASSARE UN PO’ DI ORE PER STARE ANCORA MEGLIO.

Stamattina una figlia spirituale stava molto male e non riusciva a parlare nel messaggio vocale che mi ha inviato. Aveva un fortissimo mal di testa e un violento senso di vomito. L’ho chiamata e le ho fatto una preghiera di guarigione e liberazione al telefono, ha vomitato durante la telefonata e si è ripresa. Stava bene e come la suocera di San Pietro si è alzata dal letto.

Ogni Sacerdote è «un altro Cristo» (alter Christus) come scriveva Papa Leone XIII e per il suo ministero sacerdotale non è più un uomo comune. Le Chiese dovrebbero restare aperte per molte ore al giorno con i Sacerdoti disponibili a confessare, fare catechesi su Gesù e la Madonna, consigliare, guidare, fare ogni giorno preghiere di guarigione e di liberazione. I diavoli tremano e fuggono dinanzi alla Fede di un Sacerdote.

Tantissime malattie sono causate dai diavoli e le benedizioni dei Sacerdoti scacciano malattie e diavoli.

Anche i cristiani laici devono chiedere ogni forma di aiuto a Gesù e Lui c’è sempre, non abbandona mai nessuno di buona volontà.

Di presenza e al telefono faccio preghiere di guarigione e di liberazione, per me non esistono le ferie, non ho tempo da dedicare a null’altro che non sia la Volontà del Padre, dare massima gloria alla Santissima Trinità e servire costantemente la mia Regina e Madre Immacolata.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Oggi devo impegnarmi nella preghiera e nelle buone opere, per compiere in tutto la volontà di Dio, fiducioso nella sua promessa che darà il «cento per uno».

Pensiero

Il Signore per mezzo della predicazione converte spesso i peccatori ed invoglia i buoni a diventare migliori. Ma rigetta invece dalla sua bocca i tiepidi, ritenendoli indegni di ascoltare la sua Parola. (Sant’Alberto)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *