I diavoli ingannano con estrema facilità – 17 Settembre 2021

Venerdì 17 settembre 2021

XXIV Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Lc 8,13)

C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni.

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del Regno di Dio. C’erano con Lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demoni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Leggiamo che alcune donne seguivano Gesù dopo essere state «guarite da spiriti cattivi e da infermità», in realtà non erano solamente queste citate nel Vangelo di oggi, anche altre avevano ricevuto dal Signore almeno una Grazia straordinaria.

Ed è questa la ragione che convince molti cattolici ma non tutti, a mettersi sinceramente alla sequela di Gesù e a credere pienamente in Lui, riconoscendolo come il vero Dio. Ricevere una Grazia speciale che sospende le leggi della fisica è un atto che stordisce anche i più increduli, però non tutti quelli che sono visitati dall’Onnipotenza di Dio sono riconoscenti.

Le donne citate nel Vangelo invece hanno trovato in Gesù le risposte a tutte le problematiche della vita e gioivano per la scoperta del vero Tesoro, come è avvenuto a molti uomini durante l’apostolato del Maestro. Lo seguivano docilmente e apprendevano ogni insegnamento con grande interesse.

Gesù ha sempre mostrato gratitudine per ogni piccola cosa compiuta nel suo Nome, tutti noi abbiamo le prove che nulla di quanto si compie per amore di Gesù rimane senza ricompensa, nulla di quanto si dona per accrescere l’apostolato del Vangelo viene dimenticato dal Signore.

Gesù poteva con una facilità estrema far comparire dal nulla montagne di denaro e oro in quantità smisurata, il suo agire era però diverso,voleva far acquistare meriti ai primi cristiani con le loro donazioni«Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni».

È la spiegazione della difficoltà dei Santi come Padre Pio, Don Giovanni Bosco e Padre Massimiliano Kolbe nel realizzare le opere di Dio.

Furono incalcolabili le difficoltà che incontrò Padre Pio per raccogliere offerte e costruire il meraviglioso ospedale, e Natuzza Evolo si impegnò tanto per vedere realizzata la sontuosa Chiesa che oltre cinquant’anni fa le fece vedere in una visione la Madonna.

Quando le opere sono di Dio, la Madonna è sempre presente per donare Grazie ai benefattori, ma i diavoli si impegnano con tutte le forze per mettere ostacoli, essi frenano anche i benestanti nel fare donazioni, mettono incertezze e fanno rimandare di continuo le donazioni. Le donazioni alle opere di Gesù permettono di ricevono Grazie, inoltre si riparano i propri peccati.

Le anime più sensibili si lasciano ispirare da Gesù, altre necessitano della scossa che arriva dalla sofferenza o da altri problemi.

I diavoli vogliono attirare tutti nella bolgia infernale, effondono il loro spirito malefico dove trovano anche un piccolo spiraglio e i frutti velenosi indicano la riuscita dei loro sforzi. In questi tempi ingannano con estrema facilità persone di ogni condizione.

Il discernimento non si trova per caso, ed è difficile anche per grandi studiosi e conclamati professionisti percepire o intuire la presenza del Bene o del Male in una persona, in un luogo di preghiera, in una apparizione, ma anche nelle scelte della vita. Non è la cultura o la scienza a fornire conoscenze che superano i limiti umani, spesso neanche la competenza spirituale.

È pericoloso lasciarsi guidare dall’istinto nelle scelte o nel dare il proprio giudizio, non tutto ciò che piace è buono e autentico, non tutto ciò che si pensa viene da Dio. L’impulsività o la passionalità porta a credere o a non credere in qualcosa che umanamente richiede maggiore approfondimento.

Ci sono tante ragioni che spiegano l’agire ingannevole di incalcolabili persone a servizio di Satana, impegnate nei mezzi di comunicazione e soprattutto nell’utilizzo altamente ingannevole dei social media. Occorre una grande prudenza per evitare di ascoltare parole ispirate da Satana in tante trasmissioni televisive e ripetute da personaggi seducenti.

I diavoli quando esercitano un potere sulle persone, agiscono con sottili e continue ispirazioni, fino a indurle a compiere azioni impulsive.

I diavoli hanno il potere di arrecare mali fisici e psichici, essi ottengono un grande potere in quanti si lasciano influenzare da pensieri strani.

Si scopre sempre più spesso la forte correlazione tra diavoli e malattie, questo fattore dovrebbe incutere accortezza in tutte le scelte, ma abbiamo visto con il coronavirus la superficialità nel compiere molti capricci quando viene richiesta molta prudenza, perché il virus c’è e i potenti lo fanno diffondere ancora nell’aria.

Per vincere il Male è necessaria una preghiera umile, continua e fiduciosa, la Confessione periodica e una vita morigerata. Questa è la vita del cristiano. La Fede dei cristiani autentici atterrisce i diavoli e con la recita del Santo Rosario sono costretti a fuggire.

Nessuno deve abbattersi dinanzi alle sofferenze e alle malattie, oltre la preghiera sono molto importanti le preghiere di liberazione e dovete cercare Sacerdoti disponibili a lottare i diavoli, per ottenere dal Signore sollievo, serenità e la liberazione dai disturbi malefici.

Tutto il male compiuto da maghi, fattucchiere e odiatori, ricadrà su di loro, magari non subito ma inevitabilmente avverrà e li annienterà.

Le persone che odiano e maledicono poi patiscono tutto il male augurato ai buoni, perché il male ritorna, i diavoli si rivoltano contro.

Benedico ogni giorno tutti voi e vi ricordo sempre nelle mie preghiere.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro:www.gesuemaria.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *