L’equilibrio si trova e conserva con la preghiera – 12 Ottobre 2021

Martedì 12 ottobre 2021

XXVIII Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Lc11,3741)

Date in elemosina, ed ecco, per voi tutto sarà puro.

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre Gesù stava parlando, un fariseo Lo invitò a pranzo. Egli andò e si mise a tavola. Il fariseo vide e si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo. Allora il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno? Date piuttosto in elemosina quello che c’è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà puro». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

In duemila anni di storia, la Chiesa ha avuto al suo interno tanti teologi, cardinali e vescovi che hanno inventato dottrine eretiche, affermazioni contrarie al Vangelo storico fino a staccarsi dall’unica Chiesa.

Le tesi contro il Vangelo sono la loro rovina eterna, ma gli autori colmi di superbia e accecati, non ammettono mai di essersi sbagliati, anche perché quasi tutti vivono già qui nell’abisso della loro disperazione.

Ancora peggio quando sono i laici ad agire senza discernimento e sono seguaci di interpretazioni soggettive del Vangelo. Interpretano il Vangelo secondo l’emotività del momento, cercano le proprie convenienze, traggono conclusioni avventate con il conseguente smarrimento, e molto spesso non se ne accorgono.

Sono i peccati ripetuti e non confessati a far sprofondare sempre giù nell’abisso della perversione e della confusione mentale, esistenziale.

Le più grandi eresie cristiane sono venute da personaggi che pubblicamente testimoniavano di conoscere Gesù, come per esempio Lutero. Era un sacerdote cattolico, agostiniano, predicava il Vangelo e le opere di Gesù, ma ha dimostrato nei fatti che la sua conoscenza era falsata, esteriore, interessata.

Noi non dobbiamo fermarci ad una parziale conoscenza di Gesù, prendendo dal Vangelo quello che piace e ignorando il resto!

Per conoscere se stiamo seguendo veramente il Signore, oppure siamo ancora indecisi e dobbiamo fare di più, oppure si è lontani da Lui e non si riesce a vivere la sua Parola, leggiamo cosa scriveva San Paolo ai Galati.

«Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare i desideri della carne; la carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste.

Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete più sotto la legge. Del resto le opere della carne sono ben note:fornicazione, impurità, libertinaggio, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere.

Circa queste cose vi preavviso, come già ho detto, che chi le compie non erediterà il Regno di Dio. Il frutto dello Spirito invece èamore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c’è legge.

Ora quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri. Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito. Non cerchiamo la vanagloria, provocandoci e invidiandoci gli uni gli altri» (5,16-26).

La pace interiore è una conquista che si ottiene compiendo il cammino spirituale della Divina Volontà. Deve essere presente ed alimentato il vivo desiderio di obbedire alle parole di Gesù insegnate nel Vangelo.

La pace interiore rilascia alla persona una piacevole sensazione di benessere, ma c’è qualcos’altro da dire e riguarda la capacità di liberarsi da emozioni e sentimenti negativi, per dare spazio esclusivo a pensieri di quiete, alla leggerezza, alla convinzione di trovarsi davvero nel Cuore di Gesù.

La pace interiore è un dono di Dio.

Tanti «maestri» atei, anticlericali, orientali, buddisti, ecc., insegnano pratiche inventate da loro o prese da filosofie orientali, e alla fine dei corsi quanti partecipano diventano peggiori di prima, con seri problemi psichici.

Un frate psichiatra teneva corsi e incontrava molte donne, utilizzava metodi orientali, buddisti. Tutte le donne si sono allontanate dalla Fede, le loro condizioni psichiche sono peggiorate e alcune lo hanno pure denunciato per violenze sessuali.

L’equilibrio si trova e conserva con la preghiera, solo pregando si coltiva la Fede e si accresce.

Siamo chiamati a pregare bene, dobbiamo prima scoprire l’importanza della preghiera. Io ricordo a Gesù tutti voi e cerco di convincerLo ad accontentare le vostre intenzioni, a donarvi tutto quello che di buono vi serve e chiedete.

Mi arrivano ogni giorno numerose testimonianze di persone che mi ringraziano per avere ricevuto Grazie o per i miglioramenti delle malattie, anche di persone guarite da mali complicati. Gesù è grande e meraviglioso.

Io solo prego tante ore al giorno perché Gesù e la Madonna mi hanno invitato ad aiutarLi a salvare le anime prendendo su di me i loro peccati. Io ho accettato il 22 agosto 1995 e in seguito ho conosciuto tantissime sofferenze, prove, malattie, complotti, persecuzioni e diffamazioni. Per amore della salvezza delle anime.

Quando si risponde con un totale «Sì» alla Divina Volontà, Gesù vuole rivivere la sua vita nella persona scelta, quindi si patiscono le sofferenze vissute da Lui duemila anni fa.

Vi sono sempre vicino e desidero il Bene per ognuno di voi.

Pregate sempre per me, chi mi vuole stare vicino ed aiutarmi in questa opera che Gesù e la Madonna mi hanno posto sulla spalla destra, reciti

5 Pater

5 Ave

5 Gloria

per le mie intenzioni ogni giorno, dopo avere recitato il Rosario o in altri momenti.

In questo modo resteremo sempre uniti e le mie preghiere per voi saranno incessanti.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro:www.gesuemaria.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *