I comandi di Satana sotto il livello della coscienza – 14 Novembre 2021

Domenica 14 novembre 2021

XXXIII Domenica del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mc 13,24-32)

Il Figlio dell’Uomo radunerà i suoi eletti dai quattro venti.

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«In quei giorni, dopo quella tribolazione,

il sole si oscurerà,

la luna non darà più la sua luce,

le stelle cadranno dal cielo

e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte.

Allora vedranno il Figlio dell’Uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli Angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo. Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che Egli è vicino, è alle porte. In verità Io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli Angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre». Parola del Signore.

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Le profezie di Gesù i cristiani non possono ignorarle, non devono trovare pretesti per allontanarle dalla mente per la paura di perdere quanto piace di materiale e di altro o per vivere in una dimensione molto personale e che si chiama inganno della mente.

Il cristiano come gli atei è libero di gestire la sua volontà e di intraprendere le scelte che desidera. Quando si stacca da Gesù Cristo per proseguire la sua vita senza Dio e non rispetta più le parole sante del Signore, non teme il futuro che lo attende.

Ogni cristiano dimostra di seguire Gesù se osserva i suoi insegnamenti, ancora più intensamente devono avvalorarlo i suoi Ministri sacri.

Il Vangelo oggi ci presenta una profezia scioccante e che i mansueti credono perché hanno piena Fede in Gesù. Lui lo ha detto e così sarà.

Ma qual è la ragione di questo avvenimento che dovrà verificarsi? Accadrà solo questo di tremendo oppure seguiranno molto presto le profezie contenute nell’Apocalisse, con le sette coppe dell’ira ardente di Dio, che si scaricheranno sull’umanità?

L’ultimo Libro della Bibbia, l’Apocalisse, descrive dettagliatamente gli eventi che si verificheranno quando il mondo si allontanerà da Dio e Roma, chiamata la prostituta, sarà condannata perché capitale della corruzione. Non per i suoi abitanti onesti e buoni, si intende quel potere mondiale che verrà esercitato fra breve da Roma, dopo anni di incontri segreti sempre a Roma anche all’interno di ambienti sacri.

Le sette coppe dell’ira ardente di Dio che si scaricheranno sull’umanità saranno esclusivamente la risposta di Dio verso quanti hanno deciso da qualche secolo di fargli guerra, cominciando con la corruzione dei costumi; il pervertimento della gioventù con illimitati diversivi per inoculare la convinzione della non esistenza di Dio e bestemmiarlo; convincendo la gioventù e gli adulti che la vita è solo questa, è l’appagamento dei sensi, quindi tanta immoralità e depravazione sessuale.

Favorire il degrado morale è una delle tattiche perseguite per sradicare Gesù dai cuori, per addormentare la coscienza e stordire tutti.

I cristiani che leggono nel Vangelo di oggi la profezia di Gesù e mostrano qualche sorpresa, non hanno compreso cosa sta avvenendo né Dio.

Dio è Amore e non vuole mai il male, né le guerre, ma è Dio Creatore e non potrà permettere agli iniqui -chiamati potenti del mondo-, di distruggere la sua Chiesa o di far mettere il marchio dell’Anticristo a oltre sette miliardi di uomini e donne, così da trasformare quasi tutti in adoratori di colui che dichiarerà di essere il vero Cristo, come viene preparato dall’elite che vuole governare il mondo, con una sola economia, una sola moneta, una sola religione, ecc.

Il capitolo 16 dell’Apocalisse spiega la ragione della reazione di Dio alla satanica volontà dei seguaci del Male di distruggere il Cristianesimo.

In questi due millenni sono già avvenuti molti attacchi contro la Chiesa di Cristo per distruggerla, tutti si sono infranti contro la potentissima protezione della Madre di Dio, così oltre cento anni fa è stato deciso di corrompere la Chiesa dall’interno per annientarla.

Siamo arrivati alla battaglia finale tra i re della Terra (incitati da Satana) e Dio, tra il Bene e il Male. Si tratta comunque della fine di questi tempi dominati da Satana e la scomparsa dalla Terra di tutti i cattivi, e Gesù spiega questa purificazione con la parabola della mietitura del buon grano e della zizzania. I buoni resteranno per glorificare la Santissima Trinità.

«Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura e al momento della mietitura dirò ai mietitori: Cogliete prima la zizzania e legatela in fastelli per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio» (Mt 13,30).

Da oltre un secolo è in atto la battaglia finale contro il Cristianesimo e Dio Padre ha usato finora una pazienza infinita, questo soprattutto per le Sante Messe che si celebrano, in cui Gesù si offre misticamente di continuo per ottenere Misericordia a tutti noi.

Non ci ha lasciati soli, oltre l’invio dello Spirito Santo, ci ha donato l’Avvocata del Cielo per noi ottenere vittoria contro il Male.

Gesù nutre un grande amore per ciascuno di noi, non vuole perderci, ha dato la Vita per noi. Consideriamo che la risposta dell’umanità è inesistente, opposta all’Amore di Dio e interessata ad eseguire i comandi subliminali che giungono da troppe parti e voluti dall’èlite mondiale obbediente a Satana.

Sono quei comandi che hanno luogo sotto il livello della coscienza, troppo deboli per essere avvertite, ma sufficienti a influenzare l’inconscio e condizionare il comportamento. Questi comandi arrivano alla mente e la stragrande parte dell’umanità li accoglie come desideri e disposizioni personali, assecondandoli. Mentre sono comandi che arrivano dai diavoli.

Chiediamo ogni giorno aiuto alla Madonna con la consacrazione al suo Cuore Immacolato e la recita del Santo Rosario.

1 Ave Maria per Padre Giulio

“O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen”.

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro:  www.gesuemaria.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *