L’apostasia annunciata nel vero 3° Segreto di Fatima – 6 Dicembre 2021

Lunedì 6 dicembre 2021

II Settimana di Avvento

+ VANGELO (Lc5,1726)

Oggi abbiamo visto cose prodigiose.

Dal Vangelo secondo Luca

Un giorno Gesù stava insegnando. Sedevano là anche dei farisei e maestri della Legge, venuti da ogni villaggio della Galilea e della Giudea, e da Gerusalemme. E la potenza del Signore gli faceva operare guarigioni. Ed ecco, alcuni uomini, portando su un letto un uomo che era paralizzato, cercavano di farlo entrare e di metterlo davanti a Lui. Non trovando da quale parte farlo entrare a causa della folla, salirono sul tetto e, attraverso le tegole, lo calarono con il lettuccio davanti a Gesù nel mezzo della stanza. Vedendo la loro Fede, disse: «Uomo, ti sono perdonati i tuoi peccati». Gli scribi e i farisei cominciarono a discutere, dicendo: «Chi è Costui che dice bestemmie? Chi può perdonare i peccati, se non Dio soltanto?». Ma Gesù, conosciuti i loro ragionamenti, rispose: «Perché pensate così nel vostro cuore? Che cosa è più facile: dire “Ti sono perdonati i tuoi peccati”, oppure dire “Alzati e cammina”? Ora, perché sappiate che il Figlio dell’Uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati, dico a te -disse al paralitico-: alzati, prendi il tuo lettuccio e torna a casa tua». Subito egli si alzò davanti a loro, prese il lettuccio su cui era disteso e andò a casa sua, glorificando Dio. Tutti furono colti da stupore e davano gloria a Dio; pieni di timore dicevano: «Oggi abbiamo visto cose prodigiose». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Le nuove interpretazioni del Vangelo e la struttura teologica di oggi si oppongono alla Volontà di Dio. Sia i mandanti che gli esecutori agiscono senza preoccuparsi di Dio e questo orientamento svela l’apostasia, la perdita della Fede. Il vero Magistero della Santa Chiesa per loro è da annullare e non hanno requie, sono agitati quasi quanto i demoni.

È l’apostasia annunciata nel vero terzo Segreto di Fatima e chi lo legge, scopre che la profezia rivelata dalla Madonna sulla Chiesa di questi anni, si sta manifestando nella sua integrità. Si giungerà presto allo svelamento completo di questo Segreto e molti cattolici tiepidi non avranno la lucidità per seguire le indicazioni della Madonna e abbandoneranno la Verità insegnata da Gesù Cristo.

Apostasia è la perdita della Fede, un atteggiamento interiore che i traditori di Gesù non manifestano all’esterno, ma inevitabilmente si riconoscono soprattutto dall’ambiguità delle parole, dalle storture linguistiche, dal modernismo che incarnano per la Fede perduta e li porta a creare un nuovo Cristo e una nuova Chiesa.

Esteriormente possono presentarsi sorridenti, rassicuranti, ostentano una bontà eccellente, trovano tanti modi falsi per attirare consensi e applausi, ma sono impostori.

MOSTRANO UNA MASCHERA, LA VERA IDENTITÀ SI SCOPRE NELLE REAZIONI IMPROVVISE, NELLE SITUAZIONI IN CUI LA SORPRESA FA PERDERE IL CONTINUO AUTOCONTROLLO. IN QUESTE CIRCOSTANZE VIENE FUORI LA VERA INDENTITÀ E LA SPIRITUALITÀ DELLA PERSONA.

Interiormente sono persone devastate, Gesù chiama tutti loro sepolcri imbiancati e rileggiamo le sue parole: «Guai a voi ipocriti, che assomigliate a sepolcri imbiancati: all’esterno appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni marciume» (Mt 23,27).

Le opere dei cattivi maestri che agiscono nella Chiesa e contrari a Dio, porteranno incalcolabili milioni di cristiani a perdere Gesù per accogliere l’Impostore, arriveranno a varcare la soglia della verità per perdersi nell’inganno tramato da personaggi che non obbediscono più a Gesù e hanno scelto altri maestri.

Questi maestri ispirano le eresie nella Chiesa, sono euforici e gasati per l’apparente vittoria, ma durerà per poco tempo, poi agirà il Re dell’Universo.

GIÀ ADESSO VIVONO UNA VITA DISGRAZIATA RICOLMA DI ODIO, RIMORSI, IRREQUIETEZZE, ANGOSCE INTERIORI MORTALI CHE ESSI ATTENUANO CON L’AGGIUNTA DI ALTRI CRIMINI, POI HANNO ANCHE ODIO VERSO TUTTI I SACERDOTI FEDELI A DIO, E VENDETTA CONTRO GESÙ CRISTO.

Questo è il tempo delle novità teologiche profetizzate da San Paolo, chi le segue perde Gesù e non riceve alcuna protezione dalla Madonna.

C’è da evitare il rischio di cadere nella trappola modernista/protestante, un pericolo spesso impercettibile per quanti conoscono poco la sana dottrina e si fidano delle parole che ascoltano nelle omelie senza la citazione di Gesù e in altri contesti ecclesiali.

La Fede autentica è bersagliata da molte parti e la sua perdita è un grande disgrazia, non si deve rimanere indifferenti dinanzi a questo attacco, al contrario siamo chiamati ad approfondire i fondamenti del cattolicesimo per respingere ogni teoria dubbia o palesemente eretica.

La Persona di Gesù oggi viene presentata abbastanza diversa dal Vangelo, e non è sufficiente pronunciare il suo Nome per manifestare la piena fedeltà, sono la retta intenzione e le opere sante a mostrare chi siamo veramente, quale vita cristiana conduciamo.

Anche nelle piccole cose si scopre se Gesù vive in noi, è sufficiente esaminare pensieri, impulsi, slanci, aridità e fervori interiori.

L’esame di coscienza fa riconoscere anche con quali sentimenti si compiono le opere, si parla e si vive. Svela come stiamo vivendo!

L’episodio del miracolo del paralitico è abbastanza eloquente. Ci dice che la Fede dei suoi amici era forte e sincera, una Fede che ha facilitato un miracolo straordinario, come il perdono dei peccati e la guarigione istantanea dalla paralisi.

L’uomo paralizzato era impossibilitato a raggiungere il luogo dove si trovava Gesù, i suoi amici ebbero una grande Fede e lo trasportarono sul lettino per poi calarlo dal tetto, dopo averlo aperto.

La Fede matura e obbediente spinge e permette di compiere gesti apparentemente arditi ma efficaci, benedetti da Dio.

Hanno aperto il tetto che impediva di vedere Gesù, come ogni cristiano deve eliminare ogni ostacolo che impedisce di adorare Gesù.

Per la Fede degli amici del paralitico, l’uomo ha ricevuto un insperato doppio miracolo, ha ricominciato a vivere normalmente, è rinato a nuova vita.

Non c’era in quegli uomini alcun dubbio sulla divinità di Gesù, erano certi di trovarsi davanti al Figlio di Dio. «Vedendo la loro Fede, disse: “Uomo, ti sono perdonati i tuoi peccati”. (…) “Alzati, prendi il tuo lettuccio e torna a casa tua”».

Portate anche voi nella preghiera i familiari e tutti i conoscenti davanti al Tabernacolo dove vi aspetta Gesù Cristo, ricordate tutti nella Santa Messa, affidateli ogni giorno al Sacratissimo Cuore di Gesù. Le risurrezioni spirituali dei peccatori dipendono dalle nostre preghiere!

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro:www.gesuemaria.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *