SOSTIENI LA NOSTRA ATTIVITA' - ACQUISTA ONLINE

libro pieghevole corone icone

LIBRI

PIEGHEVOLI

CORONE

ICONE SACRE

Mercoledì 1 marzo 2017

Mercoledì 1 marzo 2017

VIII Settimana del Tempo Ordinario

Mercoledì delle Ceneri

+ VANGELO (Mt 6,1-6.16-18)

Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei Cieli. Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità Io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità Io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità Io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profumati la testa e lavati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Tutto l’anno è tempo per la conversione del cuore, ma non è percepibile ai sensi come qualcosa di materiale, si riconosce semmai dall’ordine interiore e dal comportamento. In ogni giorno dell’anno si incontrano occasioni di peccato nell’ambiente che si frequenta, anche nella propria famiglia, senza dimenticare le tentazioni sempre pronte a disturbare.

C’è soprattutto l’inclinazione della persona verso uno o più vizi e senza la vera conversione, non si migliora mai e si peggiora.

La Quaresima è il Tempo liturgico forte perché focalizziamo con maggiore determinazione il senso della vita spirituale e l’impegno si deve tradurre in opere consistenti. Riconosco che oggi è diventato più difficile comprendere la necessità delle buone opere, delle penitenze, del digiuno, del cambio di mentalità.

Per una settimana si ascoltano messaggi da ogni parte che inducono a percorrere sentieri apparentemente belli e pieni di luci, che in realtà annebbiano la mente e non permettono di riprendere la guida della propria volontà.

Il mondo lontano da Dio non conosce l’equilibrio psicofisico, non può possederlo per il distacco dai valori che arrecano armonia interiore e una volontà decisa a fare sempre il Bene e ad evitare sempre il male. Questo atteggiamento è possibile attuarlo restando vicini a Gesù e ricevendo da Lui la forza per contrastare il male interiore e vincere le tentazioni.

Senza Gesù si cerca la ricompensa terrena utilizzando metodi negativi, e la ricerca di una ricompensa è sempre attiva in una persona che non possiede l’equilibrio interiore. In qualche modo si cerca un appagamento, una ricompensa che può essere economica o uno scambio di favori illeciti. Ma tutto appare onesto perché i valori morali sono assenti.

Mancando l’ordine interiore ovviamente regna il disordine mentale, così ogni pensiero diventa un comando da eseguire e spesso si tratta di peccati. La persona però non li vede come peccati in quanto non ha un ordine interiore, non c’è la Luce dello Spirito Santo né i Comandamenti che regolano la vita.

In questo stato di disperazione morale, la persona senza Dio cerca di soddisfare ogni pensiero/tentazione e scivola sempre più giù…

Si tratta di una ricompensa che cerca ogni persona, in modo lucido o confuso.

Chi non ha incontrato il Signore o non prega bene, la ricompensa la trova nelle immoralità, la gratificazione arriva dal denaro disonesto, dalle droghe, dal sesso sfrenato, dall’alcool, dalla dissipazione devastante.

È il disordine che comanda la vita di quanti cercano la ricompensa nelle cose del mondo!

La ricompensa promessa da Gesù ai buoni, ai suoi seguaci che osservano la sua Legge, è diversa, si tratta di una felicità impagabile in questa vita insieme ad aiuti, gratificazioni spirituali e materiali. Gesù elargisce sempre con abbondanza doni e aiuti a quanti vivono la sua Parola.

La differenza nella nostra vita sta nella ricerca della ricompensa: da chi la cerchiamo?

La Quaresima inizia presentandoci la meditazione sulla ricompensa, la ragione che spinge a seguire qualcuno o a fare qualcosa.

“State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei Cieli”.

Gesù distingue quelli che ricevono subito una ricompensa umana e dannosa per i loro comportamenti disonesti, da quanti invece si stanno preparando una ricompensa eterna e gloriosa, ma che già adesso, in questa vita, pregustano abbondantemente la gioia interiore che non ha limiti.

In questo Vangelo Gesù prima spiega l’atteggiamento umano da non compiere e da cui non si riceve alcuna ricompensa, subito dopo precisa come comportarsi e conclude con l’affermazione: “Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”.

«“Dunque, quando fai l’elemosina… In verità Io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece… e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”.

“E quando pregate… In verità Io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece… e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”.

“E quando digiunate… In verità Io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece… e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”».

Ogni giorno di questa Quaresima possiamo compiere opere meritorie per la vita eterna, riflettendo che Gesù la ricompensa ce la dona di continuo, forse ce ne accorgiamo raramente ma Lui è sempre accanto a noi e ci ama senza perderci di vista.

Siamo nel suo Cuore solo se lo vogliamo.

Sia questa la migliore Quaresima della nostra vita! Pregate ogni giorno per me!

1 Ave Maria per Padre Giulio

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l'amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all'anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell'Italia 

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all'Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l'ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Ogni giorno analizzo i miei comportamenti per capire chi è al primo posto nella mia vita.

Pensiero

Io chiamo conversione il passaggio da una vita frivola, sensuale, senza regola, a una vita umile, mortificata, regolata.(La Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Tags: vangelo

Copyright © 2016 Associazione Cattolica Gesù e Maria