SOSTIENI LA NOSTRA ATTIVITA' - ACQUISTA ONLINE

libro pieghevole corone icone

LIBRI

PIEGHEVOLI

CORONE

ICONE SACRE

Lunedì 6 marzo 2017

Lunedì 6 marzo 2017

I Settimana di Quaresima

+ VANGELO (Mt 25,31-46)

Tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me.

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando il Figlio dell’Uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli Angeli con Lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a Lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”. Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”. Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato”. Anch’essi allora risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?”. Allora egli risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l’avete fatto a me”. E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

La valutazione di ogni evento e il giudizio sulle persone, cambia da ciò che la persona è interiormente, dalla sua spiritualità e non è sufficiente una affabilità o mansuetudine naturale, perché anche le persone che si mostrano tranquille hanno un’attività interiore di giudizio e spesso vanno anche oltre il giudizio e maledicono.

Non è quindi la naturale buona qualità dei sentimenti di una persona a darle la certezza di rimanere distaccata dalla mentalità iniqua.

Una persona può esteriormente mostrarsi gentilissima e buonissima, può sorridere in ogni circostanza per necessità lavorative e di accoglienza nel luogo dove agisce, mentre interiormente è devastata dal male spirituale che la conduce a giudicare senza posa. Piena di tormenti e con una coscienza distrutta dalle cattive opere commesse nella sua vita.

Potrà salvarsi una persona così? Certo, è quello che vuole Gesù e la Madonna chiede sempre preghiere per la conversione dei peccatori. Tutto è possibile per chi crede, e se si prega anche per anni per la salvezza dell’anima di un peccatore, Gesù non trascurerà quelle preghiere.

Gesù e la Madonna sono dalla nostra parte, comprendiamolo bene, non sono giudizi severi ma amorevoli e comprensivi!

I credenti compiono un grande cammino di Fede quando giungono a questa certezza. E curano più di tutto la vita spirituale.

Non è l’apparenza ciò che vale in una persona, comprendo che qualcuna si irrigidirà leggendo queste mie parole, ma io non cerco consensi facili, io desidero salvare le vostre anime spiegandovi la verità. Tutti mi conoscete così, non ho mai scritto per compiacere, proverei vergogna nel celebrare la Santa Messa e nell’andare davanti al Tabernacolo dove c’è Gesù vivo e vero.

Lui potrebbe dirmi: “Ora cosa vieni a fare qui da Me dopo che hai ricevuto gli applausi di chi legge la newsletter che tanto bene fa?”.

Devo aiutarvi come vuole Gesù e non come il mondo ipocrita agisce per lusingare e sedurre, per poi strappare l’anima e offrirla a satana… Rileggiamo cosa ha detto satana a Gesù nelle tre tentazioni e che è stato rivelato a Maria Valtorta. Meditate con attenzione cosa dice satana sul suo modo di agire e qui lo svela stupidamente al Signore la sua strategia:

Tu diffidi di me. Fai male. Io sono la sapienza della terra.

Ti posso esser maestro per insegnarti a trionfare. Vedi: l’importante è trionfare.

Poi, quando ci si è imposti e si è affascinato il mondo, allora lo si conduce anche dove si vuole noi.

Ma prima bisogna essere come piace a loro.

Come loro.

Sedurli facendo loro credere che li ammiriamo e li seguiamo nel loro pensiero”.

Il testo l’ho inviato ieri sera e potete leggere l’intero dialogo. Le parole di satana fanno capire ai sordi che chi ci accarezza vuole l’anima…

La mia certezza rimane la Parola di Dio, la sana dottrina intramontabile, oggi molto attaccata all’interno della Chiesa per renderla moderna.

Di Gesù ho la sicurezza che è vivo nel senso che sono più convinto della sua presenza che della mia esistenza! E vede tutto, sente ogni parola, ascolta ogni pensiero, conosce il futuro di tutti e ci vuole un gran bene. Nessuno ha amato ognuno di noi come continua ad amarci il Signore Gesù!

La mia convinzione della sua presenza è massima e non potrei mai scrivere o pensare di agire in modo difforme dalla sua Volontà.

Allo stesso modo, vi scrivo esclusivamente quanto fa bene alle vostre anime, anche se sono insegnamenti che scuotono, anzi devono turbare le coscienze per spingerle ad una giornaliera verifica dello stato spirituale. A cosa servirebbe allora questa newsletter se non avesse la finalità amorevole di farvi riflettere?

Le mie parole non sono condanne ma consigli che un Padre dà a quanti ama e vuole salvare prima dalle zanne dei diavoli e poi dall’inferno.

Dobbiamo servire Gesù e le persone, non servirci di Gesù per la carriera e delle persone per ottenerne privilegi, elogi e consensi.

Oggi il Signore ci spiega che non è saggio rincorrere l’apparenza e trascurare la vera parte importante della vita che è l’anima.

Direte che nel mondo trionfa l’apparenza, che tutti cercano di camuffarsi per apparire ciò che sono, e certamente sbagliano. Gesù ci ama così come siamo, cosa ce ne importa se gli altri non ci amano conoscendo ciò che siamo? Sia dal punto religioso e magari a causa di qualche difettuccio.

Il Signore ci giudica e giudicherà definitivamente sull’amore, nel Vangelo parla moltissimo della bontà, della carità fraterna, della sincerità e della retta intenzione. Sono queste virtù che rendono la persona bella dentro e fuori.

Non c’è dubbio che bisogna curare bene il fisico, sia igienicamente che per le necessità climatiche, quindi, nessuna condanna per ogni forma di cura e di benessere per il corpo, senza considerarlo idolo o appunto adorarlo.

Se portiamo Gesù in noi e pratichiamo le virtù, chi ci incontra si sente attratto dallo Spirito che forse non ha e che trasmette gioia e pace.

1 Ave Maria per Padre Giulio

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Durante la Santa Messa devo guardare Gesù nelle specie eucaristiche, lodandolo per la sua presenza, per il dono che fa di sé, con parole nuove, cariche di amore e di ringraziamento.

Pensiero

Bisogna pregare molto semplicemente e dire: mio Dio, ecco un’anima ben povera che non ha niente, che non può nulla. Fammi la Grazia di amarti, di servirti e di conoscere che non sono nulla. (Santo Curato d’ Ars)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Tags: vangelo

Copyright © 2016 Associazione Cattolica Gesù e Maria