SOSTIENI LA NOSTRA ATTIVITA' - ACQUISTA ONLINE

libro pieghevole corone icone

LIBRI

PIEGHEVOLI

CORONE

ICONE SACRE

Venerdì 24 marzo 2017

Venerdì 24 marzo 2017

 

III Settimana di Quaresima

 

+ VANGELO (Mc 12,28-34)

Il Signore nostro Dio è l’unico Signore: Lo amerai.

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i Comandamenti?». Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro Comandamento più grande di questi». Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di Lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici». Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal Regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Quanto accaduto a Londra manifesta ancora una volta l’impossibilità del dialogo con quanti hanno una concezione non solo diversa dal Cristianesimo, ma anche contraria, opposta, ribelle. Non si può parlare di gruppi isolati o di fanatici che improvvisamente perdono il controllo e vogliono realizzare il vecchio progetto di dominare prima l’Europa e poi il mondo.

Il vero problema è diverso e molti, diciamo, intellettuali, non lo ammettono per l’incapacità di arrivare a cogliere una verità fin troppo evidente ma non per quanti sono inzuppati di una superbia che rimane stabile su un piano apparentemente superiore. Mentre è talmente inferiore e sotterranea da non riuscire a vedere nitidamente la realtà.

Abbiamo visto che molte persone tra politici e cooperative sono interessate all’ingresso degli immigrati, negli ultimi giorni sono entrati in Italia circa diecimila persone arrivate sui barconi. Dove verranno alloggiati oltre gli alberghi e i centri di accoglienza? Non si considerano i milioni di italiani poveri, senza casa, privi di medicinali?

È irrazionale l’accoglienza per lasciare liberi centinaia di migliaia di immigrati di circolare in Italia senza alcuna meta e gli aiuti necessari. Oltre che irrazionale è anche un danno enorme che si apporta a queste persone che conservano la stessa dignità degli europei.

Si ascolta di continuo la litania della necessità di accoglierli tutti. Non sarebbe più umano, cristiano, logico, aiutarli nelle loro terre?

C’è una strategia segreta che supera pure l’interesse ideologico dei politici e delle cooperative che si arricchiscono.

È evidente che la minima parte dei clandestini ha nell’animo la volontà di causare stragi, ma c’è da considerare che tutti hanno studiato l’identica dottrina che insegna l’obbligo di invadere e dominare il mondo. Anche i più miti hanno studiato questo scritto, insieme ad altri scritti che considerano i cristiani come cani infedeli.

Il piagnisteo dei politici tedeschi e inglesi ormai è inutile e sciocco. Dovevano pensarci prima a controllare e a registrare tutti gli immigrati, ad evitare la nascita di rioni abitati solo da persone che non si integrano e che hanno portato in Europa la cultura violenta delle loro zone di provenienza.

Al contrario di tutto questo sopruso, solo Gesù ci parla di amore e di perdono.

Si rivolge all’umanità ma è un argomento impegnativo e richiede in chi lo accoglie, la capacità di fare del bene. Se nel cuore non è presente la bontà, non si comprende il messaggio del Signore e si avversa anche la sua Chiesa.

Al centro del Vangelo c’è Gesù, Lui è l’Amore incarnato, solo in Lui è possibile amare anche i nemici e perdonare dimenticando le offese.

Non esiste una religione come il Cristianesimo, questo spiega l’odio velenoso di molti oppositori e la persecuzione incessante.

Nelle leggi delle altre religioni si trovano insegnamenti violenti o istruzioni immorali. Nessuna religione insegna il Comandamento nuovo portato dal Signore e che riescono a praticare solo i buoni. Solamente i cristiani comprendono che devono amare tutti e adorare il Figlio di Dio incarnato.

Noi che conosciamo Gesù siamo chiamati ad imitarlo, anche nel dialogo con le altre religioni dobbiamo fare come Lui quando rifiuta di allearsi con scribi e farisei, perché oppositori del Comandamento dell’Amore portato da Lui. Non accettano Lui come Dio e questo è già il grande impedimento che chiude ogni possibilità di dialogo con quanti non Lo riconoscono come Dio.

L’imitazione di Gesù ci porta ad usare misericordia verso tutti, a condividere ogni cosa buona, ad insegnare che solo in Lui c’è salvezza.

“Carissimo Padre Giulio, la voglio ringraziare pubblicamente per il grande bene che ricevo dai suoi profondi scritti. C’è una abbondante sapienza che la guida, una capacità di toccare i cuori che mi commuove sempre. Ogni suo scritto è ricolmo di amore, si assapora indubitabilmente la presenza dello Spirito Santo per la gioia che si scopre leggendo gli scritti. C’è sempre il desiderio di leggere i suoi scritti, sono attratto e lo spiego per la presenza di Dio, della Madonna, da lei amata in modo encomiabile. Continui ad inviarmi questi preziosi commenti, in questi anni hanno cambiato la mia vita sacerdotale e mi sento un uomo nuovo, per avere compreso qual è veramente la missione di un sacerdote. Spesso le invio offerte per l’apostolato che svolge con la buona stampa e per il luogo di preghiera. In estate verrò a trovarla e a ringraziarla di presenza, porterò con me un piccolo gruppo di parrocchiani che la segue con molto interesse. Voglio lanciare un appello a tutti i lettori: aiutate con le donazioni questa benedetta Opera che sta salvando un grande numero di anime. Oggi sono pochi i luoghi dove si osserva la sana dottrina e l’ascolto delle catechesi di Padre Giulio, sono certo permetteranno una maggiore conoscenza di Gesù e Maria a tutti voi. Chi ha possibilità economiche, non perda tempo a sostenere questa Opera, chi ha meno possibilità lo stesso può inviare venti o dieci euro al mese. Facciamo tutti qualcosa per far crescere questa Opera che ci sta dando grandi aiuti e che ci renderà migliori. Caro Padre pubblichi questo mio scritto, io la chiamerò presto dopo avere tentennato numerose volte. Forse per il grande rispetto verso lei, che però è diventato quasi timore reverenziale. La saluto con grande affetto e mi consideri sempre suo devoto. Don Giuseppe”.

1 Ave Maria per Padre Giulio

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Quali sono le occasioni di peccato da cui bisogna guardarsi? Devo riflettere e rimanere vigilante. Terrò fisso lo sguardo della Fede verso Gesù.

Pensiero

Non travagliatevi per i cattivi pensieri. Altro è sentire, e altro è acconsentire. (San Francesco di Sales)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Tags: vangelo

Copyright © 2016 Associazione Cattolica Gesù e Maria