GESÙ CRISTO: IL VERO ED UNICO MESSIA

La coscienza di Gesù circa la sua missioneIn tutte le sue azioni Gesù di Nazareth è dominato dalla certezza di avere un incarico divino. La consapevolezza “Io sono mandato, io sono venuto” è il tratto fondamentale distintivo della figura di Gesù Cristo. Su questa coscienza si fonda la sublime sicurezza del suo contegno.Questa coscienza della sua missione appare chiarissima soprattutto nel Vangelo di Giovanni. L’espressione “colui che Dio ha mandato” (Gv 3, 34; 5, 38; 9, 29; 10, 36; 17, 3) è addirittura per Lui un titolo distintivo ed un nome proprio.Questa certezza della missione è collegata con la coscienza della sua preesistenza da cui riceve il suo particolare valore: “Io sono uscito da Dio e sono venuto. Io non sono venuto da me, ma il Padre mi ha mandato” (Gv 8, 42). “Io non sono disceso dal cielo per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato” (Gv 6, 38).Dietro l’azione ed il messaggio di questo inviato divino (= Messia) sta l’autorità del Padre: “Io non ho parlato da me, ma il Padre che mi ha mandato, mi ha comandato ciò che devo dire ed annunciare” (Gv 12, 46).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.