L’AVVOCATA

di Padre Giulio Maria Scozzaro dal nostro libro Maria Madre di Dio 1) MARIA DIFENDE SEMPRE TUTTI I SUOI FIGLIMaria è Onnipotente per Grazia e la Sua preghiera è irresistibile per Amore. Tra un Santo e Maria c’è una distinzione quasi infinita, perché Maria è la Madre di Dio e Dio non può formare una creatura al di sopra di Sua Madre.Lei può salvarti perché è Madre di Dio, vuole salvarti perché è tua Madre. A Lei non manca né potere né volere di salvarti, devi solo ricorrere a Lei. Maria è stata costituita dal Signore per Avvocata universale di tutti. “Come di tutti è Regina, così di tutti è Avvocata”, dice l’Idiota. Anzi più specificamente, dice Dionisio Cartusiano, “Ella è l’Avvocata dei peccatori, perchè propriamente i rei, non gli innocenti, hanno più bisogno di chi li aiuti”. Maria è l’Avvocata di tutti gli sciagurati che a Lei ricorrono. “Se Maria non fosse stata così Santa -obietta San Lorenzo Giustiniani-, come poteva Dio costituirLa Scala del Paradiso, Avvocata del mondo, Mediatrice fra Lui e noi?”.Dio ha dato tanta efficacia alle preghiere dei Santi, ma il solo sospiro di Maria Santissima è più potente di tutte le preghiere di Angeli e Santi messi insieme. Se Dio perdonava il popolo d’Israele uscito dalla schiavitù dell’Egitto per le preghiere di Mosè, quanto più perdonerà noi per le preghiere di Maria, che è Sua Madre? E’ vero, tanti Santi hanno risuscitato morti, hanno operato innumerevoli prodigi, hanno sanato moribondi e confortato disperati. Alla preghiera di Giosuè si arresta il sole, alle preghiere di San Gregorio si sposta un monte, alle suppliche di Elia i morti risuscitano e scende fuoco dal cielo, all’ombra delle vesti di San Pietro gli ammalati guariscono, alle voci di Marco Anacoreta tremano i monti, ai comandi di San Vincenzo Ferreri ubbidiscono gli oggetti. Queste sono solo alcune opere compiute dai Servi di Dio. Ma quanto più può Maria, che ha tenuto in Grembo per nove mesi lo stesso Dio? Ella può tutto. L’efficacia della preghiera di Maria è straordinaria, non comprensibile a noi. Dice San Pier Damiani, che “la Santissima Trinità Le ha data ogni potestà in Cielo, in terra e fino agli abissi, e che a Lei è anche possibile ridurre a penitenza ed alla via della salvezza le anime più disparate”. “Non è possibile -afferma San Antonio- che le preghiere della divina Madre possono essere rifiutate”.Nel capitolo 2, “Il Capolavoro di Dio”, ho riportato alcune citazioni di grandi Santi, che hanno amato profondamente Maria. C’è da chiedersi: per quale ragione hanno amato così intensamente la Madonna? Cosa ha rappresentato Maria per tutti Loro? Quali grandi aiuti hanno ricevuto da Maria se L’hanno amata sempre di più, e chiedevano continuamente Grazie a Maria? Quante meditazioni hanno fatto su Maria, per conoscerLa meglio e crescere nel Suo Amore? Perché hanno riposto la Loro stessa vita e tutte le Loro opere nel Cuore di Maria? Quali meraviglie di grandezza predicavano su Maria? Grandissimi Santi, ma tutti infiammati d’amore per Maria.Voglio riportare per tua utilità alcuni pensieri di grandi Santi, già citati nel suddetto capitolo. “O Vergine, quello che Dio può per la Sua Volontà, Tu lo puoi per la Tua preghiera”, dice San Agostino. E Sant’Antonio continua: “La preghiera della Madre di Dio ha carattere di comando, e non è che non sia esaudita”. San Pier Damiani scrive: “Avvicinati, o Vergine, all’altare del perdono, non già per supplicare, ma per comandare come Regina, poichè nelle Tue mani sono tutti i Tesori della Misericordia di Dio”. E San Bonaventura non esita a dire: “Nessuno entra in Cielo, se non per mezzo di Maria”. San Bernardo consiglia: “Andate a Maria, ve lo dico senza esitare, Ella sarà sempre ascoltata, per ragione della Sua dignità; l’Angelo Le disse che aveva trovato Grazia ed effettivamente Maria sempre trova Grazia”. “Al comando di Maria -afferma San Bernardino da Siena- tutti obbediscono, anche lo stesso Dio! Basta che la Vergine voglia e tutto sarà fatto”.Cosa dire di questi pensieri di Santi che hanno agito più da Angeli che da uomini? C’è solo da tacere commossi e desiderare con tutto il cuore di amare Maria “almeno” come hanno fatto Loro.2) MADRE AMOREVOLE DEI PECCATORILa Madonna disse a Santa Brigida: “Qualsiasi peccatore, anche se ha commesso innumerevoli peccati, se egli ritorna a Me, Io sono pronta a riceverlo, non appena ritorna a Me. Nè sto allora a osservare i peccati che ha fatto, ma solamente l’intenzione con la quale viene a Me; se egli viene con volontà di cambiare vita, Io non Mi rifiuto di medicare e sanare le sue piaghe, perchè Io sono chiamata, e sono veramente, Madre di Misericordia”.Dice San Bernardo, che “a Maria non manca nè volere, nè potere per esaudirti, aiutarti e consolarti”. Maria, come Avvocata del genere umano conosce bene tutti i nostri bisogni. Il Padre Gutierrez sostiene, che “ogni Grazia domandata a Maria, L’ha sempre ottenuta”. Per questo, Riccardo di San Lorenzo invoca: “Sii a noi propizia, o Augustissima Regina, che dal Figlio Onnipotente fosti fatta Madre Onnipotente”.È vero, dice Sant’Anselmo, “quello che tutti i Santi possono insieme a Te, o Vergine Santissima, tu sola puoi senza nessuno di essi”. Precisa San Bernardo, che “inutilmente pregherebbe gli altri Santi di aiutarlo colui che Maria non aiutasse nel pregare”. “Perchè -dice Sant’Anselmo- se Tu taci nessuno ci può soccorrere; se Tu preghi tutti ci soccorrono e pregano per noi”.Tu preghi Sant’Antonio, Santa Rita, Padre Pio da Pietrelcina e fai bene, ma sappi, che Loro per ottenerti la Grazia, devono ricorrere a Maria, chiedere l’intercessione dell’Avvocata del Cielo. Ricorda, spiega San Bonaventura, che “Maria possiede in assoluta pienezza quello che i Santi posseggono solo in minima misura”. E Sant’Alfonso dè Liguori prosegue: “In Lei la Divina Grazia non scese a stille come nei Santi, ma alla maniera di abbondante pioggia sopra un vello”.3) MARIA È SEMPRE PRONTA AD INTERCEDERE PER I PECCATORIDice San Bernardino da Bustis che, “quando a Lei ricorreremo, La troveremo sempre con le mani piene di Misericordie e Grazie”. “Perchè temiamo dunque -dice San Bernardo- di non essere consolati ricorrendo a Maria? Ella non è austera, nè mette terrore, ma è Tutta dolce e benigna con ognuno che a Lei si raccomanda”. San Giovanni Damasceno La chiama: “Città di rifugio per tutti quelli che rifuggono in Essa”. Santa Brigida sentì una volta Gesù dire alla Vergine Maria: “Madre Mia, chiedimi quel che vuoi”. Maria rispose: “Altro non domando, che chiedere misericordia per i miseri”. Giustamente, San Bernardo suggerisce: “Chiediamo a Dio molte Grazie, ma chiediamole per mezzo di Maria; Ella è l’acquedotto per il quale esse scendono a noi”.È bene farsi aiutare nei bisogni dai Santi, che hanno meritato molto in vita davanti a Dio, ma questo non deve farti venire meno nell’amare particolarmente e intensamente la Madonna. Il Santo a cui sei devoto, ti direbbe di pregare più la Madonna che Lui, di amare più la Madonna che Lui. E ricorda, che Lui è diventato Santo proprio perché aveva un grande Amore per la Madonna, perché senza Maria non si formano Santi. Leggi la vita del Santo di cui sei devoto, troverai immancabilmente un grande Amore per Maria, perché, ripeto, non sarebbe diventato Santo, non otterrebbe Grazie per te da Maria Santissima. Dove c’è un Santo c’è sempre Maria, anzi, c’è il Santo perchè c’è Maria, la Formatrice dei Santi.Disse la Madonna a Santa Brigida: “Io sono chiamata la Madre della Misericordia, e con verità tale Io sono, perchè tale Mi ha fatta la Misericordia di Dio”. Per cui, Riccardo di San Lorenzo afferma: “Non trascuriamo di ricorrere in tutti i nostri bisogni a questa Divina Madre, La quale si fa trovare sempre pronta ad aiutare chi La prega”. “Sì, o Maria, prendi le nostre difese presso il Suo Trono. Gesù nulla Ti nega in Cielo, poichè tu nulla gli negasti in terra. ParlaGli, o Signora, poichè il Figlio Tuo Ti ascolta! ParlaGli di noi peccatori”, afferma un’anima innamorata. “Signore, tu hai dato al Tuo Figlio la Giustizia, perché alla Sua Madre desti la Tua Misericordia” sostiene San Tommaso da Villanova. “Dà, o Signore, la potestà di giudicare al Re, e l’amministrazione della Tua Misericordia alla Sua Madre” continua San Bonaventura. Ma chiarisce tutto San Bernardo dicendo che “l’Eterno Padre ha dato al Figlio l’ufficio di giudicare e punire; alla Madre l’ufficio di compatire e sollevare i miserabili”.Dice Davide, che “gli occhi del Signore stanno rivolti verso i giusti” (Salmo 33,16). “Ma questa Madre di Misericordia volge i Suoi occhi pietosi sopra i giusti e sopra i peccatori”, afferma Riccardo di San Lorenzo. “Alza dunque la mente -dice San Bernardo- e rifletti con quale tenerezza di affetto Dio vuole che onoriamo Sua Madre, poiché ha posto in Lei la pienezza di tutti i beni, sicché la speranza della nostra salute dobbiamo riconoscerla da Maria. Togli Maria, che è la Stella di questo mare del mondo, cosa ci sovrasta, se non tenebre, pericoli, naufraghi e morte? Perciò, con tutta l’effusione del cuore, con tutto il fervore dello spirito, con tutti gli affetti dell’anima venera ed ama la Madre del tuo Dio, che per Sua propria Gloria, per onore di Maria e per nostra maggiore consolazione e nostro bene, vuole concederci tutte le Grazie per mano di Maria. Figlio, se segui Maria non cadrai in disperazione; se pensi a Maria non inciamperai nell’errore; se stai con Maria non ti rovinerai; se Maria ti protegge non hai che temere; se Maria ti guida non faticherai; se Maria ti è propizia ti salverai”.E San Germano implora Maria così: “Chi mai, Signora nostra, più di Te ha cura di noi, dopo il Tuo Figlio? Chi mai così ci difende nelle nostre afflizioni? Chi tanto s’affatica in aiuto dei peccatori? O Maria, il Tuo patrocinio è maggiore di quello che noi possiamo comprendere”.Riccardo di San Lorenzo dice che “Maria è così piena di misericordia, che quando vede miserie, subito va in soccorso e non sa vedere il bisogno di qualcuno e non soccorrerlo”.E San Bonaventura spiega che “grande fu la misericordia di Maria verso i miseri mentre era nel mondo, ma molto più grande è ora che regna nel Cielo”. Guglielmo Pariniense richiama dolcemente Maria: “Non scordarti, o Madre, che quanto hai di Grazia lo devi ai peccatori, poichè essa Ti fu data affinchè giovasse alla loro salvezza”. Quanti sarebbero all’Inferno per l’eternità se Maria non avesse interceduto per loro presso Dio! “Veramente o Maria abbiamo bisogno di Te; proteggici dagli attacchi dei demoni, difendici dalle ire del Giudice e traici oltre gli scogli di questo mare al porto della felicità. Rifiuterai Tu, Regina di misericordia, di pregare il Figlio Santissimo per il figlio miserissimo, il Figlio Redentore per il figlio redento?” continua un’anima innamorata. “Maria è potente -dice San Bernardo-, Ella apre l’abisso della Divina Misericordia a chi vuole, quando vuole e come vuole”.4) POTESTÁ DI MARIAMaria può tutto in Dio. Mentre Dio può tutto in Sè, Maria lo può in Dio, ma Ella è Madre di Dio. Può tutto in Dio, senza dubbi, senza soste, perchè tra la Volontà di Gesù e la Volontà di Maria, non c’è mai stata e non ci potrà mai essere divisione. Per questo, ogni richiesta di Maria trova Gesù pronto ad assecondarLa, perchè Maria vuole solo ciò che vuole il Figlio. Maria vuole da una parte che Dio sia conosciuto, amato ed adorato; dall’altra parte vuole che tutti noi ci salviamo. Gesù vuole essere conosciuto, amato ed adorato per intercessione della Madre.È Madre nostra, Madre di tutti, perchè Lei non guarda la condizione sociale, la nazionalità, il colore della pelle, l’età. Per Lei tutti noi siamo solo figli, generati sotto la Croce. Riccardo di San Vittore specifica “che dovunque c’è una miseria da sollevare, la misericordia di Maria accorre e la soccorre”. E San Giacomo, monaco greco dice che “il Signore L’ha fatta come un ponte sublime per mezzo del quale noi, camminando sopra le onde di questo mare, perveniamo al porto della salvezza”. Allora, dice Riccardo di San Vittore, “quando vediamo le onde alzarsi minacciose, non dimentichiamoci di gridare subito: Signora, salvaci, periamo”. L’Abate Cellense manifesta a Maria: “Dio Ti diede agli Angeli come restauratrice, a noi come riparatrice, ai diavoli come debellatrice”.Nessuno su questa terra potrà mai capire quanto ci ama la Madonna, quanto prega ed intercede per noi, quante Grazie ci dona senza che -alle volte- ce ne accorgiamo, perchè Ella è la Misericordia di Dio. Maria è la Madre di tutti, anche dei peccatori più ostinati. Abbi una grande confidenza nell’intercessione di Maria. Stima molto le Sue preghiere e per questo pregaLa sempre e con molto fervore.5) È DOVEROSO RINGRAZIARE OGNI GIORNO QUESTA MADRELa Madonna è una Persona vivente, che ti ama, ti guarda, ti ascolta. Cogli occhi non La vedi, ma quante volte ti è vicina per difenderti dai diavoli, aiutarti a superare le tentazioni. Non La vedi e non La ringrazi, non aumenti le preghiere verso Lei, non ti sei -forse- ancora consacrato totalmente e ogni giorno a Lei. Ricorda sempre: la Madonna è tua Madre, può tutto e vuole darti tutto. Quando La chiami, sempre Lei viene, ti assiste, ti difende e ti guida nelle tempeste del mondo, ti illumina e ti conforta, ti allevia i dolori e ti dà pace. Non ti commuovi nel pensare che hai una Madre in Cielo -che è la Madre di Dio-, che può darti ciò che tutte le ricchezze della terra non potranno mai darti?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.