Santa Teresina di Gesù Bambino

DIO, L’AMORE MISERICORDIOSO Il profeta Isaia ci rivela che l’ultimo giorno «il Signore condurrà il suo gregge nei pascoli, riunirà gli agnellini e se li stringerà al petto». E, come se tutte queste promesse non bastassero, lo stesso profeta, il cui sguardo ispirato s’immergeva già nelle profondità eterne, grida in nome del Signore: «Come una madre carezza suo figlio, così io vi consolerò, vi porterò sul mio petto e vi carezzerò sulle mie ginocchia». Dopo un simile linguaggio, non resta che tacere, piangere di riconoscenza e d’amore.Sì, Gesù ha le sue preferenze: ci sono nel suo giardino dei frutti che il Sole del suo amore fa mutare quasi in un batter d’occhio. Perché noi apparteniamo a questo numero? Domanda piena di mistero… Che motivazione potrebbe darci Gesù? Ahimè, la sua motivazione è che non ha motivazione!Oh, mio Dio, come siete dolce per la piccola vittima del vostro Amore Misericordioso! Persino adesso che Voi unite la sofferenza esteriore alle prove dell’anima, non posso dire: «Le angosce della morte mi hanno circondato», ma grido nella mia riconoscenza: «Sono scesa nella valle dell’ombra della morte, ma non temo alcun male, perché voi siete con me, Signore!».Vorrei cercare di mostrare con un paragone semplicissimo quanto Gesù ami le anime anche imperfette che si affidano a Lui: io immagino che un padre abbia due figli birichini e disobbedienti e che, venendo per punirli, ne vada uno che trema e si allontana da lui con terrore, pur sapendo in fondo al cuore che merita d’essere punito, mentre invece il fratello si getta nelle braccia del padre dicendo che gli spiace di averlo addolorato, che lo ama e che, per dargliene prova, d’ora in poi sarà saggio. Poi, se questo figlio domanderà al padre di punirlo con un bacio, non credo che il cuore del padre felice possa resistere alla fiducia filiale del suo bambino di cui conosce la sincerità e l’amore. Tuttavia non ignora che più d’una volta suo figlio ricadrà negli stessi errori, ma è disposto a perdonarlo sempre, se suo figlio lo prenderà sempre per il cuore.So che è necessario essere completamente puri per comparire dinanzi al Dio di ogni santità, ma so anche che il Signore è infinitamente giusto, ed è questa giustizia, che spaventa tante anime, che è invece la causa della mia gioia e della mia fiducia. Essere giusto non vuol dire soltanto esercitare la severità per punire i colpevoli, vuol dire anche riconoscere le intenzioni rette e ricompensare la virtù. Io spero nella giustizia di Dio, così come nella Sua misericordia.Ahimè, non c’è nulla che perde il suo splendore più facilmente del giglio. Ebbene, io dico che se Gesù ha detto a proposito di Maddalena che ama di più colui al quale si è perdonato di più, lo si può dire a maggior ragione, quando Gesù ha rimesso i peccati in anticipo!Come sono poco conosciute la bontà, l’amore misericordioso di Gesù! È vero che per gioire di questi tesori, è necessario umiliarsi, riconoscere il proprio niente ed è questo che molte anime non vogliono fare.Gesù è libero e nessuno ha da domandargli perché dia le sue grazie ad un’anima invece che ad un’altra.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *