Domenica 1 gennaio 2012 MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO

  • VANGELO (Lc 2,16-21)
    I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo otto giorni gli fu messo nome
    Gesù.
  • Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato
    nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
    Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua,
    custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e
    lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro. Quando furono
    compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato
    chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo. Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    Mi sembra una data irreale il 2012, non mi era mai successo negli anni precedenti e questo
    non riguarda assolutamente i Maya. Figuriamoci. È una data che contiene il suo mistero
    soprannaturale, portatrice della misericordia di Gesù. Non considero questa data come qualcosa
    di negativo, al contrario la vedo come rivelazione dell’Amore di Dio.
    Numerose persone mi hanno detto che nei luoghi dove vivono la festa del Natale non è stata
    sentita come negli anni precedenti, anche in molte Chiese si facevano ascoltare molti canti
    natalizi, si finalizzava la festa con i suoi colori e luci alla venuta del Bambino Divino. Oggi non
    è più così in molti luoghi.
    Molti cristiani continuano ad allontanarsi da Gesù e non se ne rendono conto.
    L’ho scritto nel mio libro “La corruzione nella Chiesa”, molti si illudono di camminare su
    una strada virtuosa mentre si trovano su un falsopiano e scendono sempre più giù moralmente,
    spiritualmente. Si può essere brave persone e vivere lontani dal Cuore di Gesù, non avvertire
    più la sua presenza e non considerare importante la Messa e il Rosario.
    Da alcuni giorni penso di riproporre la creazione dei Cenacoli di preghiera in famiglia,
    incontri settimanali con la presenza dei parenti, amici, conoscenti, per recitare il Rosario e
    restare un’ora in compagnia della Madonna. Non bisogna essere necessariamente numerosi,
    “dove sono due o tre riuniti nel mio nome, Io sono in mezzo a loro” (Mt 18,20). Gesù è
    contento anche di poche persone in un gruppo che vuole veramente seguirlo.
    L’urgenza dei Cenacoli in famiglia è dettato dall’allontanamento di molti dalla Chiesa, pur
    ritenendosi sempre devoti e fedeli… Molti continuano a lasciare la preghiera perché non sanno
    come pregare, cos’è veramente la preghiera del cuore e come si devono praticare le virtù. Non
    si può improvvisare nella vita spirituale. La salvezza eterna è una scelta, un impegno di vita.
    Ho preparato una schema di preghiera molto spirituale, chiunque può creare un
    Cenacolo di preghiera a casa sua.
    È necessaria la vera convinzione di pregare ogni settimana per un’ora con altre persone
    invitate all’incontro. La preghiera culmina con la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria,
    oggi come mai prima urgente da fare per sé e i propri familiari. Anche se i vostri familiari non
    vogliono pregare o non possono partecipare al Cenacolo, consacrateli voi al Cuore della
    Madonna, la vostra Fede supplisce e comunque fa operare Lei verso tutti loro.
    Nel 1° giorno del nuovo anno vi invito a dedicare maggiore tempo alla preghiera giornaliera,
    ognuno di voi ha necessità di pregare per la vita spirituale e la vita fisica, per ricevere
    protezioni e per vincere tentazioni e istinti pericolosi. Pregate, non c’è cosa più importante della
    preghiera, pregate soprattutto con la vita, amando tutti e perdonando anche quelli che non ci
    amano.
    Impegniamoci seriamente a fare ogni mattina la Consacrazione alla Madonna e a
    imitare le sue virtù.
    CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL
    SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO
    QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
    Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 dicembre 2011 (Mirjana)
    «Cari figli, come Madre sono con voi per aiutarvi con il mio amore, preghiera ed esempio a
    diventare seme di ciò che avverrà, un seme che si svilupperà in un forte albero ed estenderà i
    suoi rami nel mondo intero. Per divenire seme di ciò che avverrà, seme dell’amore, pregate il
    Padre che vi perdoni le omissioni finora compiute. Figli miei, solo un cuore puro, non
    appesantito dal peccato può aprirsi e solo occhi sinceri possono vedere la via per la quale
    desidero condurvi. Quando comprenderete questo, comprenderete l’amore di Dio ed esso vi
    verrà donato. Allora voi lo donerete agli altri come seme d’amore. Vi ringrazio».
    (Apparizione straordinaria a Ivan – 24 giugno 2011 alle ore 23 sul Podbrdo a
    Medjugorje).
    Cari figli, anche oggi mi rallegro con voi, anche oggi nella gioia vi invito: accogliete i miei
    messaggi e vivete i miei messaggi. Che i miei messaggi diventino vita! Incastonateli nelle
    vostre vite, che questo sia il nutrimento nel vostro cammino di vita. Sappiate, cari figli, che
    sono con voi quando attraversate i momenti più difficili, che vi incoraggio e consolo, che
    intercedo presso mio Figlio per tutti voi. Perciò, cari figli, perseverate nella preghiera e non
    temete! Seguitemi senza paura. Grazie, cari figli, anche oggi per avermi nuovamente accolto e
    aver accolto i miei messaggi e perché vivrete i miei messaggi.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 giugno 2011
    Cari figli, ringraziate con me l’Altissimo per la mia presenza con voi. Gioioso è il mio cuore
    guardando l’amore e la gioia che avete nel vivere i miei messaggi. In molti avete risposto ma
    aspetto e cerco tutti i cuori addormentati affinché si sveglino dal sonno dell’incredulità.
    Avvicinatevi ancora di più, figlioli, al mio Cuore Immacolato perché possa guidarvi tutti verso
    l’eternità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 20 febbraio 1985 (Messaggio dato al gruppo di
    preghiera)
    Decidete fermamente che cosa fare di particolare per questa Quaresima. Io vorrei darvi
    un’idea. Durante questo tempo cercate di vincere ogni giorno un difetto evitando una delle
    vostre debolezze e mancanze più frequenti, quali l’irascibilità, l’impazienza, la pigrizia, il
    pettegolezzo, la disubbidienza, il rifiuto delle persone antipatiche. Se non riuscite a
    sopportare una persona orgogliosa, dovete voi cercare di avvicinarvi a lei. Se volete che diventi
    umile, fate voi il primo passo verso di lei. Mostratele che l’umiltà vale più dell’orgoglio.
    Dunque ogni giorno meditate su voi stessi e cercate nel vostro cuore ciò che c’è da cambiare, le
    debolezze da superare, i vizi da eliminare. Desidero inoltre che ognuno di voi scelga un altro
    membro del gruppo e insieme decidiate di vivere spiritualmente uniti per tutta la Quaresima.
    Accordatevi su che cosa fare insieme per cercare di eliminare i vostri difetti. Dovete impegnarvi
    e sforzarvi al massimo. Dovete desiderare sinceramente che questa Quaresima trascorra
    nell’amore. Così sarete più vicini a me e al Padre celeste. Sarete più felici voi e saranno più
    felici anche gli uomini attorno a voi. Come Madre vi invito ad essere coscienti di tutto quello
    che fate.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 26 novembre 1983 (Messaggio straordinario)
    Prima della Messa bisogna pregare lo Spirito Santo. Le preghiere allo Spirito Santo devono
    sempre accompagnare la Messa.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 agosto 1984 (Messaggio dato al gruppo di
    preghiera)
    Prima di accostarvi al Sacramento della Confessione preparatevi consacrandovi al mio Cuore
    e al Cuore di mio Figlio e invocate la Spirito Santo perché vi illumini.
    “Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione
    di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare
    in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le
    intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle
    due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna
    e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere
    con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *