Martedì 10 gennaio 2012 1ª settimana del Tempo Ordinario

  • VANGELO (Mc 1,21-28)
    Gesù insegnava come uno che ha autorità
  • Dal Vangelo secondo Marco
    In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga a Cafarnao, insegnava. Ed erano stupìti
    del suo insegnamento: Egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli
    scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò
    a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi Tu sei:
    il Santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro,
    straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a
    vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli
    spiriti impuri e gli obbediscono!». La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione
    della Galilea. Parola del Signore
    Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
    Vi ho già scritto in passato la mia convinzione che certe malattie sono causate dai diavoli
    oppure essi intervengono durante la malattia e creano una sofferenza ancora più straziante. Una
    delle principali soddisfazioni dei diavoli è di farci soffrire, causarci tutto il male possibile. Ma
    non riesce ad andare oltre ciò che gli viene consentito, altrimenti distruggerebbe tutto.
    Egli non potrà mai più provare gioia, ho scritto che prova solo appagamento,
    compiacimento.
    I diavoli non potranno mai entrare in Paradiso e provano un forte e violento senso di odio nei
    nostri confronti, perché seguendo Gesù vivremo nella gloria eterna, una gioia senza fine e
    davanti a Dio. I diavoli sono depressi e avviliti, conoscono molto bene che il loro futuro sarà
    sempre nella tortura dell’inferno. Anche perché l’odio è forte tra i diavoli, non possono amare
    nessuno, ognuno odia se stesso.
    In un esorcismo Don Gabriele Amorth disse ai diavoli presenti in una ragazza: “Nel Nome di
    Gesù uscite, anche perché più torturate questa ragazza e maggiori pene soffrirete quando Gesù
    vi rimanderà all’inferno”. I diavoli non si spaventarono, al contrario risposero: “Non ci
    interessa quanto soffriremo, vogliamo continuare a tormentare questa ragazza”.
    Ho scritto questo per trovare la speranza in questa frase: “Comanda persino agli spiriti
    impuri e gli obbediscono!”.
    Gesù con un solo atto del suo intelletto fa tremare e terrorizzare tutto l’inferno. Nulla
    possono i diavoli quando noi siamo veramente uniti a Gesù e conduciamo una intensa vita
    spirituale. E sono due i mezzi più potenti: la Santa Messa e il Santo Rosario.
    Come diventa forte quella persona che partecipa ogni giorno alla Messa e recita più
    Corone del Rosario!
    Al contrario, vediamo ogni giorno molti fatti che manifestano l’assenza della preghiera. Chi
    prega, per esempio, non commette azioni stupide e stravaganti. Ho letto che alcuni giorni fa a
    Londra molte persone hanno partecipato al No Trousers Day, la giornata senza pantaloni. Una
    stupidata maestosa, in pratica circa 150 persone hanno preso parte a Londra al flash mob in
    metropolitana, questa volgare e insignificante sceneggiata.
    Ad una certa ora della giornata si sono ritrovati in metropolitana tanti che non si
    conoscevano e si sono spogliati dei pantaloni, uomini e donne. In una carrozza moltissime
    persone che li vedevano rimanevano sbigottiti e senza parole.
    Hanno partecipato non persone del bronx, erano giovani impiegati, universitari, tutte persone
    vestite bene, almeno dalla cinta in su… Così affermava il quotidiano. Quale scintilla deviata si
    è scatenata nella mente di queste persone? Vogliono essere anticonformisti? Questo è il modo
    migliore per manifestarlo?
    Ognuno è libero di rifiutare di conformarsi alle idee, ai costumi, agli atteggiamenti
    predominanti in un determinato tempo e ambiente, non c’è dubbio su questo, ognuno è libero di
    credere in Gesù o di rifiutarlo. Ma arrivare a togliersi i pantaloni in mezzo alla gente e mostrare
    volutamente le mutande, tenendo la giacca, camicia e cravatta, non mi sembra un’idea
    intelligente.
    All’inizio di questa settimana che segna il ritorno al Tempo Ordinario liturgico, noi
    virtualmente vogliamo baciare per terra per la Fede che abbiamo, il grande dono di credere in
    Dio e di avere la certezza che la Madonna ci assiste e ci protegge da mali e pericoli.
    Cosa c’è di più importante della Fede cristiana? Nella sofferenza non ti abbatti perché ti
    rivolgi a Dio, parli con Lui e sempre ti ascolta. Gesù è veramente Onnipotente, credetelo con
    piena convinzione.
    Ho assistito a guarigioni di persone ammalate dopo avere messo le mani sulla testa e la
    liberazione di persone che da molti anni soffrivano senza riuscire a trovare un rimedio.
    Pronunciando queste parole: “NEL NOME DI GESÙ IO TI ORDINO…”.
    Gesù è la nostra medicina, Lui stesso è il Medico che guarisce quanti Lo invocano con umiltà
    e amore.
    CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL
    SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO
    QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
    Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
    Proposito
    Chiederò al Signore un bene, una Grazia per una persona che non stimo molto.
    Pensiero
    Non parlare più del necessario e sempre di cose utili all’anima. (San Giovanni Bosco)
    Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere
    Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera
    efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di
    guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e
    ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna.
    Potete stamparla dal mio sito:
    http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 gennaio 2012 (Mirjana)
    Cari figli, mentre con materna preoccupazione guardo nei vostri cuori, vedo in essi dolore e
    sofferenza; vedo un passato ferito e una ricerca continua; vedo i miei figli che desiderano essere
    felici, ma non sanno come. Apritevi al Padre. Questa è la via alla felicità, la via per la quale io
    desidero guidarvi. Dio Padre non lascia mai soli i suoi figli e soprattutto non nel dolore e nella
    disperazione. Quando lo comprenderete ed accetterete sarete felici. La vostra ricerca si
    concluderà. Amerete e non avrete timore. La vostra vita sarà la speranza e la verità che è mio
    Figlio. Vi ringrazio. Vi prego: pregate per coloro che mio Figlio ha scelto. Non dovete
    giudicare, perché tutti saranno giudicati.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 novembre 2011 (Mirjana)
    Cari figli, il Padre non vi ha lasciato a voi stessi. Il suo amore è immenso, l’amore che mi
    conduce a voi per aiutarvi a conoscerlo, affinché tutti, per mezzo di mio Figlio, possiate
    chiamarlo “Padre” con tutto il cuore e affinché possiate essere un popolo nella famiglia di Dio.
    Ma, figli miei, non dimenticate che non siete in questo mondo solo per voi stessi e che Io non vi
    chiamo qui solo per voi. Coloro che seguono mio Figlio pensano al fratello in Cristo come a
    loro stessi e non conoscono l’egoismo. Perciò Io desidero che voi siate la luce di mio Figlio,
    che voi illuminiate la via a tutti coloro che non hanno conosciuto il Padre -a tutti coloro che
    vagano nella tenebra del peccato, della disperazione, del dolore e della solitudine- e che
    mostriate loro con la vostra vita l’amore di Dio. Io sono con voi! Se aprite i vostri cuori vi
    guiderò. Vi invito di nuovo: pregate per i vostri pastori! Vi ringrazio.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 ottobre 2011
    Cari figli, vi guardo e nei vostri cuori non vedo la gioia. Oggi io desidero darvi la gioia del
    Risorto perché Lui vi guidi e vi abbracci con il suo amore e con la sua tenerezza. Vi amo e
    prego incessantemente per la vostra conversione davanti al mio Figlio Gesù. Grazie per aver
    risposto alla mia chiamata.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 ottobre 2011 (Mirjana)
    Cari figli, anche oggi il mio Cuore materno vi invita alla preghiera, ad un vostro rapporto
    personale con Dio Padre, alla gioia della preghiera in Lui. Dio Padre non vi è lontano e non vi è
    sconosciuto. Egli vi si è mostrato per mezzo di mio Figlio e vi ha donato la vita, che è mio
    Figlio. Perciò, figli miei, non fatevi vincere dalle prove che vogliono separarvi da Dio Padre.
    Pregate! Non cercate di avere famiglie e società senza di Lui. Pregate!
    Pregate affinché la bontà che viene solo da mio Figlio, che è la vera bontà, inondi i vostri
    cuori. Solo cuori pieni di bontà possono comprendere ed accogliere Dio Padre. Io continuerò a
    guidarvi. In modo particolare vi prego di non giudicare i vostri pastori. Figli miei, dimenticate
    forse che Dio Padre li ha chiamati? Pregate! Vi ringrazio.
    (Apparizione straordinaria a Ivan – 24 giugno 2011 alle ore 23 sul Podbrdo a
    Medjugorje)
    Cari figli, anche oggi mi rallegro con voi, anche oggi nella gioia vi invito: accogliete i miei
    messaggi e vivete i miei messaggi. Che i miei messaggi diventino vita! Incastonateli nelle
    vostre vite, che questo sia il nutrimento nel vostro cammino di vita. Sappiate, cari figli, che
    sono con voi quando attraversate i momenti più difficili, che vi incoraggio e consolo, che
    intercedo presso mio Figlio per tutti voi. Perciò, cari figli, perseverate nella preghiera e non
    temete! Seguitemi senza paura. Grazie, cari figli, anche oggi per avermi nuovamente accolto e
    aver accolto i miei messaggi e perché vivrete i miei messaggi.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 giugno 2011
    Cari figli, ringraziate con me l’Altissimo per la mia presenza con voi. Gioioso è il mio cuore
    guardando l’amore e la gioia che avete nel vivere i miei messaggi. In molti avete risposto ma
    aspetto e cerco tutti i cuori addormentati affinché si sveglino dal sonno dell’incredulità.
    Avvicinatevi ancora di più, figlioli, al mio Cuore Immacolato perché possa guidarvi tutti verso
    l’eternità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
    Messaggio della Madonna a Medjugorje del 20 febbraio 1985 (Messaggio dato al gruppo
    di preghiera)
    Decidete fermamente che cosa fare di particolare per questa Quaresima. Io vorrei darvi
    un’idea. Durante questo tempo cercate di vincere ogni giorno un difetto evitando una delle
    vostre debolezze e mancanze più frequenti, quali l’irascibilità, l’impazienza, la pigrizia, il
    pettegolezzo, la disubbidienza, il rifiuto delle persone antipatiche. Se non riuscite a
    sopportare una persona orgogliosa, dovete voi cercare di avvicinarvi a lei. Se volete che diventi
    umile, fate voi il primo passo verso di lei. Mostratele che l’umiltà vale più dell’orgoglio.
    Dunque ogni giorno meditate su voi stessi e cercate nel vostro cuore ciò che c’è da cambiare, le
    debolezze da superare, i vizi da eliminare. Desidero inoltre che ognuno di voi scelga un altro
    membro del gruppo e insieme decidiate di vivere spiritualmente uniti per tutta la Quaresima.
    Accordatevi su che cosa fare insieme per cercare di eliminare i vostri difetti. Dovete impegnarvi
    e sforzarvi al massimo. Dovete desiderare sinceramente che questa Quaresima trascorra
    nell’amore. Così sarete più vicini a me e al Padre celeste. Sarete più felici voi e saranno più
    felici anche gli uomini attorno a voi. Come Madre vi invito ad essere coscienti di tutto quello
    che fate.
    “Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione
    di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare
    in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le
    intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle
    due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna
    e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere
    con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *