Mercoledì 18 luglio 2012 15ª Settimana del Tempo Ordinario

  • VANGELO (Mt 11,25-27)
    Hai nascosto queste cose ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli.
  • Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste
    cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza.
    Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se
    non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Il motivo della mancata rivelazione da parte di Gesù ai sapienti del mondo, quelli che pensano di saperne
una più di Dio, è data proprio da questa superbia. La superbia esclude irrimediabilmente l’umiltà, la persona vive in modo altezzoso ogni circostanza della vita, ma non è necessario esprimere questa sua arroganza con le parole, è il suo atteggiarsi a svelare la vera identità.
Ogni essere umano nasce con impresso anche questo vizio, tutti lo abbiamo tranne la Madonna, e la diminuzione della superbia dipende dalla decisione della persona, dal suo giornaliero impegno nel contenere i pensieri
e le parole arroganti ed altro di vizioso. Se la persona vuole arrivare al controllo della superbia l’unico modo è
l’incontro con Gesù. Dove è presente il Signore, gradualmente lo spirito umano corrotto e malizioso diminuisce
fino a starsene accucciato.
La superbia si esprime non solamente con le parole sprezzanti, ogni persona che non controlla la sua volontà,
quindi non alimenta una vita spirituale interiore, ha un suo modo di mostrare molta povertà morale con la presunzione, la boria, l’arroganza, la vanagloria, la tracotanza, la saccenteria o sfacciataggine, l’altezzosità.
Queste persone sono forse da disprezzare? Al contrario, hanno bisogno del nostro amore, ma devono
volerlo senza essere ipocrite.
La preghiera dei giusti, di quei credenti che si sforzano e riescono a rinnegare principalmente i giudizi maliziosi e le parole ingiuriose, sono preghiere che giorno dopo giorno demoliscono la superbia, la umiliano e lasciano crescere la pianticella dell’umiltà, molto gradita a Dio e vero terrore dei diavoli.
Quasi tutte le persone che agiscono sempre con superbia spesso non si rendono conto delle loro trasgressioni
e questa non è una giustificazione per loro, il fatto è che non si conoscono intimamente, pensano di non avere
difetti, quando ne hanno più della cuccagna.
C’è da conoscere una delle tre terribili concupiscenze: la superbia della vita. Ne parla San Giovanni Apostolo nella Sacra Scrittura: “Tutto quello che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli
occhi e la superbia della vita, non viene dal Padre, ma dal mondo” (1 Gv 2,16).
Chi ama il mondo e non ripone la sua speranza in Gesù, è schiavo della concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e l’ambizione della vita. Nella concupiscenza della carne è il piacere sensibile, nella concupiscenza degli occhi è la curiosità, nell’ambizione della vita è la superbia. Chi vive sotto questa schiavitù non
pensa ad altro che ai piaceri immorali, carnali, volgari!
Cosa ne seguono? Adultèri, lussurie e ubriachezze, nel corpo c’è una forza feroce come una bestia indomita
che sollecita continuamente i sensi e penetra la ragione di una piacevolezza velenosa, annullando la ragione per
esaltare la carne, rendendo la persona simile a una bestia.
Solo Gesù e la Madonna possono calmare gli ardori istintivi e dare nuova dignità alla persona. Loro
sono la salvezza!
Prendiamo ad esempio la parabola del fariseo nel Tempio. La superbia del fariseo lo acceca e non gli permette di fare il bene. Vive nel male e si compiace di questo. Ma è convinto di essere nel giusto, di non peccare mai, di affermare sempre le cose giuste e di avere ragione su tutti e tutto. In questa società molti non agiscono forse così?
La SUPERBIA DELLA VITA è una delle tre concupiscenze, “è l’ostentazione di una sicurezza morale falsa e
menzognera, la pretesa vertiginosa di decidere da sé ciò che è bene e ciò che è male, misurando tutto l’ambito
morale con il metro assoluto della propria coscienza, tanto certa quanto erronea perché svincolata dalla legge
eterna naturale inscritta dal Creatore in ogni uomo”.
Gesù invece ci chiama alla piccolezza, ad una umiltà semplice e buona, ad essere sempre sinceri e mai sospettosi, indagatori, maldicenti. Gesù non può restare nel cuore superbo e che vive nell’ipocrisia, tantomeno si
rivela a quei falsi profeti che affermano di avere apparizioni mentre vivono nel male e compiono azioni disoneste. Non è facilissimo comprendere che le due cose si escludono a vicenda? I piccoli di Gesù non vivono nel
male né si compiacciono di far stare male gli altri.
In questi tempi molti falsi profeti si aggirano per ingannare i più deboli, la cosa curiosa è l’incapacità di
qualche parroco nel non accorgersi della falsità di questi falsi profeti. E permettono ad essi di servirsi della
Chiesa per ingannare la gente.
Sono moltissimi i casi che vengono denunciati sul web, uno dei casi clamorosi e sconcertanti avviene in provincia di Torino. Alcuni parroci pur avendo le prove che un giovane laico è un falso profeta, non gli impediscono di continuare l’inganno all’interno della parrocchia, gli permettono di distruggere la Fede in molti credenti.
Eppure occorre poco per capire l’inganno dei falsi profeti: essi commettono gravi peccati e non praticano
eroicamente le virtù.
Sembra inverosimile questa storia, ma avviene e se Dio vuole ne scriverò domani.

CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
Proposito
Non avanzerò più la scusa degli affetti familiari per mancare alla Messa domenicale e all’impegno quotidiano della preghiera.

Pensiero
Lotta contro quella fiacchezza che ti fa pigro e rilassato nella vita spirituale. Bada che può essere il principio
della tiepidezza…, e come dice la Scrittura, i tiepidi Dio li vomiterà. (San J. Escrivà)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
“Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.
Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 luglio 2012
Figli miei, di nuovo vi prego maternamente di fermarvi un momento e di riflettere su voi stessi e sulla
transitorietà di questa vostra vita terrena. Poi riflettete sull’eternità e sulla beatitudine eterna. Voi cosa
desiderate, per quale strada volete andare? L’amore del Padre mi manda affinché sia per voi mediatrice,
affinché con materno amore vi mostri la via che conduce alla purezza dell’anima, di un’anima non appesantita
dal peccato, di un’anima che conoscerà l’eternità. Prego che la luce dell’amore di mio Figlio vi illumini, che
vinciate le debolezze e usciate dalla miseria. Voi siete miei figli e io vi voglio tutti sulla via della salvezza.
Perciò, figli miei, radunatevi intorno a me, affinché possa farvi conoscere l’amore di mio Figlio ed aprire così la
porta della beatitudine eterna. Pregate come me per i vostri pastori. Di nuovo vi ammonisco: non giudicateli,
perché mio Figlio li ha scelti. Vi ringrazio.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 maggio 2012
Cari figli! Anche oggi vi invito alla conversione e alla santità. Dio desidera darvi la gioia e la pace attraverso
la preghiera ma voi, figlioli, siete ancora lontano, attaccati alla terra e alle cose della terra. Perciò vi invito
di nuovo: aprite il vostro cuore e il vostro sguardo verso Dio e le cose di Dio e la gioia e la pace regneranno nel
vostro cuore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 maggio 2012 (Mirjana)
Cari figli, con amore materno io vi prego: datemi le vostre mani, permettete che io vi guidi. Io, come
Madre, desidero salvarvi dall’inquietudine, dalla disperazione e dall’esilio eterno. Mio Figlio, con la sua
morte in croce, ha mostrato quanto vi ama, ha sacrificato se stesso per voi e per i vostri peccati. Non rifiutate il
suo sacrificio e non rinnovate le sue sofferenze con i vostri peccati. Non chiudete a voi stessi la porta del
Paradiso. Figli miei, non perdete tempo. Niente è più importante dell’unità in mio Figlio. Io vi aiuterò, perché il
Padre Celeste mi manda affinché insieme possiamo mostrare la via della Grazia e della salvezza a tutti coloro
che non Lo conoscono. Non siate duri di cuore. Confidate in me ed adorate mio Figlio. Figli miei, non potete
andare avanti senza pastori. Che ogni giorno siano nelle vostre preghiere. Vi ringrazio.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 marzo 2012
Cari figli! Anche oggi con gioia desidero darvi la mia benedizione materna e invitarvi alla preghiera. Che la
preghiera diventi per voi bisogno affinché ogni giorno cresciate di più nella santità. Lavorate di più sulla
vostra conversione perché siete lontani figlioli. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 marzo 2012
Cari figli, per mezzo dell’immenso amore di Dio io vengo tra voi e vi invito con perseveranza tra le braccia
di mio Figlio. Vi prego con Cuore materno ma vi ammonisco anche, figli miei, affinché la sollecitudine per
coloro che non hanno conosciuto mio Figlio sia per voi al primo posto. Non fate sì che essi, guardando voi e
la vostra vita, non desiderino conoscerlo. Pregate lo Spirito Santo affinché mio Figlio sia impresso in voi.
Pregate affinché possiate essere apostoli della luce di Dio in questo tempo di tenebra e di disperazione.
Questo è il tempo della vostra messa alla prova. Col Rosario in mano e l’amore nel cuore venite con me. Io vi
conduco alla Pasqua in mio Figlio. Pregate per coloro che mio Figlio ha scelto, affinché possano sempre vivere
secondo Lui ed in Lui. Vi ringrazio.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 25 febbraio 2012
Cari figli! In questo tempo in modo particolare vi invito: pregate col cuore. Figlioli, voi parlate tanto ma
pregate poco. Leggete, meditate la Sacra Scrittura e le parole scritte in essa siano per voi vita. Io vi esorto e vi
amo perché in Dio troviate la vostra pace e la gioia di vivere. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 20 febbraio 1985 (Messaggio dato al gruppo di preghiera)
Decidete fermamente che cosa fare di particolare per questa Quaresima. Io vorrei darvi un’idea. Durante
questo tempo cercate di vincere ogni giorno un difetto evitando una delle vostre debolezze e mancanze più
frequenti, quali l’irascibilità, l’impazienza, la pigrizia, il pettegolezzo, la disubbidienza, il rifiuto delle
persone antipatiche. Se non riuscite a sopportare una persona orgogliosa, dovete voi cercare di avvicinarvi a
lei. Se volete che diventi umile, fate voi il primo passo verso di lei. Mostratele che l’umiltà vale più
dell’orgoglio. Dunque ogni giorno meditate su voi stessi e cercate nel vostro cuore ciò che c’è da cambiare, le
debolezze da superare, i vizi da eliminare. Desidero inoltre che ognuno di voi scelga un altro membro del gruppo e insieme decidiate di vivere spiritualmente uniti per tutta la Quaresima. Accordatevi su che cosa fare insieme per cercare di eliminare i vostri difetti. Dovete impegnarvi e sforzarvi al massimo. Dovete desiderare sinceramente che questa Quaresima trascorra nell’amore. Così sarete più vicini a me e al Padre celeste. Sarete più felici voi e saranno più felici anche gli uomini attorno a voi. Come Madre vi invito ad essere coscienti di tutto
quello che fate.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *