• VANGELO (Mc 3,22-30)
    Satana è finito.
  • Dal Vangelo secondo Marco
    In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e
    scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può
    Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è
    divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso,
    non può restare in piedi, ma è finito. Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se
    prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa. In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli
    degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo
    non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Con la media di circa 30 nuove iscrizioni al giorno, la nostra newsletter ha raggiunto il numero di 10.009
(diecimilanove) presenze, un numero notevole, considerando inoltre l’invio della mia newsletter che viene fatto
da molti di voi agli amici e conoscenti. Spesso ci sono picchi di oltre 50 nuove iscrizioni giornaliere, altri giorni
circa 20, la media si può assestare su più di 30 nuovi parrocchiani che si aggiungono alla Parrocchia virtuale
Cuore Immacolato di Maria.
Molti non conoscono probabilmente i commenti al Vangelo dei mesi passati, le meditazioni che ci impegnano ogni giorno nell’approfondimento della conoscenza della Persona di Gesù, delle parole che disse e i grandi
miracoli compiuti. Questo è il link per leggere i commenti al Vangelo Meditazioni di Padre Giulio Maria Scozzaro sul Vangelo del giorno (anno 2012-2013)
“Dai frutti si conosce l’albero”, affermava saggiamente Gesù, i frutti che abbiamo avuto modo di vedere,
sentire, leggere, da migliaia di nostri parrocchiani sono belli e profondamente spirituali. Ne ho pubblicato un
po’ rispetto alle numerose testimonianze che mi arrivano, leggo anche mail piene di sofferenza per una Grazia
che si aspetta o le negatività presenti in famiglia. A tutti voi dico di non abbattervi, non diminuite le preghiere,
chiedete con insistenza l’aumento della Fede.
Abbiamo visto che la nostra Parrocchia virtuale si va consolidando come una vera famiglia spirituale, non è
facile ed immediato, infatti non avviene quasi mai neanche nelle parrocchie di appartenenza, ma qui noi abbiamo una cosa davvero importante: il desiderio convinto di amare e seguire Gesù, di osservare fedelmente il
suo Vangelo storico.
Questo cambia tutto, perché le grandi e buone opere e le preghiere infervorate si compiono quando nella
mente liberata dalle miserie umane, sono presenti propositi santi, quando c’è una volontà che obbedisce docilmente all’intelletto, illuminato a sua volta dalla Fede. Se abbiamo chiaro il fine che vogliamo raggiungere, nulla
può fermarci, nessuna difficoltà o tentazione ci ferma, siamo sempre risoluti nel portare avanti il progetto che
Gesù e la Madonna hanno su ognuno di noi.
Noi non siamo un numero, siamo ben identificati da Gesù e da Maria, conoscono perfettamente ognuno di noi e sono sempre vicini.
Io ho avuto una bella prova della nostra famiglia spirituale che cresce nella Fede, quando alcune settimane fa
vi ho lanciato l’appello di Donatella, la quale accudisce la figlia ricoverata al Niguarda di Milano e vi rimarrà
per circa tre mesi. Donatella mi chiedeva di incontrare nostri parrocchiani per pregare insieme vicino alla figlia
all’ospedale e le risposte sono state in tutto 12, una addirittura da una infermiera che lavora proprio al Niguarda
che si chiama Rosa Liguori. Anche un medico anestesista di Milano mi ha scritto e si è reso disponibile per andare all’ospedale e pregare con Donatella e sua figlia. Questa mail non sono riuscito a trovarla, vedrò nuovamente perché sono segnali molto significativi.
La nostra famiglia spirituale deve crescere di continuo nella Fede per vivere le Opere di misericordia
che ci chiede Gesù.
È la Fede che ci permette di resistere alle continue ispirazioni che satana ci invia per impaurirci, fermarci,
confonderci. Quando lui trova uno spiraglio in una persona per inserire un concetto distorto, può riuscire a condurla verso scelte sbagliate, posizioni opposte alla verità e all’amore, le conseguenze sono dolorose. Lo vedia-
mo in molti cristiani confusi e orientati a vivere il modernismo che conduce inesorabilmente molto lontano da
Gesù, distrugge immediatamente in tutti loro la vita spirituale.
A satana è sufficiente trovare un piccolo spiraglio creato dall’orgoglio o dai comportamenti poco onesti, per
entrare e lavorare inesorabilmente e così infondere idee sbagliate, contorte e false anche ai teologi cattolici che
insegnano nelle facoltà di teologia e nei seminari, teorie opposte al Vangelo storico e al Magistero autentico
della Chiesa.
Come è possibile questo, se non si indica nelle loro deplorevoli colpe l’apertura delle porte per fare entrare i diavoli?
Nel Vangelo di oggi Gesù viene accusato di operare gli esorcismi e di liberare i posseduti perché alleato dei
demoni. Accusa stravagante e fortemente offensiva. L’accusa contro Gesù era questa: “Costui è posseduto da
Beelzebùl e scaccia i demoni per mezzo del capo dei demoni”. Dalle pesanti parole dette dagli scribi a Gesù, si
ha l’impressione che i posseduti erano proprio gli scribi. Ma succede sempre così: i veri posseduti da satana accusano i buoni e i giusti di essere dominati dai diavoli. La verità si evidenzia sempre da questa asserzione: “Dai
frutti si conosce l’albero”.
Gesù spiega con semplice ovvietà che non si è mai visto satana scacciare quelli che sono con lui, come è impensabile che il mago tolga le fatture andando contro i diavoli. Chi si rivolge alla magia occulta per liberarsi da
qualcosa o guarire da un male, effettivamente se l’origine viene da satana, il mago ha il potere di toglierla però
con l’accordo di satana, ma in cambio sempre satana dà un’altra malattia o altri impedimenti che si svilupperanno dopo poco tempo. Così i malcapitati, dinanzi una nuova sofferenza, si ricorderanno dell’aiuto ricevuto e
torneranno dallo stesso mago. Da questo vortice non ne usciranno se non per un miracolo davvero grande!
Nel Vangelo di oggi si parla della bestemmia contro lo Spirito Santo, l’ho spiegato nel mio libro “La corruzione nella Chiesa”, anche nel sito http://www.gesuemaria.it/files/La_bestemmia_contro_lo_Spirito_Santo.pdf
Concentriamoci però sulla potenza della preghiera, sul potere che perdono i diavoli quando invochiamo Gesù e l’Ave Maria alla Madonna, riflettiamo che i miracoli avvengono quando la nostra vita è pura e Gesù ci
guarda con occhi dolci e benigni. Perché non è sufficiente pregare, dobbiamo meritare le Grazie con la nostra
vita improntata sulla Fede e sugli insegnamenti del Vangelo storico.
Ho già scritto che prego ogni giorno per ognuno di voi, è come se vi conoscessi uno ad uno, perché ripeto
con insistenza e frequentemente a Gesù di guarirvi dalle malattie, liberarvi dalle negatività demoniache, salvare
le famiglie, donarvi la pace e la gioia. La mia vita è dedicata pienamente a Gesù e alla Madonna, non penso
ad altro che ad aiutare tutti voi e quanti mi chiedono preghiere.
Davanti l’Eucaristia per lunghi momenti rimango pensando a tutti voi, non penso solamente a quanti mi scrivono, mi ricordo di tutti voi iscritti alla newsletter. Basta essere iscritto a questa newsletter e possibilmente non
complottare contro Gesù, la Madonna e la mia persona, per ricevere senza alcun dubbio benedizioni da Dio.
Di seguito una mail di ringraziamento a Gesù e alla Madonna per una Grazia ricevuta, sono molti i nostri
parrocchiani che mi scrivono e che ringraziano il Cielo per le Grazie e gli aiuti ricevuti:
“Sia lodato Gesù e Maria. Caro Padre Giulio Maria, sono Rosa Giordano da Sarno (SA), prima di tutto un
grazie per quello che sta facendo per tutti noi parrocchiani virtuali, aiutandoci nel nostro cammino spirituale.
Se Lei ricorda ci siamo sentiti al telefono qualche settimana fa, io le ho chiesto di sapere se c’era vicino al mio
paese un Cenacolo già costituito, poi le chiesi preghiere per mia figlia Flavia ammalata. Lei mi rassicurò e mi
disse che l’avrebbe messa nelle sue preghiere e benedizioni e nella S. Messa. Volevo dirle che Flavia da quel
giorno sta lentamente migliorando, sono felice e sento le sue benedizioni sulla nostra famiglia. Volevo ringraziarla e se può continuare a pregare per lei. Inoltre vorrei mettere a disposizione la mia piccola casetta in questo momento vuota, per ospitarla quando verrà per qualche Cenacolo di preghiera vicino a Sarno, ne sarei
molto contenta. Aspetto una sua telefonata, e l’aspettiamo a Sarno per santificare questo paese che ha tanto bisogno di Dio. Dio le dia lunga e santa vita, pace bene e grazie ancora. Rosa Giordano”.

CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
Proposito
Mi farò disturbare volentieri, in quel martirio delle piccole cose: non mi lamenterò per una telefonata noiosa,
un ospite inatteso, un imprevisto che manda all’aria i miei progetti.

Pensiero
Guai a chi lavora aspettando le lodi del mondo. Il mondo è un cattivo pagatore e paga sempre con
l’ingratitudine. (San Giovanni Bosco)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
“Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.
Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 dicembre 2012 (Mirjana)
Cari figli, con materno amore e materna pazienza vi invito di nuovo a vivere secondo mio Figlio, a
diffondere la sua pace ed il suo amore, ad accogliere con tutto il cuore, come miei apostoli, la verità di Dio ed a
pregare lo Spirito Santo affinché vi guidi. Allora potrete servire fedelmente mio Figlio e, con la vostra vita,
mostrare agli altri il suo amore.
Per mezzo dell’amore di mio Figlio e del mio amore, io, come Madre, cerco di portare nel mio abbraccio
materno tutti i figli smarriti e di mostrare loro la via della fede.
Figli miei, aiutatemi nella mia lotta materna e pregate con me affinché i peccatori conoscano i loro peccati e
si pentano sinceramente. Pregate anche per coloro che mio Figlio ha scelto e consacrato nel suo Nome. Vi
ringrazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *