Giovedì 3 gennaio 2013 Santissimo Nome di Gesù

  • VANGELO (Gv 1,29-34)
    Ecco l’agnello di Dio.
  • Dal Vangelo secondo Giovanni
    In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il
    peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era
    prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho
    testimoniato che questi è il Figlio di Dio». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Anche ieri sono avvenuti disservizi alla linea ADSL e la newsletter è stata inviata tardi. Anche ieri la giornata mi ha riservato come sempre molti incontri e tempo dedicato a rispondere ai vostri messaggi di richiesta di
consigli e di preghiere. Come ho già scritto, prego anche per quanti non hanno ricevuto una mia risposta, non
riesco a seguire incalcolabili mail, però con buona volontà cercherò di fare il possibile per rispondere anche a
richieste di mesi fa.
Oggi è la festa liturgica del Santissimo Nome di Gesù, per noi è festa che amiamo sinceramente il Signore,
mentre per i liturgisti che si occupano appunto delle indicazioni liturgiche, oggi è una semplice memoria e
null’altro. Per farvi capire come questo piano per la distruzione della Chiesa è iniziato da diversi decenni e nel
secolo scorso, devo farvi leggere alcune parole dette dalla Madonna a Don Stefano Gobbi nel 1995, ma prima
preciso che questo Sacerdote è stato amico intimo di Papa Giovanni Paolo II e considerato autentico da quasi
500 tra Cardinali e Vescovi del mondo, da oltre 150.000 (centocinquantamila) Sacerdoti e da decine di milioni
di cattolici.
Don Stefano Gobbi è tornato alla Casa del Padre il 29 giugno 2011, nella solennità dei Santi Pietro e Paolo,
un riconoscimento per la sua indissolubile fedeltà al Papa e alla Chiesa Santa. Fu ovviamente perseguitato crudelmente perché in molti messaggi la Madonna parla della gravità della massoneria ecclesiastica che si adopera
per la distruzione della sana dottrina cattolica per rimpiazzarla con il modernismo e il protestantesimo. Profezie
fatte dalla Madonna dal 1972 al 1997 in gran parte realizzate negli ultimi decenni.
La Madonna dal 1973 al 1997 gli diede locuzioni interiori riportate nel famoso ed importante libro “Ai Sacerdoti figli prediletti della Madonna”, un libro che non diffondo perché non ho copie se non la mia. Esistono
migliaia di foto che fissano momenti di preghiera in tutti e cinque i Continenti e dove arrivava veniva accolto
da Cardinali e Vescovi di ogni Nazione e da migliaia di Sacerdoti e Religiosi. Era amico del grande Papa Wojtyla, concelebrava nella cappella papale spesso, quindi la garanzia arriva anche dal Beato.
È sufficiente leggere le parole della Madonna per capire immediatamente che sono messaggi assolutamente
autentici e che possono arrivare esclusivamente dal Cielo. Nel mio libro “La corruzione nella Chiesa” riporto
alcuni messaggi molto importanti riguardanti la gravissima crisi all’interno della Chiesa e sono parole che illuminano anche i più scettici. Nel nostro sito www.gesuemaria.it farò creare uno spazio per pubblicare diversi
messaggi sulla gravità delle eresie che circolano dentro la Chiesa.
Leggiamo le parole della Madonna da un messaggio del 1995: «Quanto soffre il mio Cuore di Mamma perché, di fronte al dilagare di errori e di eresie, di scandali e di cattivi esempi, si mantiene un grave silenzio,
carico di indifferenza e di compromesso, da parte di coloro che hanno il dovere di parlare.
Mai, come ai vostri giorni, molti Pastori sono diventati “cani muti”, che non difendono il gregge a loro affidato dall’essere minacciato, sedotto e divorato da molti lupi rapaci.
È per questo che il Vangelo di mio Figlio Gesù viene lacerato e dilaniato in ogni sua parte.
Allora mio compito materno è quello di portarvi a credere al Vangelo, a lasciarvi guidare solo dalla sapienza del Vangelo, a vivere alla lettera il Vangelo.
Per questo vi guido, con dolcezza e con fermezza materna, per mezzo dei miei messaggi.
Così, nella grande apostasia che dilaga, scendono copiose Grazie dal mio Cuore Immacolato su voi, figli a
Me consacrati, perché possiate portare in ogni parte la luce della Divina Parola e diventare strumenti, che
ovunque fanno rifulgere, nel suo più grande splendore, tutta la Verità contenuta nel Vangelo di mio Figlio
Gesù».
Come si può notare, oltre la semplicità e la linearità del linguaggio, c’è una sola e grande emanazione verso
Gesù, la Madonna non fa altro che indicare suo Figlio e la Chiesa Santa. In queste parole la Madre diceva 18
anni fa che il Vangelo storico era già lacerato e dilaniato in ogni sua parte, quindi, modificato da milioni di interpretazioni diverse e tutte opposte al vero e genuino significato delle parole di Gesù. Questo avveniva 18 anni
fa…
Noi che apparteniamo alla Parrocchia virtuale Cuore Immacolato di Maria, vogliamo seguire fedelmente il
Vangelo storico, abbiamo assoluta necessità dell’aiuto della Madre della Parola per parlare con le sue parole,
per agire con il suo Spirito. La Madonna ci chiede di aiutare la Chiesa Santa con le nostre preghiere e con il nostro apostolato, parlando della preghiera a chi non prega, della Confessione a chi non si confessa, dell’immensa
importanza dell’adorazione dell’Eucaristia.
Noi dobbiamo diventare veri Apostoli di Maria, come ho scritto nel 1996 nel mio libro “Maria Madre di
Dio”.
Voglio riportare una testimonianza che esprime la forza della devozione alla Madonna.
«Caro Padre Giulio, mi chiamo Carla, ho 31 anni. Le scrivo esclusivamente per ringraziarla della sua dedizione, del suo tempo e della premura instancabile con cui cura le sue pecorelle. Io sono una di quelle. Per diversi anni ero anche molto lontana. Molto mi manca ancora per capire e vivere davvero il Vangelo, come lei
spesso ci raccomanda, ma il solo fatto che lei così costantemente offra tutti i giorni della sua vita per annunciare la Verità e l’Amore veri, non edulcorati da tendenze modernistiche, mi aiuta a credere con fiducia che
tutto questo sia realmente opera di Maria e di Gesù per aiutarci, spronarci, svegliarci! E per avere un giorno
la Vita Eterna, nella misura in cui anche noi avremo collaborato alla Loro opera.
Vivo in Germania e ho ben chiare le conseguenze del protestantesimo perché le vedo davanti ai miei occhi
tutti i giorni nella società, anche nella famiglia di mio marito, Maximilian, che è cresciuto nella realtà luterana
e che ora si dichiara agnostico.
Eppure giorno dopo giorno, miracolo dopo miracolo, vedo che Maria si sta prendendo cura di noi come
Suoi figli.
L’ultimo esempio è questo: per una serie di incontri e coincidenze, in questi giorni Maximilian si trova in
Camerun, a sostenere come medico un progetto di aiuto alla maternità, totalmente affidato ad una Congregazione cattolica della Polonia, attiva lì da molti anni. Io sono dovuta rimanere qui per lavoro (devo consegnare
a breve la tesi di dottorato) e assisto a quest’opera meravigliosa da lontano.
Ieri sera, prendendomi in giro al telefono e volendo canzonarmi mi ha detto, “qui vado a Messa più di te!”.
L’ho sentito felice, diverso.
Non voglio che lei impieghi il suo prezioso tempo per rispondermi, questa mail è come testimonianza e come
atto di gratitudine!
Prego anche io da qui per la sua salute, perché la Potenza del Signore sconfigga presto tutto quello che osa
disturbarla. Auguro a lei e ai suoi collaboratori un anno pieno di pace e di serenità! Un caro saluto da Friburgo, Carla».
Come questo miracolo familiare, milioni di miracoli familiari avvengono ogni giorno nel mondo, personalmente ne conosco moltissimi, seguo molte famiglie compatte o con l’armonia ritrovata per mezzo della consacrazione alla Madonna e la recita del Santo Rosario.
Proprio in questi tempo minacciati da ogni tempesta immorale che si abbatte sulle famiglie, è indispensabile
pregare molto ogni giorno il Santo Rosario, consacrare se stessi e la famiglia alla Madonna.
Noi della Parrocchia virtuale siamo chiamati a difendere la Chiesa Santa, a pregare per le intenzioni della
Madonna, a fare apostolato con la parola e i libri spirituali. Portate a tutti i vostri conoscenti la conoscenza del
Vangelo storico, fate conoscere a più persone questa newsletter ed indicate la modalità dell’iscrizione nella
home page del nostro sito www.gesuemaria.it
Dobbiamo portare in molte famiglie la preghiera del Santo Rosario, perché dove viene recitato, la Madonna
opera meraviglie e porta il suo Spirito, cambia i cuori e la vecchia mentalità.
Mi sono arrivate moltissimi racconti delle mirabilie avvenute dopo la diffusione del mio libro “Santo Rosario meditato”, in molti casi quelli che lo hanno letto, hanno deciso di andarsi a confessare e di partecipare alla
Messa festiva. Hanno cambiato vita con nuovi e spirituali propositi di vivere da buoni cristiani.
Miracoli che la Madonna concede sempre a quanti pregano con Fede ed amore.

CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
“Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.
Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 maggio 2012 (Mirjana)
Cari figli, con amore materno io vi prego: datemi le vostre mani, permettete che io vi guidi. Io, come
Madre, desidero salvarvi dall’inquietudine, dalla disperazione e dall’esilio eterno. Mio Figlio, con la sua
morte in croce, ha mostrato quanto vi ama, ha sacrificato se stesso per voi e per i vostri peccati. Non rifiutate il
suo sacrificio e non rinnovate le sue sofferenze con i vostri peccati. Non chiudete a voi stessi la porta del
Paradiso. Figli miei, non perdete tempo. Niente è più importante dell’unità in mio Figlio. Io vi aiuterò, perché il
Padre Celeste mi manda affinché insieme possiamo mostrare la via della Grazia e della salvezza a tutti coloro
che non Lo conoscono. Non siate duri di cuore. Confidate in me ed adorate mio Figlio. Figli miei, non potete
andare avanti senza pastori. Che ogni giorno siano nelle vostre preghiere. Vi ringrazio.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 20 febbraio 1985 (Messaggio dato al gruppo di preghiera)
Decidete fermamente che cosa fare di particolare per questa Quaresima. Io vorrei darvi un’idea. Durante
questo tempo cercate di vincere ogni giorno un difetto evitando una delle vostre debolezze e mancanze più
frequenti, quali l’irascibilità, l’impazienza, la pigrizia, il pettegolezzo, la disubbidienza, il rifiuto delle
persone antipatiche. Se non riuscite a sopportare una persona orgogliosa, dovete voi cercare di avvicinarvi a
lei. Se volete che diventi umile, fate voi il primo passo verso di lei. Mostratele che l’umiltà vale più
dell’orgoglio. Dunque ogni giorno meditate su voi stessi e cercate nel vostro cuore ciò che c’è da cambiare, le
debolezze da superare, i vizi da eliminare. Desidero inoltre che ognuno di voi scelga un altro membro del gruppo e insieme decidiate di vivere spiritualmente uniti per tutta la Quaresima. Accordatevi su che cosa fare insieme per cercare di eliminare i vostri difetti. Dovete impegnarvi e sforzarvi al massimo. Dovete desiderare sinceramente che questa Quaresima trascorra nell’amore. Così sarete più vicini a me e al Padre celeste. Sarete più felici voi e saranno più felici anche gli uomini attorno a voi. Come Madre vi invito ad essere coscienti di tutto
quello che fate.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 26 novembre 1983 (Messaggio straordinario)
Prima della Messa bisogna pregare lo Spirito Santo. Le preghiere allo Spirito Santo devono sempre accompagnare la Messa.

Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 agosto 1984 (Messaggio dato al gruppo di preghiera)
Prima di accostarvi al Sacramento della Confessione preparatevi consacrandovi al mio Cuore e al Cuore di
mio Figlio e invocate la Spirito Santo perché vi illumini.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *