• VANGELO (Mt 4,12-17.23-25)
    Il regno dei cieli è vicino.
  • Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e
    andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che
    era stato detto per mezzo del profeta Isaìa:
    «Terra di Zàbulon e terra di Nèftali,
    sulla via del mare, oltre il Giordano,
    Galilea delle genti!
    Il popolo che abitava nelle tenebre
    vide una grande luce,
    per quelli che abitavano in regione e ombra di morte
    una luce è sorta».
    Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta
    di malattie e di infermità nel popolo. La sua fama si diffuse per tutta la Siria e conducevano a lui tutti i malati,
    tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì. Grandi folle cominciarono a seguirlo dalla Galilea, dalla Decàpoli, da Gerusalemme, dalla Giudea e da oltre il Giordano. Parola del
    Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro
Passata l’Epifania si dimentica presto questo ricordo liturgico della prima manifestazione di Gesù, il tempo è
tiranno soprattutto quando ci si lascia guidare dagli eventi e la vita quasi sfugge di mano… Però ogni giorno
Gesù continua a manifestarsi. Da oggi in poi noi continueremo a vivere come gli umili pastori che accorsero alla Grotta ad adorare il Bambino, oppure come i pagani Magi che credettero prima ancora di vedere il Bambino
e partirono da città lontane seguendo la stella e, quindi, abbandonandosi alla guida di Dio da essi ancora non
conosciuto. Poi davanti a Lui si inginocchiarono e Lo adorarono come il vero Re dell’universo.
Oppure possiamo continuare a vivere nella superficialità di una vita vissuta nell’indifferenza. In questa frase
ho unito due parole davvero disastrose per la vita spirituale di un cristiano: superficialità e indifferenza.
Ogni giorno per i veri cristiani avviene una continua manifestazione di Gesù, una rinnovata Epifania, perché
Lui si rivela nei Sacramenti, nelle Grazie che concede con un Amore incredibilmente infinito, nelle guarigioni
fisiche e spirituali che avvengono sempre a coloro che pregano con molta Fede, con le buone ispirazioni che
spingono verso il bene.
Non siamo noi a cercare le manifestazioni di Gesù, è un dono che arriva da Lui, è il Signore che si manifesta
in mille modi che però l’uomo distratto e soverchiato dalla vita dissipata non riesce a capire. Noi che Lo conosciamo vogliamo vivere fiduciosi e sicuri della sua presenza.
Da oggi in avanti noi decidiamo chi vogliamo essere per Gesù, che relazione vogliamo avere, se vogliamo vivere nella sua Volontà.
La nostra vita diventa come la Galilea dei tempi di Gesù, un luogo dove passavano molti pagani, come un
crocevia in cui ognuno in base alla scelta della via che si prendeva, segnava il suo destino. Ognuno di noi determina il suo destino nel bene o nel male, si perdono per strada quelli che compiono scelte irrazionali e vivono
nella corruzione, mentre c’è una componente esterna da non sottovalutare assolutamente e che attenua la responsabilità di un peccatore: sono le influenze negative della magia occulta inviate da persone cattive e che
colpiscono un’innocente. In questi casi la persona colpita è vittima, subisce danni spesso molto seri e può cercare la liberazione con preghiere e benedizioni dei Sacerdoti.
L’utilizzo della magia occulta oggi è diventata come una moda, si utilizza e si compiono riti magici per inconsapevolezza, senza capire le ritorsioni tremende che si subiranno e patiranno nel tempo, non si rendono conto di giocare con “l’energia atomica”, simile per l’esplosione spirituale a quella vera che può produrre la bomba atomica e la bomba H.
La deflagrazione di una di queste bombe in un luogo è paragonabile al legame che una persona instaura con
la magia occulta quando si pratica o si frequenta per ottenere qualcosa: scoppia interiormente una potente deva-
stazione spirituale, che si può sanare miracolosamente con i Sacramenti e una vita virtuosa. Chi pratica la magia
trasgredisce il 1° Comandamento: “Non avrai altro Dio all’infuori di me”.
Contro questo Comandamento si pecca di empietà, d’irreligiosità, di superstizione (idolatria, magia
nera).
L’idolatria è il culto reso a false divinità, agli idoli, e tra questi il peccato più grave è il culto reso al demonio. La magia nera o diabolica è il peccato di coloro che pretendono di dominare le forze della natura con l’intervento degli spiriti e del demonio. Se si opera con l’intenzione di danneggiare il prossimo la magia nera si
chiama maleficio. Spiritismo è una forma di magia che consiste nel pretendere di evocare gli spiriti, per conoscere cose occulte, come la sorte dei defunti e i segreti della vita futura. In tutti questi fenomeni ad agire è sempre e solo satana.
Moltissimi credenti ancora portano influenze negative per avere frequentato maghi e la magia occulta. Dalla
frequenza dei maghi e dalle opere tenebrose che si fanno fare, le conseguenze sono molto dolorose. Per liberarsene occorre pregare molto e ricevere benedizioni.
Oggi Gesù ci dice che è arrivato il tempo di compiere la vera conversione del cuore, non più solamente una
adesione esteriore ma una piena partecipazione interiore alla volontà di Dio. Significa considerare i peccati come un enorme danno per tutta la persona, non solamente per la vita spirituale. le conseguenze si riversano anche
sul corpo.
La vera conversione è l’adesione al progetto che Gesù ha su ognuno di noi, riflettiamo che qui siamo
pellegrini di passaggio.
Abituatevi al distacco da tutto ciò che è materiale e rafforzate la vostra volontà per vincere i vizi e le
forti tentazioni.
Il vero regno è quello spirituale, solo chi ne fa parte conosce la pace interiore e la gioia profonda, non ci sono ricchezze paragonabili ad uno stato interiore equilibrato e in Grazia di Dio. Conoscete qualche ricco felice?
Non è possibile, ovvero è quasi impossibile. La persona ricca può essere anche brava, ma se non pratica il distacco dai suoi beni avrà come dio quelle ricchezze. È sempre stato così, tanto che Gesù avvisò una volta per
tutte: “Non potete servire a Dio e a mammona. Nessuno può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro, o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro” (Mt 6,24).
E per rendere chiaro il concetto dell’attaccamento alle ricchezze, disse pure un’esagerazione o iperbole: “È
più facile per un cammello passare per la cruna di un ago che per un ricco entrare nel Regno di Dio!” (Lc
18,25). Non ha detto che è impossibile, ma è difficile, perché il ricco vive nella sicurezza dei suoi beni e non
pensa mai a Dio, non ne ha bisogno.
Invece il ricco che fa generosa beneficenza ai poveri o dove riterrà opportuno, dimostra di non vivere per i
beni e che Gesù occupa il primo posto nel suo cuore. Se pensasse che tutti i suoi beni li lascerà su questa terra…
“Convertitevi…”, l’appello di Gesù è rivolto a tutti, nessuno deve considerarsi dispensato, Egli vuole salvare
tutti, anche i peccatori che non Lo hanno mai pregato! Per questo Gesù continua a manifestarsi nell’amore e
nell’apostolato dei suoi seguaci, vuole portare a tutti il messaggio di speranza e di salvezza. Il Signore continua
a guarire quanti pregano con Fede.
Il Vangelo dice che portavano a Lui “malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici
e paralitici. Ed Egli li guarì”.

CONTINUIAMO LE INTENSE PREGHIERE ALLA MADONNA CON LA RECITA GIORNALIERA DEL SANTO ROSARIO PER ME, PER VINCERE L’ATTACCO PORTATO DA SATANA, SCIOGLIENDO QUESTO NODO OPPRESSIVO. CHI
MI VUOLE BENE, PREGHI MOLTO PER ME.
Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.
Proposito
Avrò un’attenzione particolare verso quella persona che suscita in me maggiore difficoltà nell’accoglierla.

Pensiero
Il digiuno che tutti potete fare è custodire il vostro cuore e i vostri sensi. (San Giovanni Bosco)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine
di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltis-
simi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal mio sito:
http://www.gesuemaria.it/efficace-preghiera.html
“Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già
siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle
stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se
partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in
comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente”.
Messaggio della Madonna a Medjugorje del 2 dicembre 2012 (Mirjana)
Cari figli, con materno amore e materna pazienza vi invito di nuovo a vivere secondo mio Figlio, a
diffondere la sua pace ed il suo amore, ad accogliere con tutto il cuore, come miei apostoli, la verità di Dio ed a
pregare lo Spirito Santo affinché vi guidi. Allora potrete servire fedelmente mio Figlio e, con la vostra vita,
mostrare agli altri il suo amore.
Per mezzo dell’amore di mio Figlio e del mio amore, io, come Madre, cerco di portare nel mio abbraccio
materno tutti i figli smarriti e di mostrare loro la via della fede.
Figli miei, aiutatemi nella mia lotta materna e pregate con me affinché i peccatori conoscano i loro peccati e
si pentano sinceramente. Pregate anche per coloro che mio Figlio ha scelto e consacrato nel suo Nome. Vi
ringrazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *