Archivio Mensile: Agosto 2021

La vita senza Gesù è priva di gioia e sembra inutile – 11 Agosto 2021 0

La vita senza Gesù è priva di gioia e sembra inutile – 11 Agosto 2021

Mercoledì 11 agosto 2021

XIX Settimana del Tempo Ordinario

Santa Chiara

+ VANGELO (Mt 18,15-20)

Se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano. In verità Io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in Cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in Cielo. In verità Io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei Cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio Nome, lì sono Io in mezzo a loro».Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Negli ultimi anni numerose donne, anche diverse laureate, hanno scoperto Dio e la presenza dello Spirito Santo nella loro vita, hanno fatto discernimento e hanno deciso di lasciare tutto per trovare il Tutto, entrando in Monastero.

La vita di clausura è una scelta coraggiosa sostenuta da una Grazia abbondante e di molto superiore a quanto si lascia, alle cose del mondo.

Gesù dà la pace e la gioia che il mondo non conosce minimamente, questo spiega la scelta di molte donne di entrare in clausura o in una Comunità contemplativa, e vivere esperienze spirituali impossibili nel mondo per la deriva morale della società.

Santa Chiara d’Assisi per la sua Fede e il suo coraggio ha rifiutato un sontuoso matrimonio e la ricchezza della famiglia. Ha risposto convintamente a Dio che La invitava a compiere un cammino quasi paragonabile a quello di Abramo.

Ogni cristiano deve saper imitare Santa Chiara con il distacco affettivo dalle bramosie del mondo, anche senza entrare in un Monastero e neppure trasferirsi in un luogo di elevata spiritualità.

NUMEROSE FAMIGLIE AMERICANE FACOLTOSE HANNO CHIUSO AZIENDE E LASCIATO IMPORTANTI ATTIVITÀ PROFESSIONALI TRASFERENDOSI NEI PRESSI DEI SANTUARI MARIANI D’EUROPA, DOPO AVERE COMPRESO CHE LA VITA È UN SOFFIO E DURA POCO, NON È INTELLIGENTE SPERPERARLA DIETRO LE STUPIDE VANITÀ DEL MONDO.

Spesso leggo sui quotidiani online, titoli obbrobriosi su personaggi famosi diventati squilibrati o psicopatici, per la vita inutile e devastante che conducono, per la bassissima considerazione della vita e dei loro corpi, inoltre vivono una condizione sessuale peggiore di quella degli animali. Loro stessi senza alcuna decenza ne parlano pubblicamente.

Tutti gli scandali e le depravazioni dei personaggi famosi o meno famosi ma determinanti nell’economia, nella politica e nello spettacolo, scaturiscono dal dominio totale dei pensieri impulsivi che li dominano, ed essi per la loro viscerale debolezza sono obbligati a compiere tutto il Male possibile. Nella mente devastata percepiscono il Male come la condizione migliore e non possono fare e meno di vivere da pervertiti.

Non c’è mai appagamento sereno, in loro c’è una intensa crescita di desideri osceni e spregevoli, senza riuscire a dominare l’istinto malvagio!

Senza Dio tutti gli uomini possono diventare come le bestie.

GLI ATEI NEGATORI DI DIO, ANCHE SE MANTENGONO UN CONTEGNO PERBENE E MISURATO IN PUBBLICO, HANNO PENSIERI RIPUGNANTI CHE RUGGISCONO COME BELVE NEL LORO INTIMO, ESSI SONO SENZA QUEL DIO CATTOLICO CHE ELIMINA GLI ISTINTI ANIMALI, INFONDE AMORE E PACE NELL’ANIMA, APPAGA PIENAMENTE LA VITA, ELEVA DAL MALE E TRASFORMA IN MEGLIO QUANTI LO AMANO.

I ricchi, i potenti del mondo, i personaggi famosi, i professionisti disonesti e tanti politicanti senza Dio, se incontrassero veramente il Signore Gesù e sperimentassero un po’ del suo Amore, lascerebbero tutto come Francesco d’Assisi e come la ragazza che Lo seguì subito dopo, Chiara d’Assisi.

Quanti di questi che scandalizzano l’umanità si potranno salvare se seminano scandali di ogni tipologia e quasi tutti sono consacrati a Satana?

Santa Chiara d’Assisi prega per tutti dal Cielo come faceva a San Damiano, ma neanche le sue preghiere scalfiscono i cuori dei perversi!

La sua vita è stata straordinaria, senza dubbio come tanti altri Santi, ma Lei seguendo San Francesco è stata grande nell’amore al Vangelo puro, non per niente fu la prima pianticella del ramo femminile del francescanesimo e iniziatrice delle Clarisse.

La guida di San Francesco l’aiutò a intraprendere la Via dell’unica Verità, anche questo ci indica che senza un buon Padre spirituale è molto difficile mantenersi fedeli al Vangelo storico, compiere le scelte migliori e camminare nella Verità.

La preghiera contemplativa di Santa Chiara si può imitare vivendo nel mondo ma occorre tanta volontà. È più agevole imitarla nelle virtù che adornarono di splendore la sua persona e nella preghiera contemplativa che si può compiere in un angolo silenzioso della propria casa, rimanendo ogni giorno intenti soprattutto nelle cose di Dio.

«Tu quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà» (Mt 6,6).

In clausura è più facile avvicinarsi a Gesù perché le preoccupazioni del mondo non devono più coinvolgere monaci e monache. Si deve considerare che la clausura non è un fuggire dal mondo, è una chiamata per donarsi interamente a Dio senza preoccuparsi delle cose del mondo.

È una vocazione non accessibile a tutti, poi lo Spirito Santo ad ognuno dà una missione ed è un trionfo quando si viene a scoprire il proprio posto in questo mondo. Non è d’altronde difficile capire se si è chiamati al matrimonio oppure no.

Anche il mondo necessita di anime contemplative dedite esclusivamente alla preghiera, ma anche di tanti laici sparsi nel mondo disponibili ad impegnarsi nell’apostolato per far conoscere Gesù e la Vergine Santa.

È la preghiera a poter cambiare le sorti di questa umanità che corre il rischio di essere dimezzata per il progetto delle Nazioni più potenti.

La preghiera del Santo Rosario può allontanare i diavoli che agiscono nei potenti e sono potenti per la presenza potente in essi dei diavoli.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Oggi devo impegnarmi nella preghiera e nelle buone opere, per compiere in tutto la volontà di Dio, fiducioso nella sua promessa che darà il «cento per uno».

Pensiero

Il Signore per mezzo della predicazione converte spesso i peccatori ed invoglia i buoni a diventare migliori. Ma rigetta invece dalla sua bocca i tiepidi, ritenendoli indegni di ascoltare la sua Parola. (Sant’Alberto)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Per facilitare la gestione delle cancellazioni, se non vuoi più ricevere la newsletter,

rispondi a questa email e scrivi Stop

Le stelle cadenti di San Lorenzo – 10 Agosto 2021 0

Le stelle cadenti di San Lorenzo – 10 Agosto 2021

Martedì 10 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

San Lorenzo

+ VANGELO (Gv 12,2426)

Se il chicco di grano muore, produce molto frutto.

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità, in verità Io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. Se uno mi vuole servire, mi segua, e dove sono Io, là sarà anche il mio servitore. Se uno serve Me, il Padre lo onorerà». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

San Lorenzo è un martire che in questi millenni ha fatto parlare molto di sé, venne ucciso il 10 agosto 258 a Roma e il suo culto è vasto, fino a dedicargli una notte in cui si ammirano le stelle cadenti. È certamente un’affascinante legame indissolubile al fenomeno delle stelle cadenti, diverse sono le interpretazioni di questo binomio che nasce per motivi ovviamente estranei alle sue vicende agiografiche, ma si azzarda lo stesso un interessante legame.

Gli studiosi cristiani hanno visto nelle stelle cadenti che si vedono in agosto, la rappresentazione delle lacrime versate dal Santo durante il suo supplizio, lacrime che vagherebbero eternamente nei cieli, e scenderebbero sulla terra solo in questo giorno.

È una narrazione che accolgono per Fede i cristiani convinti che tutto è possibile a Dio. D’altronde, cadono proprio nel giorno di San Lorenzo!

Ancora una narrazione afferma che le stelle cadenti ricordano i carboni ardenti su cui il Santo fu martirizzato su una graticola, il suo emblema.

Una cosa sola è divenuta sicura: la notte di San Lorenzo induce molti cristiani a pregarlo osservando le stelle cadenti, come se fosse Lui ad inviare segni della sua intercessione. C’è molta speranza nei cristiani che osservano le stelle ed esprimono al Santo una o più richieste di aiuti.

In questo senso la notte di San Lorenzo ha creato una buona atmosfera spirituale, c’è la convinzione della realizzazione dei desideri in quanti ricorrono all’intercessione del Santo. È più forte la richiesta di aiuti quando si ricordano i dolori sofferti da San Lorenzo, accettati per rimanere fedele a Gesù Cristo.

Sono intuizioni piacevoli per ricordare cosa avvenne al giovane Lorenzo, ma la sua storia è poco conosciuta. Si ricordano di più le stelle cadenti nella notte di San Lorenzo che la Fede intrepida di un vero seguace di Cristo, che è bene conoscere.

San Lorenzo è famoso per la sua morte al tempo in cui era arcidiacono di Papa Sisto II, cioè il primo dei sette diaconi allora al servizio della Chiesa romana. Assisteva il Papa nella celebrazione dei riti, distribuiva l’Eucaristia e amministrava le offerte fatte alla Chiesa.

La sua morte avvenuta su una graticola avvenne nella persecuzione contro i cristiani voluta dall’imperatore Valeriano nel 257. L’impero romano era in crisi, minacciato dalla pressione dei popoli germanici e dall’aggressività persiana. La follia dall’imperatore Valeriano dinanzi alle cocenti sconfitte subite, si rivolse contro i cristiani e fece riprendere la persecuzione anticristiana.

Quanto avvenne al giovane Lorenzo fu impressionante. All’inizio la persecuzione non fu accanita, comunque ERANO VIETATE LE ADUNANZE DI CRISTIANI, BLOCCAVANO GLI ACCESSI ALLE CATACOMBE, ESIGEVANO RISPETTO PER I RITI PAGANI. Non obbligavano a rinnegare pubblicamente la Fede cristiana.

Un anno dopo, nel 258, come tutti gli anticlericali anche Valeriano cambiò idea e ordinò la morte di tutti i Vescovi e i Sacerdoti.

Il vescovo Cipriano di Cartagine prima venne esiliato e poi decapitato. Ebbero la stessa sorte altri Vescovi e lo stesso Papa Sisto II, ai primi di agosto del 258. Lorenzo non venne ucciso subito, il prefetto imperiale lo chiamò per farsi consegnare «i tesori della Chiesa». Questo prefetto era convinto delle ricchezze della Chiesa e le pretendeva da Lorenzo che effettivamente era l’amministratore.

Lorenzo prima distribuì le offerte ai poveri, poi si presentò davanti al prefetto e gli mostrò moltissimi ammalati, storpi ed emarginati che gli facevano compagnia. Rivolto al prefetto gli disse: «Ecco, i tesori della Chiesa sono questi».

Questa fu la ragione della sua morte atroce: fu bruciato sopra una graticola.

Diversi Santi di quel periodo e dei secoli successivi hanno descritto come autentico il supplizio che toccò a San Lorenzo.

C’è un’affermazione curiosa che prendo dal Martirologio Romano: «Tre giorni dopo vinse le fiamme per la Fede in Cristo e in onore del suo trionfo migrarono in Cielo anche gli strumenti del martirio».

San Lorenzo è il Patrono dei diaconi, dei cuochi e dei pompieri. Egli ci mostra che come il grano produce molto frutto, così l’uomo che muore al suo orgoglio si riempie dello Spirito Santo e diventa una persona nuova, molto gradita a Dio.

Amare la propria vita con orgoglio e superbia per soddisfare i propri capricci, non permette di seguire Gesù e si rimane soli.

«Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna».

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Oggi devo impegnarmi nella preghiera e nelle buone opere, per compiere in tutto la volontà di Dio, fiducioso nella sua promessa che darà il «cento per uno».

Pensiero

Il Signore per mezzo della predicazione converte spesso i peccatori ed invoglia i buoni a diventare migliori. Ma rigetta invece dalla sua bocca i tiepidi, ritenendoli indegni di ascoltare la sua Parola. (Sant’Alberto)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Atea e filosofa, poi Santa e compatrona d’Europa – 9 Agosto 2021 0

Atea e filosofa, poi Santa e compatrona d’Europa – 9 Agosto 2021

Lunedì 9 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

Santa Teresa Benedetta della Croce

+ VANGELO (Mt 25,113)

Ecco lo sposo! Andategli incontro!

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il Regno dei Cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono. A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”. Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”. Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Se fosse rimasta atea, Edith Stein non avrebbe neanche implorato il Signore di aprire la porta, e sarebbe rimasta chiusa. Come chiuso era rimasto il suo cuore per trent’anni. Anche se era nata e formata nella religione ebraica, in lei prevalsero gli studi filosofici e la veicolarono verso una concezione atea della vita.

La madre era una ebrea praticante, ma Edith trovò nell’ateismo la sua apparente stabilità e insegnò filosofia in mezzo a grandi difficoltà.

Era nata nel 1891 a Wroclaw – Breslau in Germania, morì nella camera a gas il 9 agosto 1942 nel campo di concentramento di Auschwitz.

La sua presenza in quell’inferno voluto dal nazismo, era dovuta alla sua conversione al Cristianesimo, dopo che in una sola notte lesse l’autobiografia di Santa Teresa d’Avila e comprese che Dio esiste, è vivo, è buono, è il Creatore.

Scoprì così il senso della vita e riuscì a distinguere tra l’apparente e falsa felicità e la vera felicità interiore che arriva solo da Dio.

A trent’anni incontrò Gesù e presto decise di diventare Carmelitana scalza ma il Vescovo le consigliò di aspettare e rimase in attesa per otto anni prima di fare l’ingresso nel monastero di Colonia e diventare una monaca.

Per lei significò la vera realizzazione della sua vita e i suoi pensieri molto profondi, cominciò a scriverli con grande devozione. Leggiamo un suo pensiero per capire la profondità della sua spiritualità.

«Non accettate nulla come verità che sia privo di Amore.

E non accettate nulla come amore che sia privo di Verità!

L’uno senza l’altra diventa una menzogna distruttiva».

Il 21 aprile 1938 Edith Stein fece la professione perpetua. Prese il nome della fondatrice, e il suo nome divenne Suor Teresa Benedetta della Croce.

Presto però arrivò la persecuzione nazista e gli ebrei venivano ricercati un po’ ovunque, Suor Teresa fu mandata in Olanda, perché la sua presenza al Carmelo di Colonia rappresentava un pericolo per l’intera comunità, ma venne catturata il 2 agosto 1942 e dopo sette giorni ad Auschwitz vicino Cracovia in Polonia, lei e la sorella Rosa vennero uccise nella camera a gas.

Visse poco più di cinquant’anni di cui gli ultimi venti con grande partecipazione alla causa del Vangelo, con un amore immenso per Gesù.

Divenne una delle vergini sagge che ha conservato l’olio della Fede per incontrare lo sposo al suo arrivo. Questo pensiero le avrà dato una immensa gioia interiore, perché lei era un’anima perduta nell’ateismo ed era stata ritrovata dal Pastore eterno che continua a cercare le pecorelle buone, ancora lontane da Lui.

NELLA CONVERSIONE DI EDITH STEIN VEDIAMO LA PATERNA MISERICORDIA DI DIO CHE NON ABBANDONA MAI QUELLE ANIME LONTANE DA LUI E CHE VIVONO IN BUONAFEDE, SENZA CATTIVERIA E NON ASSUMONO NELLA LORO VITA POSIZIONI ESTREMISTE. PER QUESTO NON SI DEVE MAI CONDANNARE NESSUN PECCATORE, È SEMPRE POSSIBILE LA SUA CONVERSIONE E LA SUA SANTIFICAZIONE.

Rimane un po’ difficile questa opportunità a quanti conoscono la dottrina cattolica e la insegnano apportando modifiche personali, istruiscono gli studenti di Teologia con novità moderniste e anche eretiche. Ogni Vescovo o Sacerdote che compie un tale scempio è ancora più eretico di Lutero, come eretici sono tutti coloro che innalzano e giustificano Lutero.

Ci troviamo oggi dinanzi un’atea che è diventata Santa e tanti Vescovi e Sacerdoti oggi sono senza Dio e nemici della sana dottrina cattolica.

Un’atea e filosofa onesta intellettualmente riuscì a scoprire che non siamo soli e abbiamo un Padre buono. La sua onestà la rese pura e Santa!

OLTRE L’INTERVENTO DI DIO CHE È SEMPRE PRINCIPALE, NEL CUORE DI EDITH STEIN ERANO PRESENTI SPAZI DA RIEMPIRE, C’ERA UN GRANDE VUOTO ED ELLA NON SCELSE I VIZI O LA VITA IMMORALE, ERA PADRONA DI SÉ E RIUSCIVA A DOMINARE LA SUA VOLONTÀ.

Con impegno e una continua meditazione delle cose più importanti della vita, scoprì l’Amore di Gesù leggendo un libro di spiritualità. Questo indica che le buone letture sono indispensabili per crescere nella Fede e per conoscere il cammino spirituale sicuro.

Non tutti i libri spirituali o gli scritti o quanto viene detto di spirituale è da accogliere, bisogna discernere e separare il vero dal falso.

Nel 1998 Papa San Giovanni Paolo II ha proclamata Santa la convertita Edith Stein e l’anno successivo l’ha dichiarata compatrona d’Europa.

In questo scritto della Santa scorgiamo lo spirito del Carmelitano San Giovanni della Croce, ed è un bene per tutti comprenderne il significato.

«Nell’aridità e nel vuoto l’anima diventa umile.

L’orgoglio di un tempo sparisce quando in se stessi non si trova più nulla che dia l’autorizzazione a guardare gli altri dall’alto in basso.

L’anima deve considerare l’aridità e il buio come buoni presagi: come segni che Iddio le sta al fianco, liberandola da se stessa, strappandole di mano l’iniziativa».

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Oggi devo impegnarmi nella preghiera e nelle buone opere, per compiere in tutto la volontà di Dio, fiducioso nella sua promessa che darà il «cento per uno».

Pensiero

Il Signore per mezzo della predicazione converte spesso i peccatori ed invoglia i buoni a diventare migliori. Ma rigetta invece dalla sua bocca i tiepidi, ritenendoli indegni di ascoltare la sua Parola. (Sant’Alberto)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Per facilitare la gestione delle cancellazioni, se non vuoi più ricevere la newsletter,

rispondi a questa email e scrivi Stop

Gesù «inventa» l’Eucaristia che è il suo Corpo – 8 Agosto 2021 0

Gesù «inventa» l’Eucaristia che è il suo Corpo – 8 Agosto 2021

Domenica 8 agosto 2021

XIX Domenica del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Gv 6,41-51)

Io sono il Pane vivo, disceso dal Cielo.

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, i Giudei mormoravano di Gesù perché aveva detto: «Io sono il Pane disceso dal Cielo». E dicevano: «Costui non è forse Gesù, il Figlio di Giuseppe? Di Lui conosciamo il Padre e la Madre. Come può dunque dire: Sono disceso dal Cielo?». Gesù rispose: «Non mormorate tra di voi. Nessuno può venire a Me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e Io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Sta scritto nei Profeti: E tutti saranno ammaestrati da Dio. Chiunque ha udito il Padre e ha imparato da Lui, viene a Me. Non che alcuno abbia visto il Padre, ma solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità vi dico: chi crede ha la vita eterna. Io sono il Pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il Pane che discende dal Cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il Pane vivo, disceso dal Cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che Io darò è la mia Carne per la vita del mondo». Parola del Signore.

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Il capitolo 6 di San Giovanni è alquanto misterioso e nessuno dei presenti che ascoltavano riuscivano ad intuire anche minimamente il significato del Pane disceso dal Cielo che diventerà cibo per tutti i seguaci del Signore.

Dinanzi a molti ebrei presenti ancora nella sinagoga di Cafarnao, Gesù affermava la volontà di dare da mangiare il suo Corpo, questa ripetuta dichiarazione scombussolava quasi tutti i presenti, li confondeva e credevano di avere di fronte un folle, un Uomo disorientato.

Noi oggi sappiamo la corretta interpretazione delle parole dette da Gesù, soprattutto l’ultimo versetto del Vangelo di oggi, il 51. Sappiamo il significato dei Vangeli delle prossime domeniche che completeranno il capitolo 6 sul Pane di vita, l’Eucaristia, Gesù che dona il suo Corpo in cibo, ma sacramentale.

Gesù «inventa» l’Eucaristia che è il suo Corpo, mistero meraviglioso e drammatico perché avviene durante la Santa Messa, altro infinito mistero essendo il Sacrificio del Calvario ma senza spargimento di Sangue, mistero che misticamente si concretizza durante le parole della Consacrazione.

Non appena qualche apostata cambierà queste parole, non ci sarà più la Santa Messa e diventerà altro, neanche una banale preghiera.

Nelle prossime domeniche leggeremo nuove e indignate reazioni dei giudei che rifiutavano l’insegnamento di Gesù sul suo Corpo che avrebbe dato in cibo, fino all’abbandono di molti uditori. Andarono via convinti di trovarsi dinanzi un invasato, un Uomo che diceva sciocchezze. «Da allora molti dei suoi discepoli si tirarono indietro e non andavano più con Lui» (66).

Rimasero solo i Dodici e il sinagogo a far compagnia a Gesù, quasi a consolarlo, molti avranno pensato con il più classico convincimento da saputelli presuntuosi: «Gesù è impazzito, non sa quello che dice, è solo un povero illuso che crede di stare dalla parte della Verità del Dio autentico».

Lo stesso gli anticlericali hanno detto sui grandi predicatori, impegnati nella spiegazione della sana dottrina della Santa Chiesa.

Io e altri Sacerdoti assolutamente fedeli al Vangelo storico di Gesù e al vero Magistero della Chiesa, siamo colpiti soprattutto da quei Vescovi che hanno perduto la Fede e non sopportano noi che predichiamo la Verità biblica, detestano i Sacerdoti mariani e ci vorrebbero eliminare/emarginare in tutti i modi.

HO PATITO PERSECUZIONI E DIFFAMAZIONI DA ALCUNI VESCOVI MASSONI PER L’ODIO CHE NUTRONO VERSO IL VANGELO E LA VERA DEVOZIONE ALLA MADONNA. PAGANO POI CONTI ALTISSIMI DAVANTI A DIO, VENGONO ACCUSATI NEL GIUDIZIO DAGLI STESSI LORO ALLEATI CHE SONO I DIAVOLI.

I predicatori modernisti non incontrano problemi, è sufficiente mostrarsi gentili e accoglienti in Chiesa per apparire bravi sacerdoti, e i cattolici non si interessano di capire la qualità della loro predicazione, la fedeltà o meno a Gesù Cristo, chi è il loro Dio.

Gesù aveva predicato in quel modo per fare una cernita e allontanare i bugiardi, i duri di cuore, quelli che cercavano di trarne vantaggi!

Gesù quando predicava voleva l’allontanamento di quanti non Lo seguivano e non credevano in Lui, infatti senza Fede non potevano comprendere il suo discorso. Lo stesso vale oggi per quanti, pur ricoprendo incarichi autorevoli nella Chiesa, hanno perduto la Fede e non si interessano delle cose di Dio.

FORSE CHE IL PADRE NON VEDE TUTTO E NON ASCOLTA I LORO DISCORSI/COMPLOTTI?

Nella Chiesa di oggi la predicazione dell’Eucaristia è quasi sparita, non si predica l’assoluta necessità dell’Eucaristia per la vita spirituale e fisica; non si invitano i credenti a conoscere e adorare Gesù Cristo mentre si preoccupano degli immigrati e delle moschee da far costruire ai musulmani in Italia.

LA NOSTRA AMATA CHIESA VA RICOMPOSTA NEGLI UOMINI CHE COMANDANO PERCHÉ INADEGUATI E PRIVI DI FEDE, NON VA RIVOLUZIONATA NELLA DOTTRINA COME PRETENDONO E SI PREPARANO A FARE.

Cosa conoscono molti cattolici dell’Eucaristia? Molto poco e lo dimostrano quando entrano in Chiesa e non fanno la genuflessione davanti al Tabernacolo, dove sotto le apparenze del Pane è presente tutto Gesù in Corpo, Sangue, Anima e Divinità.

Non si raccolgono in preghiera davanti all’Eucaristia perché non sanno quali effetti santi ne scaturiscono quando si adora l’Eucaristia.

Non rimangono concentrati durante la Santa Messa e perdono fiumi di Grazie per la mancata preparazione al Sacrificio mistico di Gesù, che si ripete in ogni Santa Messa ed Egli ritorna a rivivere la sua Passione in modo incruento, senza spargimento del Sangue. Ma il Sangue Gesù continua a versarlo sui credenti che Lo adorano e meritano questa Grazia e la sua potente protezione.

Non predicando più cos’è o chi è l’Eucaristia, per molti è solo un simbolo, un pezzo di pane, un rituale antiquato e privo di valore.

A questa condizione sono giunti i cattolici per la mancanza della predicazione incentrata sull’Eucaristia, del ricordo dell’Eucaristia in ogni omelia anche con poche parole, per poi spiegare spesso il sommo valore dell’Eucaristia, con insegnamenti mirati a far adorare Gesù, oltre alla spiegazione del silenzio contemplativo e dell’Onnipotenza che si sprigiona dall’Eucaristia.

I più grandi miracoli si ottengono frequentando Gesù Eucaristia e aprendo il cuore a Colui che rimane nel Tabernacolo per incontrarci!

Questo è il mio libro per conoscere l’importanza dell’adorazione, per pregare bene, ringraziare Gesù e chiedere Grazie. Si può richiedere inviando un’offerta libera, mentre nel sito viene indicato un costo minimo perché costretti dalle disposizioni online. Il costo è minimo per la qualità del libro ed io voglio diffonderli ad offerta libera.

http://www.gesuemaria.it/prodotto/adorazione-eucaristica/

Una Comunione ben fatta fa recuperare le forze perdute e ne dà di nuove per andare avanti nonostante le sofferenze. Gesù è la nostra forza!

1 Ave Maria per Padre Giulio

“O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen”.

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro:  www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Salve Regina

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16). 

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Devo dire molto spesso a Gesù quello che provo e voglio fare.

Pensiero

Pregare non è un’imposizione, è un dono. Non è una costrizione, è una possibilità. Non è un peso, è una gioia. (San Giovanni Paolo II)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Per facilitare la gestione delle cancellazioni, se non vuoi più ricevere la newsletter,

rispondi a questa email e scrivi Stop

Noi veri credenti in Gesù e gli «atei cristiani» – 7 Agosto 2021 0

Noi veri credenti in Gesù e gli «atei cristiani» – 7 Agosto 2021

Sabato 7 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 17,1420)

Se avrete Fede, nulla vi sarà impossibile.

 

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, si avvicinò a Gesù un uomo che gli si gettò in ginocchio e disse: «Signore, abbi pietà di mio figlio! È epilettico e soffre molto; cade spesso nel fuoco e sovente nell’acqua. L’ho portato dai tuoi discepoli, ma non sono riusciti a guarirlo». E Gesù rispose: «O generazione incredula e perversa! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo qui da Me». Gesù lo minacciò e il demonio uscì da lui, e da quel momento il ragazzo fu guarito. Allora i discepoli si avvicinarono a Gesù, in disparte, e gli chiesero: «Perché noi non siamo riusciti a scacciarlo?». Ed Egli rispose loro: «Per la vostra poca Fede. In verità Io vi dico: se avrete Fede pari a un granello di senape, direte a questo monte: “Spostati da qui a là”, ed esso si sposterà, e nulla vi sarà impossibile». Parola del Signore

 

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Il discorso sulla Fede è complesso e si può analizzarlo da più parti. Sono numerose le scelte compiute dai cristiani nel collocarsi in una posizione dottrinale sul significato della Fede, oltre a quelli che si identificano come atei devoti. C’è chi si è spinto ancora più in là definendosi ateo cristiano, descrizione totalmente contraddittoria e inammissibile.

Esiste nella pubblicistica politica questo richiamo all’ateismo cristiano, esso denota la posizione ideologica di alcuni intellettuali, i quali ritengono indispensabile la tutela della tradizione cristiana al fine di salvaguardare i principi politici di libertà e democrazia della civiltà occidentale, a prescindere dalla loro eventuale fede cristiana.

È una posizione traballante questa dei Teocon europei molto affini alle posizioni degli statunitensi. L’aspetto positivo riguarda la volontà di difendere i principi politici di libertà e democrazia della civiltà occidentale, d’accordo, ma senza una morale divina quali ideali seguono soprattutto loro?

È inevitabile la Fede e la morale cristiana, per possederle è indispensabile essere cristiani senza più dichiararsi o definirsi atei devoti.

I Teocon sono credenti in Dio secondo una visione atea… e qui ci si perde. Teocon è un neologismo derivante dall’unione del prefisso «Teo» (Dio) e conservatorismo. Sono conservatori per la difesa delle tradizioni ma seguono un Dio personale, non si fanno scrupoli nel commettere opere disoneste e fare affari sporchi.

Posso anche credere nel loro impegno nella difesa delle idee e delle posizioni della Chiesa Cattolica, ma fino a quale punto sono in grado di accettare il Vangelo di Gesù Cristo? È vero che nutrono un particolare rispetto per la tradizione, la famiglia e la religione, ma i Teocon statunitensi e poi quelli europei, non si interessano della morale né di Gesù Cristo.

Comunque si può accettare la loro difesa dei valori cristiani anche se non li vivono. Meglio averli a favore che nemici. «Atei cristiani» o «atei devoti» infatti sostengono a modo loro la necessità di una riaffermazione dei valori cristiani come fondamento dell’Occidente, nell’attuale scenario di espansione dell’Islam.

In questo senso possiamo annoverare tra gli atei devoti Oriana Fallaci, grande sostenitrice dei valori professati dal Cristianesimo e giornalista impegnata nell’allarme islamismo, anticipando di alcuni decenni quanto poi è avvenuto grazie ad una classe politica che odia Dio e vuole trasformare l’Italia in una società multietnica, senza Dio, senza la religione Cattolica.

Per noi credenti solo la Fede in Gesù Cristo ci rende fortemente consapevoli di ciò che siamo e della realtà che ci circonda. La Fede non cresce da sola, è indispensabile la cura e tante attenzioni per non farla svanire in mezzo alla gramigna di questa società.

La Fede è potente e ci permette di ottenere da Gesù quanto è umanamente impossibile, i miracoli imprevisti e continui aiuti giornalieri.

Insieme al Signore anche i più grandi ostacoli con il tempo cadranno, e se sono grandi gli ostacoli tanto maggiore sarà la Grazia di Dio.

Chi segue Gesù vive nella gioia, nella pace interiore e nella vera realizzazione personale.

Alcuni Padri della Chiesa fanno notare che il prodigio di spostare una montagna si ha tutte le volte che qualcuno, con l’aiuto della Grazia, arriva dove le sue forze umane non sono in grado di farlo giungere e si rivolge a Gesù con un abbandono soprannaturale.

È quel che accade nell’opera della nostra santificazione personale, che lo Spirito Santo va realizzando nell’anima e nell’apostolato. Sono fatti più sublimi di spostare le montagne, e si verificano ogni giorno in tante anime sante, sebbene passino inosservati agli altri.

Lungo i secoli gli Apostoli e moltissimi Santi hanno realizzato miracoli meravigliosi nell’ordine naturale; ma i miracoli più grandi e più importanti sono stati, sono e saranno quelli delle anime che, immerse nella morte del peccato e dell’ignoranza, o nella mediocrità spirituale, rinascono e crescono nella nuova vita di figli di Dio.

Quando la nostra Fede è profonda partecipiamo dell’Onnipotenza di Dio, a tal punto che Gesù arriverà a dire in un’altra occasione: «In verità, in verità vi dico: anche chi crede in Me, compirà le opere che Io compio e ne farà di più grandi, perché Io vado al Padre.

Qualunque cosa chiederete nel Nome mio, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio.

Se mi chiederete qualche cosa nel mio Nome, Io la farò» (Gv 14,12-14).

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Per facilitare la gestione delle cancellazioni, se non vuoi più ricevere la newsletter,

rispondi a questa email e scrivi Stop

L’agire del vero Pietro seguace del primo Pietro – 6 Agosto 2021 0

L’agire del vero Pietro seguace del primo Pietro – 6 Agosto 2021

Venerdì 6 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

Trasfigurazione del Signore

+ VANGELO (Mc 9,2-10)

Questi è il Figlio mio, l’amato.

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Non sapeva infatti che cosa dire, perché erano spaventati. Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: «Questi è il Figlio mio, l’amato: ascoltatelo!». E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro. Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell’Uomo fosse risorto dai morti. Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti.Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Una parola ancora non riesce a penetrare i cuori di Pietro, Giacomo e Giovanni: risurrezione. Un mistero impensabile per i tre, per tutti gli Apostoli, e Gesù poco prima della sua Trasfigurazione profetizza ad essi quanto avverrà dopo la sua morte.

«Da allora Gesù cominciò a dire apertamente ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei sommi sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risuscitare il terzo giorno»(Mt 16,21).

Questo è il primo annuncio della sua Passione, rivelato subito dopo avere sentito da Pietro la risposta ispirata dallo Spirito Santo e dopo la domanda di Gesù: «Voi chi dite che Io sia?» (Mt 16,15). La risposta di Pietro sancisce tra gli Apostoli quello che pensano di Gesù, anche se ancora in modo non propriamente convinto per la rapidità degli avvenimenti.

«Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente» (Mt 16,16).

Forse una risposta di pancia dettata dal grande amore verso il Signore, ma ancora necessitava di un passaggio fondamentale per imprimersi convintamente nell’intelletto. Diremmo una reazione d’istinto in altri casi, qui invece la risposta di Pietro è guidata dallo Spirito Santo, non è Pietro a fare la grande rivelazione, lui è lo strumento docile di Dio.

È risaputo che lo Spirito Santo agisce dove trova strumenti docili, non agisce dove non c’è integrità morale, onestà, purità!

Non si facciano illusioni tanti modernisti che dicono di difendere la Chiesa con espressioni apparentemente lucidate mentre tramano contro la Santa Chiesa, continuando a cospirare nelle tenebre con i nemici del Dio cattolico, e svendono l’Unica vera Chiesa di Cristo, sia con gli accordi con la Cina, permettendo alla dittatura atea e comunista di scegliere i nuovi Vescovi… sia con la complicità con i governi più anticlericali del mondo.

Oggi quel Pietro irruento e primo Papa saprebbe come reagire contro i nemici di Gesù, e Pietro nella Chiesa si diventa con una valida elezione.

Il Vangelo ci dice come era immenso l’amore che Pietro nutriva per il Signore, e nonostante la durezza del carattere e lo sbigottimento per le rivelazioni del Maestro, aveva già donato la sua vita per la causa del Vangelo! Così deve comportarsi il vero Pietro seguace del primo Pietro.

Gesù ci parla della sua Chiesa, quella Cattolica perché è sua non di qualche uomo, fondata da Lui e non dai modernisti che La tradiscono.

La Santa Chiesa deve seguire il suo Vangelo completo senza che venga manomesso o modificato di una sola lettera. I veri servitori della Chiesa neanche sognano di apportare qualche modifica alla rivelazione di Gesù contenuta solamente nel Deposito della Chiesa Cattolica.

Chi afferma il contrario, anche un teologo o un Vescovo, non segue più Gesù Cristo!

Riprendo il passaggio che ci fa arrivare alla Trasfigurazione.

Dopo avere conferito a Pietro l’incarico di Capo degli Apostoli e Pietra su cui fonderà la sua Chiesa, Gesù annuncia per la prima volta la sua morte violenta seguita però dalla risurrezione. Parole comprensibilmente misteriose per gli Apostoli, chiunque al posto loro sarebbe rimasto confuso, disorientato.

Qui si inserisce allora la Trasfigurazione. Essa serve anche a dare agli Apostoli più vicini a Gesù una inaudita conoscenza e la preparazione in vista della Passione di Gesù, e quando Lo vedranno inchiodato alla Croce, Egli dovrà essere sempre considerato da loro il Figlio di Dio e che tutto sarà stato permesso da Dio Padre.

La Passione di Gesù era imminente, bisognava che la Persona di Gesù trasfigurata nel suo aspetto più glorioso si imprimesse nelle loro menti e desse loro forza di sopportare, di lì a pochi giorni, la vista di Gesù flagellato, coronato di spine, crocifisso.

È una meraviglia trovare le concordanze perfette nelle rivelazioni di Gesù. Solo da questo chi è in buonafede comprende che è Dio incarnato!

Rimango affascinato, incantato, quando rifletto sulla perfetta consonanza che appare fortemente nelle parole e nelle opere di Gesù. Tutto è ordinato secondo una consequenzialità non umana, nessun uomo potrebbe arrivare a stabilire una così perfetta conformità come le parole di Gesù, le sue profezie, i tempi in cui afferma decisioni importanti e anche quando dice opportunamente insegnamenti fondamentali per i discepoli e verità scomode per i suoi nemici.

Lo splendore, il prodigio, la bellezza della Persona di Gesù saziano l’anima di una beatitudine inspiegabile e che nessun umano può capire e sperimentare se non è in piena comunione con Dio. L’essere umano che fa questa esperienza effonde l’amore che riceve verso tutti e per tutti prega intensamente, desidera il bene di tutti.

Come è possibile ricevere abbondante Amore di Dio e quali sono i segni della sua presenza? Bisogna rinascere di nuovo, disse Gesù a Nicodemo, rinascere nello Spirito di Dio, superando tantissime debolezze umane con la Grazia che arriva dalla Confessione e dall’Eucaristia.

L’Amore Divino eleva i pensieri umani, nobilita la persona che Lo accoglie con grande desiderio, cambia le negatività in gioia e speranza!

Facciamoci aiutare dalla Vergine Santa e da oggi iniziamo la Novena alla Madonna Assunta in Cielo in Anima e Corpo.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Novena alla Beata Vergine Maria

Assunta in Cielo

 dal 6 al 14 agosto

(Questa preghiera ci avvicina alla Madonna perché l’accompagniamo nella sua gloriosa Assunzione in Cielo. Festeggiamo il suo trionfo e le dodici invocazioni sono un omaggio a Colei che viene coronata in Cielo di dodici stelle).

Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

Recita del Credo.

O Maria Immacolata Assunta in Cielo,

Tu che vivi beatissima nella visione di Dio:

di Dio Padre che fece di Te alta Creatura,

di Dio Figlio che volle da Te essere generato Uomo e averti sua Madre,

di Dio Spirito Santo che in Te compì la concezione umana del Salvatore.

O Maria Assunta nella gloria di Cristo nella perfezione completa e trasfigurata della nostra natura umana.

O Maria Porta del Cielo, specchio della Luce Divina, Santuario dell’alleanza tra Dio e gli uomini, lascia che le nostre anime volino dietro a Te, lascia che salgano dietro il tuo radioso cammino trasportate da una speranza che il mondo non ha, quella della beatitudine eterna.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

Confortaci dal Cielo o Madre pietosa e per le tue vie della purezza e della speranza guidaci un giorno all’incontro beato con Te e con il tuo Divin Figlio, il nostro Salvatore Gesù.

1) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti invitata dal tuo Signore al Cielo.

2) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti Assunta dagli Angeli Santi in Cielo.

3) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui tutta la corte celeste ti venne incontro.

4) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti ricevuta con tanto onore in Cielo.

5) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale sedesti alla destra del tuo Figlio in Cielo.

6) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti coronata con tanta gloria in Cielo.

7) Sia benedetta, o Maria, l’ora in cui ti fu dato il titolo di Figlia, Madre e Sposa del Re del Cielo.

8) Sia benedetta, Maria, l’ora nella quale fosti riconosciuta Regina suprema di tutto il Cielo.

9) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale tutti gli Spiriti e Beati del Cielo ti acclamarono.

10) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale fosti costituita Avvocata nostra in Cielo.

11) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale cominciasti a intercedere per noi in Cielo.

12) Sia benedetta, o Maria, l’ora nella quale ti degnerai di ricevere noi tutti in Cielo.

(chiedere una Grazia alla Madre di Dio)

3 Ave Maria…

Preghiamo

O Dio, che volgendo lo sguardo all’umiltà della Vergine Maria L’hai innalzata alla sublime dignità di Madre del tuo unico Figlio fatto Uomo e oggi l’hai coronata di gloria incomparabile, fa che, inseriti nel mistero di salvezza, anche noi possiamo per sua intercessione giungere fino a Te nella gloria del Cielo. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Nella Chiesa trionfano la divisione e l’inganno – 5 Agosto 2021 0

Nella Chiesa trionfano la divisione e l’inganno – 5 Agosto 2021

Giovedì 5 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 16,13-23)

Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del Regno dei Cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’Uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei Profeti». Disse loro: «Ma voi, chi dite che Io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei Cieli. E Io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del Regno dei Cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei Cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei Cieli».Allora ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che Egli era il Cristo. Da allora Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno.  Pietro Lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo dicendo: «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai». Ma Egli, voltandosi, disse a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Il Vangelo ci pone una domanda a cui non possiamo sfuggire ed è tempo di riflettere sulla causa che sta scombussolando la Chiesa. Lo faccio senza preoccuparmi dei giudizi dei tiepidi.

Oggi nella Chiesa si sono formati due opposti schieramenti, sono i conservatori che difendono la sana dottrina della Chiesa e i modernisti, diventati sfrenati nel voler modificare la morale ed eventualmente eliminare il soprannaturale dalla liturgia.

È una divisione nella Chiesa che non arreca benefici a nessuno, ma và spiegato che noi che rimaniamo fedeli alla sana dottrina non abbiamo alcuna intenzione di creare divisioni o dispute. Sono gli altri ad allontanarsi dal Vangelo insegnato da Gesù.

È ipocrita girarci attorno o fare finta di nulla, nella Chiesa si sta realizzando la profezia di San Paolo: «Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo e alla nostra riunione con Lui, dinon lasciarvi così facilmente confondere e turbare, né da pretese ispirazioni, né da parole, né da qualche lettera fatta passare come nostra, quasi che il giorno del Signore sia imminente.

Nessuno vi inganni in alcun modo!

Prima infatti dovrà avvenire l’apostasia e dovrà esser rivelato l’uomo iniquo, il figlio della perdizione, colui che si contrappone e s’innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio» (2 Ts 2,1-4).

Ormai siamo arrivati al tempo della manifestazione di chi si oppone a Cristo e che è l’unico uomo della storia in cui Satana si è realmente incarnato. Un uomo che si manifesterà quando nel mondo si verificheranno gravi fatti dolorosi che causeranno sofferenze un po’ ovunque e i potenti nemici di Gesù, indicheranno in questo uomo il vero salvatore.

Ciò che amareggia e lascia afflitti è la manifestazione di quest’uomo agevolata da personaggi della scena politica e religiosa internazionale, essi chiederanno la fine delle religioni per creare una sola chiesa mondiale. La nuova chiesa sarà composta da tutte le religioni del mondo, anche quelle nate nel cuore diSatana.

Si realizzerà il piano anticlericale dell’eliminazione dell’adorazione pubblica di Dio, almeno questo è quello che immaginano. Non pensano che la preghiera dei buoni cattolici sarà molto più forte e otterrà da Gesù la vittoria sul Male.

Scrivo per scuotere quanti ancora vivono nella tiepidezza e rifiutano le profezie bibliche che si stanno realizzando. Come reagiranno quando avranno bisogno di Gesù e della Madonna e non sapranno come pregare? Non avranno meriti davanti a loro per ottenere aiuti?

Molti cristiani sono a conoscenza di questi avvenimenti prossimi, altri si rifiutano di leggerli o di crederci, per rimuovere dalla mente queste verità che causano agitazione, è vero, ma permettono di prepararsi con una spiritualità intensa che infonde coraggio e serenità.

Non abbattimento o paura, non reagiscono così i veri seguaci di Gesù. Quindi, quando si realizzerà quanto afferma il Vangelo, ci saranno cattolici forti, coraggiosi e pienamente fiduciosi di Gesù, altri non sapranno come reagire, magari cadranno nella depressione, si terrorizzeranno.

Adesso Gesù dice a tutti di concentrarci sugli avvenimenti futuri per non avere sorprese… e non seguire le ispirazioni di Satana.

Chi conosce il vero 3° Segreto di Fatima trova la spiegazione della grande apostasia dentro la Chiesa, la perdita della Fede anche se rimangono ad occupare posti decisionali. Un vescovo che viene consacrato avendo l’intenzione di affiliarsi alla Massoneria o è già affiliato, davanti a Dio non è un vescovo, il rito è invalido per la presenza di più eresie in lui e dell’intenzione non conforme a quella della Chiesa. Il Codice di Diritto Canonico è chiaro sulla gravità dell’atto.

Una spiegazione della intensa confusione nella Chiesa arriva dal distacco del cuore dalle cose di Dio e questa si chiama, appunto, apostasia. La perdita della Fede. Questo spiega il nuovo linguaggio orizzontale utilizzato in moltissime omelie e che non riscalda i cuori dei presenti, non insegna la vera spiritualità e i credenti rimangono sempre lontani dal Vangelo storico.

IN DIVERSE PARROCCHIE SI MINACCIANO I CATTOLICI DI NON FARLI ENTRARE IN CHIESA SE NON SONO VACCINATI, E I PARROCI CHE LO DICONO NON AGISCONO DA CRISTIANI, SONO SENZA FEDE. NON SEGUONO GESÙ DEL VANGELO E VIVONO PRIVI DEL SOPRANNATURALE.

Questa è la ragione del silenzio sui miracoli e sulle opere di Gesù scritte nel Vangelo. Gesù viene escluso in ogni azione pastorale e nelle omelie.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Per facilitare la gestione delle cancellazioni, se non vuoi più ricevere la newsletter,

rispondi a questa email e scrivi Stop

Secolarismo è ciò che non appartiene al Cristianesimo – 4 Agosto 2021 0

Secolarismo è ciò che non appartiene al Cristianesimo – 4 Agosto 2021

Mercoledì 4 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

San Giovanni Maria Vianney

+ VANGELO (Mt 15,21-28)

Donna, grande è la tua Fede!

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananea, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Ma Egli non le rivolse neppure una parola. Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e Lo implorarono: «Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!». Egli rispose: «Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d’Israele». Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a Lui, dicendo: «Signore, aiutami!». Ed Egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». «È vero, Signore, -disse la donna- eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni». Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua Fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

La figura che ricordiamo oggi è di grande rilievo nella Chiesa ed è il Patrono dei parroci, il loro modello di vita, eppure arrivò al sacerdozio con grande difficoltà, non era un teologo anzi aveva evidenti difficoltà nell’apprendimento teologico.

San Giovanni Maria Vianney è conosciuto come il Santo Curato d’Ars, quindi è il Santo Parroco per antonomasia, è l’attributo più noto del Santo di oggi, egli viene indicato esclusivamente come Curato (Parroco).

Curato si utilizzava per significare colui che curava le anime, il Sacerdote, incaricato per missione di prendersi cura delle anime!

La storia racconta che San Giovanni Maria Vianney quando era un seminarista non mostrava alcuna attitudine allo studio, un grande amore per la Teologia quello sì, ma non aveva l’idoneità necessaria per proseguire gli studi e pensavano di cacciarlo dal seminario.

Fu un Sacerdote più anziano a ricevere l’ispirazione di aiutarlo, notando la sua profonda spiritualità e la determinazione nel voler servire Gesù. Senza l’aiuto del Sacerdote la Chiesa non avrebbe avuto questo umile e potente Santo e milioni di credenti non lo avrebbero raggiunto in uno sperduto paesino di 300 persone per confessarsi e iniziare un vero cammino di Fede.

Il ragionamento fatto al Vescovo fu proprio questo, di ordinarlo Sacerdote anche se aveva una cultura appena sufficiente e di inviarlo in un paesino sperduto con poche persone. «Non sarà un dotto ma sicuramente un buon parroco».

Diventerà il Patrono dei Parroci non per la cultura teologica ma per la sua eccezionale Fede.

La carità intesa come amore donativo, spinse il Santo Curato d’Ars a consumarsi per la Chiesa e la salvezza delle anime!

Visse in modo eroico la sua vocazione, fece della sua vita una donazione totale a Gesù, con la missione di compiere la Volontà di Dio.

Oggi la Chiesa ha urgente necessità di tanti Parroci come San Giovanni Maria Vianney, anche se molti buoni e bravi Sacerdoti si adoperano per le anime, sono una minoranza rispetto a quanti hanno tradito e scelto il modernismo, una visione di Chiesa che si apre al mondo per diventare come piace al mondo.

QUESTO MODO DI INTERPRETARE L’APERTURA AL MONDO NON VIENE DALLO SPIRITO SANTO, EGLI NON CONTRADDICE IL VANGELO DI GESÙ.

La prostituzione della vocazione sacerdotale si orienta verso il denaro, il potere e la carriera. Ne sanno qualcosa diversi Prelati.

L’esempio comunque ci permette di capire che la Chiesa di Gesù Cristo che ha migliaia di modelli e li presenta al mondo come Santi, non deve cadere nella trappola della mondanità, altrimenti entra nel secolarismo che si oppone alla Chiesa e la vuole sradicare.

Secolarismo indica tutto ciò che non appartiene alla Religione, in senso assoluto al Cristianesimo. Per molti si intende una serie di trasformazioni sociali, che portano una Nazione ad adottare una cultura più laica, da un lato eliminando l’ingerenza dello Stato nella sfera religiosa e dall’altro indirizzando la popolazione verso l’ateismo.

IL SECOLARISTA È LA PERSONA CHE LIMITA LA PROPRIA VISUALE ALLE COSE DEL MONDO, CHE NON VEDE O SI RIFIUTA DI VEDERE LE COSE ALLA LUCE DELL’ETERNITÀ. È UNA RISTRETTEZZA MENTALE, ANCHE SE LIBERAMENTE VOLUTA. IL SECOLARISMO SIGNIFICA NEGAZIONE DELL’ETERNITÀ, RIFIUTO DI CREDERE CHE UNA TAL COSA SIA POSSIBILE.

La presenza di ottimi Parroci in questo mondo che rifiuta Dio è necessaria come l’ossigeno per il corpo. La nostra Parrocchia virtuale deve prendersi incarico di pregare ogni giorno per tutti i Sacerdoti del mondo, per la rivitalizzazione spirituale dei tiepidi e la vera conversione dei dissipati.

È necessario per molti Sacerdoti ricominciare con una nuova determinazione, con il convinto proponimento di lavorare nella Vigna di Dio senza preoccuparsi più degli interessi personali e opposti alla spiritualità che ci viene dal Vangelo.

Per ricominciare è indispensabile chiedere sempre a Gesù l’umiltà, meditare sulla propria miseria umana per dare piena gloria al Signore.

Tutto il Bene arriva da Gesù, noi Sacerdoti siamo solo strumenti nelle sue mani,SIAMO NULLA DAVANTI A LUIe tali dobbiamo considerarci.

Pensare bassamente di sé non è uno svilimento della propria persona o un esercizio autopunitivo, questi pensieri permettono al contrario di capire chi siamo veramente e ci aiutano anche a scoprire cosa ci chiede Dio in ogni circostanza.

Il Santo Curato d’Ars era forse agevolato in questo esercizio spirituale. Era la sua elevata Fede a permettergli di stare vicino a Dio e di possedereuna immensa Luce che illuminava la sua piccolezza e così divenne un Santo che sapeva consigliare e leggere nei cuori.

L’umiltà la può praticare anche un re di questo mondo, un ricco, uno scienziato, ma non come il più grande teologo latino San Tommaso d’Aquino. Il più grande teologo e maestro del Cristianesimo possedeva un’umiltà disarmante. Per questo poteva leggere nei misteri di Dio, almeno quello che gli veniva concesso. Ma nessun teologo più di Lui.

Tutti dobbiamo chiedere ogni giorno l’umiltà e leggere meditazioni su questa straordinaria virtù. Quando siete tentati da cattivi pensieri pregate subito, resistete pensando ad altro e fate atti di sincera umiltà, così facendo i diavoli si allontaneranno da voi.

Lo stesso avviene quando obbedite alla Parola di Dio, alla sua Volontà: anche dinanzi all’obbedienza a Dio i diavoli reagiscono e lasciano la persona tentata, altrimenti rimangono e mettono su casa.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Per facilitare la gestione delle cancellazioni, se non vuoi più ricevere la newsletter,

rispondi a questa email e scrivi Stop

Toccare Gesù con la Fede per guarire – 3 Agosto 2021 0

Toccare Gesù con la Fede per guarire – 3 Agosto 2021

Martedì 3 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mt 14,22-36)

Comandami di venire verso di Te sulle acque.

Dal Vangelo secondo Matteo

Dopo che la folla ebbe mangiato, subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, Egli se ne stava lassù, da solo. La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. Sul finire della notte Egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro dicendo: «Coraggio, sono Io, non abbiate paura!». Pietro allora gli rispose: «Signore, se sei Tu, comandami di venire verso di Te sulle acque». Ed Egli disse: «Vieni!». Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma, vedendo che il vento era forte, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca Fede, perché hai dubitato?». Appena saliti sulla barca, il vento cessò. Quelli che erano sulla barca si prostrarono davanti a Lui, dicendo: «Davvero Tu sei Figlio di Dio!». Compiuta la traversata, approdarono a Gennèsaret. E la gente del luogo, riconosciuto Gesù, diffuse la notizia in tutta la regione; gli portarono tutti i malati e lo pregavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello. E quanti lo toccarono furono guariti. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

È tempo di concentrarci con maggiore interesse sulla Persona di Gesù Cristo come mai abbiamo fatto in passato. Diventano sempre più pressanti e intense le strategie per far dimenticare il Signore proposto dal Vangelo e sostituirlo con un falso Gesù, diverso da quello storico e con cui condivide solamente il nome.

Sono molte le prove del progetto in atto da diversi decenni di annullare l’adorazione di Gesù, di non credere alla sua Parola, di non fare quello che insegna nel Vangelo e di non considerarLo Figlio di Dio. Lo dicono con parole ambigue anche cardinali e vescovi, appunto tra di loro chi non è più cattolico ne parla con esponenti delle altre religioni negli incontri ufficiali.

I servitori di Satana sono miliardi nel mondo e moltissimi di loro detengono poteri vastissimi, nelle loro decisioni si trova il futuro di questo pianeta. Tutti i diavoli si sono riversati sulla Terra e gli attacchi contro uomini e donne del mondo sono spietati, costanti e mirati.

Noi abbiamo un grande potere che spesso molti non esercitano contro le tentazioni, i cattivi pensieri, le inclinazioni peccaminose, ed è la preghiera. Possiamo fermare tutti i diavoli con facilità se ci impegniamo nella preghiera giornaliera, ma dobbiamo pregare di più, per questo utilizziamo il Santo Rosario.

Il Vangelo oggi ci dice che tutti quelli che toccavano Gesù guarivano da ogni forma di Male, «gli portarono tutti i malati e Lo pregavano di poter toccare almeno il lembo del suo mantello». Già il desiderio di toccare Gesù era un atto di Fede, la certezza che Lui guariva e che doveva venire da Dio.

Se ne guardavano bene gli scribi e i farisei, in essi aumentava la rabbia del successo del Signore e tramavano di continuo contro Lui.

Lo stesso avviene oggi contro i buoni e spirituali Sacerdoti sparsi nel mondo, impegnati giorno e notte nella preghiera per la conversione dei peccatori. La loro vita è una tortura per i diavoli e per i loro seguaci.

Questo è il motivo dell’odio dei diavoli contro i Sacerdoti che aiutano nella verità tante persone. Diavoli che scatenano contro questi Sacerdoti schiere di seguaci pieni di odio e come ipnotizzati diffamano e perseguitano senza capirne la ragione.

Questi Sacerdoti si spendono per gli altri, vivono di Fede ed è una Fede che tocca di continuo il lembo del mantello di Gesù, così ottengono anche miracoli impossibili per la scienza, di continuo aiutano quanti hanno smarrito la via della Verità e della salvezza eterna.

Questi Sacerdoti portano davanti a Gesù nel Tabernacolo i malati nel corpo e nello spirito, tutti coloro che si affidano alle loro preghiere, e pregano Gesù con costanza per ottenere Grazie speciali.

Nel Vangelo si parla del contatto con il mantello di Gesù, noi quando preghiamo bene partecipiamo a un contatto mistico, e la Fede forte non ha bisogno di vedere o di toccare, già in uno sguardo d’amore verso l’Eucaristia o un’immagine di Gesù si esprime tutto l’amore presente interiormente.

Il Vangelo ci spiega la necessità che abbiamo di pregare bene ogni giorno, e la scoperta del dialogo con Gesù e la Madonna rende la preghiera indispensabile, lo dimostra la gioia interiore che si acquisisce. Per pregare in svariati momenti della giornata, occorre stabilire dei tempi da dedicare solo alle cose di Dio. Nasce una meditazione amorosa, umile e propositiva.

Gesù rimaneva ininterrottamente in unione con suo Padre, la sua preghiera era un dialogo amoroso, anche la manifestazione degli avvenimenti quotidiani che viveva nel mondo e la sua infinita amarezza per l’indifferenza del popolo, e il Padre vedeva e sapeva tutto.

Con ognuno di noi Gesù cerca il dialogo amoroso e sincero, Lui è l’Amore che dona ogni Bene, noi dobbiamo capire chi siamo!

Il Signore non vuole abbandonarci mai, è l’uomo che si allontana con le sue decisioni.

Dobbiamo conoscere bene Gesù e la Madonna, dobbiamo leggere buoni libri e vi rinnovo la mia proposta di inviarvi il Pacchetto Fedeltà con 14 libri, 14 pieghevoli, 5 riviste, 5 immagini contro il flagello sterminatore e il Santo Rosario decina esorcizzato.

È possibile richiedere tutta questa buona stampa inviando una offerta libera, io desidero la salvezza eterna di ognuno di voi e prego ogni giorno per tutti voi. Non penso affatto al denaro, anche se è indispensabile per le molte spese e per sostenere tutte le nostre Opere.

Continuano ad arrivare richieste, molti hanno compreso la grande importanza di leggere libri spirituali per crescere nella Fede, per arrivare a ricevere Grazie speciali e anche Miracoli impossibili. Con una Fede forte possiamo toccare il lembo del mantello di Gesù.

Occorre leggere per conoscere, la conoscenza fa amare di più Gesù e la Madonna, si entra nella spiritualità che piace a Loro e la vita cambia in meglio.

Per richiedere il Pacchetto Fedeltà occorre inviare una email, anche rispondendo a questa newsletter, indicando l’indirizzo completo e cosa si richiede.

Anche se il valore commerciale di tutta la buona stampa del Pacchetto Fedeltà è di 140 euro, voi inviate qualsiasi donazione che decidete, ognuno rimane libero dell’offerta da inviare, utilizzando una delle tre possibilità: bonifico bancario o PayPal o bollettino postale, che trovate nel sito: http://www.gesuemaria.it/sostienici/

L’intestazione per la donazione è Associazione Cattolica Gesù e Maria, nella causale scrivete Pacchetto Fedeltà.

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.

Per leggere tutti gli altri commenti

http://www.gesuemaria.it/meditazioni-di-padre-giulio-maria-scozzaro-sul-vangelo-del-giorno-anno-2012.html

Il Perdono d’Assisi – 2 Agosto 2021 0

Il Perdono d’Assisi – 2 Agosto 2021

Lunedì 2 agosto 2021

XVIII Settimana del Tempo Ordinario

Santa Maria degli Angeli alla Porziuncola
Perdono d’Assisi

+ VANGELO (Lc 1,26-33)

Hai trovato Grazia presso Dio.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, l’Angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una Vergine, Sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La Vergine si chiamava Maria. Entrando da Lei, disse: «Ti saluto, o piena di Grazia, il Signore è con Te». A queste parole Ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L’Angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato Grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, Lo darai alla luce e Lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo Regno non avrà fine». Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Questa di oggi è una solennità vissuta con particolare intensità nel mondo francescano ma non è solo una festa francescana. È una ricorrenza meravigliosa rivolta all’umanità, riguarda tutti, soprattutto i peccatori ostinati e quanti, pur pregando, non riescono a rimanere sempre fedeli al Vangelo.

Gesù anche in questa circostanza non si è dimenticato dei peccatori, di tutti i lontani da Lui, dei cristiani che trovano molta difficoltà nell’osservare i Comandamenti. Gesù mostra il suo Volto mite e amabile, dice a tutti di non temerLo ma di amarLo, perché Egli è buono.

Dice a tutti di cercarlo perché Egli è il più importante tesoro, una perla unica e speciale. D’altronde, cosa non si fa per ottenere quello che piace? Il punto iniziale è questo: Gesù fa parte dei nostri pensieri? È presente nella giornata che trascorriamo tra impegni e preoccupazioni? È davvero il Signore della nostra vita e la Persona indispensabile?

Dio ha creato l’uomo e la donna e non vuole perderli eternamente, non vuole lasciarli in balìa del male e della corruzione dilagante, per questa ragione ha concesso a San Francesco d’Assisi una indulgenza che dimostra il suo infinito Amore anche per i più ribelli peccatori.

Per tutti c’è speranza, questo è il messaggio del «Perdono d’Assisi».

La storia del «Perdono d’Assisi» è commovente e la sintetizzo.

Nella piccola Chiesa che si trova all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli in Assisi, Frate Francesco in una notte di luglio 1216, mentre se ne stava in ginocchio innanzi al piccolo altare della Porziuncola, immerso in preghiera, vide all’improvviso uno sfolgorante chiarore rischiarare le pareti dell’umile Chiesa.

Gli apparvero Gesù e Maria Santissima seduti in trono, circondati da uno stuolo di Angeli. Il Signore conosceva già i pensieri di Frate Francesco ma lo stesso chiese al suo Servo quale Grazia desiderasse per il bene degli uomini. Il Santo manifestò il suo grande interesse per la salvezza eterna di tutti i peccatori e fece una richiesta davvero insolita.

«POICHÉ È UN MISERO PECCATORE CHE TI PARLA, O DIO MISERICORDIOSO, EGLI TI DOMANDA PIETÀ PER I SUOI FRATELLI PECCATORI; E TUTTI COLORO I QUALI, PENTITI, VARCHERANNO LE SOGLIE DI QUESTO LUOGO, ABBIANO DA TE O SIGNORE, CHE VEDI I LORO TORMENTI, IL PERDONO DELLE COLPE COMMESSE».

Chiedeva una speciale indulgenza per tutti i peccatori che si fossero recati in quella Chiesa, chiedeva un perdono straordinario.

«Quello che Tu chiedi, o Frate Francesco, è grande -gli disse Gesù-, ma di maggiori cose sei degno e di maggiori ne avrai. Accolgo quindi la tua preghiera, ma a patto che tu domandi al mio Vicario in terra, da parte mia, questa indulgenza».

Si trattava dell’indulgenza del Perdono. Una richiesta audace di Frate Francesco e una risposta misericordiosa di Gesù buono.

Dalle parole di Frate Francesco si comprende che pregava giorno e notte per la conversione dei peccatori e questa sete di salvare le anime è un dono dello Spirito Santo. Come lo hanno ricevuto altri Santi, uno dei più grandi che conosciamo bene è stato Padre Pio.

Gesù rimase commosso per quanto chiedeva Frate Francesco, una Grazia speciale per tutti i peccatori, e gli disse di rivolgersi e chiedere a Papa Onorio III in quanto Vicario di Cristo in terra, per l’approvazione di tale meravigliosa indulgenza.

Anche se diversi cardinali trovarono eccessiva la richiesta di Frate Francesco, il vero uomo di Dio Papa Onorio III si commosse e per obbedire a Gesù e per la salvezza delle anime, concesse l’indulgenza perché essa liberasse «dalla colpa e dalla pena in cielo e in terra, dal giorno del Battesimo al giorno e all’ora dell’entrata in questa Chiesa».

Nelle parole di Gesù troviamo il suo infinito Amore per ognuno di noi, per tutti i peccatori, perché ricordiamolo: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati» (Mt 9,12).

Con la concessione di questa meravigliosa indulgenza, Gesù dice perpetuamente a tutti i peccatori di non temerlo, di recarsi ad Assisi in qualsiasi periodo dell’anno oppure da mezzogiorno dell’1 agosto fino alla mezzanotte del 2 agosto in qualsiasi Chiesa e, pentiti, chiedere perdono nella Confessione di tutti i peccati, compiendo alcuni atti.

L’indulgenza all’inizio si poteva lucrare solo nella Chiesa della Porziuncola, sei secoli successivi fu estesa prima a tutte le Chiese francescane e poi anche alle Chiese parrocchiali, rimanendo immutata la data e la denominazione.

Assisi e la Basilica di Santa Maria degli Angeli (ingloba la piccola Chiesa della Porziuncola) rimangono le mete privilegiate dei pellegrinaggi per l’importante indulgenza del 2 agosto.

Secondo il Manuale delle indulgenze della Chiesa, per ottenere l’indulgenza plenaria un fedele, completamente distaccato dal peccato anche veniale, deve:

– confessarsi, per ottenere il perdono dei peccati;

– fare la Comunione eucaristica, per essere spiritualmente unito a Cristo;

– pregare secondo le intenzioni del Papa, per rafforzare il legame con la Chiesa, recitando un Padre nostro, Ave Maria e Gloria al Padre;

– recitare il Credo e il Padre nostro;

– visitare una Chiesa o oratorio francescano o, in alternativa, una qualsiasi Chiesa parrocchiale.

La Confessione e la Comunione possono essere fatte anche alcuni giorni prima o dopo le date previste (nell’arco di una settimana). La visita e la preghiera vanno fatte lo stesso giorno, il 2 agosto. L’indulgenza plenaria può essere richiesta, una volta al giorno, per sé o per i defunti.

Oggi è la grande occasione per occuparsi della propria anima, liberarla dai peccati che l’opprimono ed iniziare un vero cammino spirituale!

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Atto di consacrazione personale

e di riparazione al Cuore di Gesù

O Cuore dell’amatissimo mio Gesù, Cuore adorabile e degno di tutto il mio amore, io, acceso dal desiderio di riparare ed espiare le offese sì numerose e tanto gravi a Te fatte, ed anche per non macchiarmi io stesso, per quanto mi è possibile, della colpa di ingratitudine, Ti offro il mio cuore con tutti i suoi affetti, anzi Ti do e consacro tutto me stesso.

O Gesù, amore dell’anima mia, spontaneamente io offro al Tuo Cuore tutto il valore soddisfattorio che potranno avere le preghiere, gli atti di penitenza, di umiltà, di obbedienza e di ogni altra virtù che farò durante tutta la vita, sino all’ultimo respiro: accettali per quanto sia poco e assai misero quello che io Ti offro.

Per la Santa Chiesa e per i Sacerdoti

O Gesù mio, ti prego per la Chiesa intera: concedile l’amore e la luce del tuo Spirito, rendi efficaci le parole dei Sacerdoti, affinché spezzino anche i cuori più induriti e li facciano ritornare a Te, o Signore.

Signore, dacci Sacerdoti Santi, e Tu stesso conservali nella serenità.

Fa che la potenza della tua Misericordia li accompagni dovunque e li custodisca contro le insidie che il demonio non cessa di tendere all’anima di ogni Sacerdote. La potenza della tua Misericordia, o Signore, distrugga tutto ciò che potrebbe offuscare la santità del Sacerdote, perché Tu sei Onnipotente.

Ti chiedo, Gesù, di benedire con una luce speciale i Sacerdoti dai quali mi confesserò nella mia vita. Amen.

Consacrazione dell’Italia

O Maria, Madre di Dio e Madre nostra, tu hai sempre guardato all’Italia con quello stesso occhio di predilezione con cui l’ha guardata il tuo figlio Gesù.

Tu hai voluto questa terra disseminata dei tuoi Santuari.

Te la consegniamo, questa nostra Patria: sia sempre tua e del tuo Figlio; custodiscila.

Sia pura la Fede, siano buoni i costumi, siano ordinate le famiglie, sia cristiana la scuola; e regni la giusta pace tra tutti.

Che questa Italia continui a svolgere e compia sempre meglio la sua missione: di essere centro vivo ed operante di civiltà cristiana.

Sostieni l’apostolato per Gesù e Maria.  Aiuta con donazioni la diffusione del Vangelo, la Parola di Vita che salva le anime e guarisce le malattie. Il nostro apostolato è vastissimo e non abbiamo fini di lucro, abbiamo bisogno di offerte per sostenere tutte le spese. Aiutaci a continuarlo secondo il Cuore di Gesù. Il nostro forte impegno vuole far conoscere Gesù ovunque e diffondere la vera devozione alla Madonna. Vogliamo diffondere e difendere la sana dottrina della Chiesa. Il vostro contributo economico è un segno di stima e di amore, manifestazione di vicinanza e di Fede. Diventa anche tu difensore dell’unica Chiesa fondata da Gesù. “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16).

http://www.gesuemaria.it/chi-siamo/sostienici.html

Continuiamo le intense preghiere alla Madonna con la recita giornaliera del Santo Rosario per me, per vincere l’attacco portato da satana. Chi mi vuole bene, preghi molto per me.

Vi benedico e prego per tutti voi. Pregate per me ogni giorno nella Messa e nel Rosario.

Proposito

Non devo mai nascondere la mia Fede in Gesù Cristo, inoltre devo sostenere i perseguitati per la Fede con l’offerta generosa e silenziosa delle sofferenze di questa giornata.

Pensiero

Nulla è insignificante quando si cerca di piacere a Dio. La perfezione consiste nella fedeltà nelle piccole cose. (San Claudio de la Colombiere)

Per superare le prove dolorose, non soccombere dinanzi gli attacchi dei nemici e ricevere Grazie particolari, anche miracoli impossibili, vi consiglio di recitare ogni giorno la preghiera efficace, già utilizzata da decine di migliaia di fedeli. Sono migliaia le testimonianze di guarigioni e di liberazioni da attacchi malefici, moltissimi hanno superato prove difficili e ottenuto Grazie. Recitatela ogni giorno, è un potentissimo atto di Consacrazione alla Madonna. Potete stamparla dal nostro sito:

http://www.gesuemaria.it/apostolato/efficace-preghiera.html

Continuiamo a recitare ogni giorno il Santo Rosario alle ore 16 e alle ore 21 in comunione di preghiera, già siamo moltissimi a partecipare a questa cordata spirituale. Possiamo pregare in comunione di amore nelle stesse ore, recitando il Santo Rosario ogni giorno secondo le intenzioni della Madonna. Ognuno decide se partecipare alle due Corone oppure a una delle due. L’importante è recitare almeno una Corona al giorno in comunione con Gesù, la Madonna e tra noi. Vi assicuro che le benedizioni saranno abbondanti e chi cerca Grazie le potrà ottenere con maggiore facilità, perché pregando insieme, la preghiera diventa potente.