Personaggi biblici e veggenti che non corrispondono a Dio – 3 Febbraio 2022

Giovedì 3 febbraio 2022

IV Settimana del Tempo Ordinario

+ VANGELO (Mc 6,7-13)

Prese a mandarli.

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due e dava loro potere sugli spiriti impuri. E ordinò loro di non prendere per il viaggio nient’altro che un bastone: né pane, né sacca, né denaro nella cintura; ma di calzare sandali e di non portare due tuniche. E diceva loro: «Dovunque entriate in una casa, rimanetevi finché non sarete partiti di lì. Se in qualche luogo non vi accogliessero e non vi ascoltassero, andatevene e scuotete la polvere sotto i vostri piedi come testimonianza per loro». Ed essi, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demoni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano. Parola del Signore

Commento di Padre Giulio Maria Scozzaro

Queste poche righe custodiscono l’essenza del vero apostolato e danno precise indicazioni sul comportamento che devono mantenere i veri seguaci di Gesù. I primi testimoni videro, ascoltarono e custodirono, noi siamo testimoni del Vangelo che dimostra ineccepibilmente che il Cristianesimo è la vera e l’unica Religione di Dio incarnato in Gesù di Nazaret.

Prima della venuta di Gesù il popolo ebraico era stato chiamato all’alleanza con Dio ma FALLÌ PER ARROGANZA e venne annullato il «contratto» d’amore stipulato con Dio proprio perché perse la fiducia dell’Eterno. Il Padre inviò suo Figlio per dare inizio ad un nuovo popolo, quello cristiano, e creare una nuova ed eterna Alleanza.

Tutti i cristiani sono chiamati ad essere testimoni di Cristo, ma questo bisogna desiderarlo, quindi, decidersi per Gesù e seguire le sue orme.

Ognuno di noi mostra di essere testimone di Gesù dalla Fede che possiede, dalle opere che compie, dalle parole che pronuncia.

I testimoni autentici non improvvisano la loro spiritualità, non si accontentano di qualche preghiera, non sono pieni di agitazione per adempiere cose umane trascurando Dio. Essi piano piano sanno fare spazio nel cuore e rifiutano quanto si oppone ai Comandamenti, vedono con gli occhi della Fede che non possono illudersi di seguire Gesù senza compiere un vero cammino spirituale.

Nella Sacra Scrittura ci sono esempi di persone chiamate da Dio a compiere grandi opere nel suo Nome e hanno fallito anche dopo anni di fedeltà. I prescelti si dividono in quelli che hanno tradito Dio e quelli che hanno commesso molti errori trasgredendo i comandi di Dio.

Adamo e Eva vennero meno all’obbedienza infinita data da Dio e per colpa loro nel mondo entrò il peccato (Gen 9,20-27). Caino era stato invitato da Dio ad avere cura del fratello Abele ma lo uccise per invidia. Abramo mentì riguardo a Sara ben due volte (Gen 12,10-20; 20,1-18). Giacobbe ingannò tutti per quasi tutta la sua vita. Mosè disubbidì a Dio a Meriba (Num 20,1-13). Iefte sacrificò la propria figlia per un voto sbagliato (Giudici 11,30-40). Samuele nominò i suoi figli giudici (1Sam 8,1-3). Il re di Israele Saul perse il controllo del suo potere e il favore di Dio. Il secondo re di Israele, Davide, fece uccidere in battaglia il marito della sua amante Betsabea (2 Sam 11). Giuda Iscariota era uno dei Dodici e inviato da Gesù a compiere miracoli, ma Lo tradì e commise il deicidio per 30 monete e si impiccò all’albero.

Neanche ci sorprendiamo dei veggenti contemporanei che per molti anni hanno avuto apparizioni autentiche della Madonna e si sono perduti.

I veggenti che hanno avuto apparizioni senza un cammino di Fede solido e sentito interiormente, non hanno fatto molto, anche se sempre sorridenti e bonari in pubblico ma la spiritualità era modesta. Il popolo in molti casi non se ne accorge subito perché frastornato dai racconti, crede tutto quello che viene detto ma la conoscenza reale emerge sempre prima o poi e la delusione di quanti si recavano in taluni luoghi è grande.

Ci sono veggenti che nei decenni passati vedevano davvero la Madonna ma poi per motivi che non rivelo per non turbare, le apparizioni si sono interrotte e alcuni veggenti con fare sfrontato hanno continuato a recitare la parte dei «santi» inventando falsi messaggi.

Dei fallimenti di ex veggenti sono molto dispiaciuto, vorrei tanto che si moltiplicassero nel mondo i luoghi di preghiera per la conoscenza di Gesù e della Madonna. Sono afflitto quando riconosco il fallimento di qualche apparizione e la fine di un immenso Bene che poteva continuare a svilupparsi.

Ci sono attualmente veggenti nel mondo che sono palesemente falsi e lo ripeto a innumerevoli persone che mi chiedono consigli. Non seguite tutti i messaggi che vi arrivano, non credete a quanto vi viene raccontato se non trovate le prove o non vi consigliate con quanti riconoscono dove c’è la reale presenza di Gesù. Non rivolgetevi a quanti pregano lo Spirito Santo e vivono senza la presenza dello Spirito Santo… Essi non Lo conoscono affatto!

La Madonna lavora molto per anni nel rendere spirituali i veggenti perché piccoli di età o adulti e impreparati, ma non tutti corrispondono.

TRA I VIZI CHE NON RIESCONO A DOMINARE C’È L’INVIDIA.

NEL 400 SANT’AGOSTINO SCRIVEVA CHE ERA GRANDE L’INVIDIA NEL CLERO, OGGI È DIVENTATA INCONTROLLABILE E TANTI SACERDOTI LITIGANO CON ESTREMA FACILITÀ.

Se diversi veggenti in passato autentici e ora non più, ingannano quando dicono di ricevere messaggi senza alcuna verità, figuriamoci se non invidiano altri più spirituali di loro. Non sorprendetevi comunque, tutti i veggenti devono compiere al pari degli altri un cammino di conversione e di purificazione.

L’invidia che affiora insopprimibile paralizza l’azione di Dio. Rimango molto deluso nel constatare la chiusura alla completa Volontà di Dio.

Di questo argomento non scendo nei particolari con nessuno per non bloccare la ricerca dei messaggi di Gesù sul web da parte di tanta gente, assai bisognosa dell’aiuto della Madonna. Quanto vi ho detto in passato sui veggenti autentici lo confermo, spero che a prevalere sia sempre il soprannaturale.

Il Vangelo dice che Gesù inviò i Dodici prescelti «a due a due e diede loro potere sugli spiriti impuri». Una delle prove dell’autenticità del seguace di Gesù è il terrore che incute ai diavoli, sia con semplici preghiere che con altre imposizioni nelle preghiere di liberazione.

I Dodici andavano nei paesi e invitavano alla conversione, scacciavano molti demoni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano. In questi modi si manifestava l’Onnipotenza di Gesù, era il Signore ad agire tramite i suoi strumenti.

Nel Vangelo di oggi c’è un aspetto che sembra minore, ed è la guarigione degli ammalati.

L’attenzione si focalizza sul primo invio dei Dodici a predicare la dottrina di Gesù e già questa iniziativa del Signore è la prova della necessità dell’apostolato, quindi, la determinazione di fare proselitismo per la salvezza delle anime.

Chi afferma che non è cosa buona per la Chiesa fare proselitismo, è un ateo ed eretico. Sia Sacerdote o Vescovo, chi dice questo non è un cristiano, come non è un cristiano chi afferma che la Madonna era solamente una semplice discepola e la Madre di Gesù, escludendo le sue grandezze tra cui, oltre la Maternità Divina, anche il suo essere Corredentrice.

L’apostolato è un gesto di amore e di misericordia, il proselitismo cattolico lo vuole Gesù, non vuole l’aiuto ai musulmani in Italia di aprire moschee…

«Ed essi, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demoni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano».

1 Ave Maria per Padre Giulio

«O Augusta Regina del Cielo e Sovrana degli Angeli, a Te che hai ricevuto da Dio la missione di schiacciare la testa di satana, io chiedo umilmente di mandare legioni celesti, perché al tuo cospetto inseguano i demoni, li combattano, reprimano la loro audacia, liberino da ogni male e da ogni persecuzione Padre Giulio e li respingano nell’abisso. Amen».

3 Ave Maria…

Nel nostro sito numerosi articoli interessanti, libri e altro: www.gesuemaria.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.